Skip to main content

Windows 10 20H1, il primo grande update del 2020 vedrà la luce solo fra qualche mese

(Image credit: Microsoft)

Il primo grande update di Windows 10, per quanto riguarda il nuovo anno, è quasi completato. Rimangono pochi passi da fare per terminarlo, ma Microsoft si riserva il diritto di trattenerlo per qualche mese in fase di testing. A fine novembre il lavoro sull’update era quasi terminato, il tutto dimostrato dalla rimozione della filigrana che indicava l’utilizzo di una build di anteprima. Gli ultimi ritocchi devono ancora essere applicati e testati, prima di poterlo lanciare sul mercato.  

Secondo un tweet di Zac Bowden (Senior editor Windows Central) sembrava che la versione 20H1 potesse essere terminata nel corso della settimana scorsa, ma ciò non è accaduto; la fase terminale potrebbe essere raggiunta questa settimana. 

Come già accennato, si sapeva da qualche tempo che questo aggiornamento avrebbe visto la fase finale nel mese di dicembre, ciò ci ha portato a chiederci quanto presto uscirà, ipotizzando come possibile data già i primi mesi del 2020.  

Questo dubbio, però, viene smentito proprio da Bowden. Come indica nel suo tweet, i progetti per il nuovo update sembrano essere diversi, prevedendone la pubblicazione verso marzo o aprile del nuovo anno, creando un lasso di tempo da impiegare per effettuare un’approfondita fase di testing. 

 Attenzione però... 

Questa non è la prima volta che Microsoft trattiene un aggiornamento nella fase finale, era già accaduto con l'aggiornamento di maggio 2019, anche se non per così tanto tempo. L’azienda di Mountain View, dopo l’aggiornamento piuttosto problematico di ottobre 2018, ha deciso di implementare un processo con maggior cura e attenzione, anche se più lento. Questo nuovo processo dovrebbe aiutare molto ad evitare di pubblicare  aggiornamenti complicati e poco funzionali. 

Di tutto quello che si sa sull’uscita di questo update per ora non c’è nulla di ufficiale, ma le tempistiche sembrano verosimili, soprattutto visto quello che è successo in passato.

Dato che il numero della nuova versione di Windows sarà 2004, si potrebbe pensare che sia diviso in “20” per indicare il 2020 e “04” per indicare il mese di Aprile. Tale ipotesi però non è del tutto convincente, perché Microsoft non ha seguito questo schema numerico in passato. . A conferma di ciò,  il fatto che inizialmente questo update doveva essere presentato con il numero di versione 2003, successivamente cambiato in 2004, per evitare confusioni con Windows Server 2003.

Bisogna tenere a mente che il 2020 sarà un anno piuttosto pieno per casa Microsoft, che rilascierà i dispositivi a doppio schermo con sistema operativo Windows 10X, come ad esempio Surface Neo. Questo spiegherebbe anche perchè l’update di novembre 2019 sia stato un semplice aggiornamento, diretto a risolvere alcuni bug e senza aggiunte di nuove funzionalità. Alcune delle funzionalità del nuovo update 20H1 riguarderanno importanti modifiche a Cortana, quindi di riflesso anche alla ricerca di Windows, il tutto seguito da un sistema di accesso senza password e tanto altro.

Via Windows Latest