Skip to main content

USB 4: quando esce, specifiche, velocità

USB-C su Apple MacBook 2016
(Image credit: Future)

USB4 è un nuovo standard di connettività, che al momento in cui scriviamo ha appena avuto le specifiche ufficialmente confermate dal USB Implementers Forum (USB-IF), un'organizzazione no profit creata per promuovere e supportare lo standard USB (Universal Serial Bus).

Quindi quali sono le specifiche, quanto è veloce USB4, cos'altro fa e cosa significherà questo per gli utenti? In questo articolo, copriremo tutti gli elementi essenziali da sapere su questo ultimo standard USB.

Partiamo dicendo che la strada per arrivare all'USB4 è stata lunga e difficile. Se avete seguito le decisioni prese da USB-IF nell'ultimo periodo, probabilmente avrete familiarità con gli schemi di denominazione sconcertanti attuati dall'organizzazione.

Avevamo USB 3.1 Gen 1 (che offre velocità di trasferimento dati di 5 Gbps) e USB 3.1 Gen 2 (10 Gbps), che di recente sono diventati rispettivamente USB 3.2 Gen 1 e USB 3.2 Gen 2, a seguito dell'introduzione di un nuovo standard USB 3.2 Gen 2x2 all'inizio del 2019 che ha aumentato la velocità a 20 Gbps.

È tutto piuttosto disordinato a causa del cambiamento continuo di nomi e dei suffissi "Gen", ma l'idea di fondo è che questi cavi supportano una velocità di 5 Gbps, 10 Gbps e 20 Gbps e USB-IF ha suggerito di chiamarli SuperSpeed USB, SuperSpeed USB 10 Gbps e SuperSpeed USB 20 Gbps.

Ci sono altri dettagli da tenere a mente, come il fatto che SuperSpeed USB 20Gbps (USB 3.2 Gen 2x2) utilizza un connettore USB Type-C (le precedenti versioni no), ma non perdiamo troppo tempo con i vecchi standard.

USB4 fa un balzo in avanti rispetto alla USB 3.2 Gen 2x2 in grande stile, raddoppiando la velocità fino a 40 Gbps - livelli di trasferimento dei dati precedentemente disponibili solo per coloro che utilizzano la tecnologia Thunderbolt 3, tecnologia sulla quale si basa il nuovo standard USB - ma non è solo una questione di velocità, come vi spiegheremo qui sotto. 

Veniamo al sodo 

  • Cos'è? Lo standard USB di nuova generazione che segue l'USB 3.2 
  • Quando uscirà? I primi dispositivi USB4 dovrebbero apparire nel 2020 
  • Quanto costerà? Ancora non si sa, ma i cavi non saranno economici 

USB 4: data di uscita

Il nuovo standard è stato annunciato per la prima volta nel marzo 2019 e le specifiche sono state ufficialmente confermate da USB-IF. Quindi i produttori possono iniziare a lavorare sulla produzione di dispositivi, ma ovviamente questo processo richiederà tempo e, almeno per ora, non riusciamo a fare previsioni. Quanto manca all'USB di nuova generazione?

Tutto ciò che possiamo davvero fare è sottolineare l'ampia aspettativa che il primo kit USB 4 verrà lanciato tra circa un anno, nel 2020, anche se tutto questo potrebbe essere posticipato fino all'anno successivo.

(Image credit: USBIF)

Specifiche e prestazioni USB4 

Come accennato all'inizio, USB 4 si basa sul protocollo Thunderbolt che Intel ha reso liberamente disponibile al USB Promoter Group (di cui fa parte, insieme a molti altri giganti della tecnologia), consentendo a USB 4 di offrire a Thunderbolt 3 velocità equivalenti di 40 Gbps; il doppio di quello del precedente standard USB 3.2 Gen 2x2.

Quindi, USB 4 permetterà questo livello di prestazioni a tutti i produttori, mentre in precedenza questo poteva essere raggiunto solo dai produttori disposti a lavorare direttamente con Intel (e pagare i diritti) per incorporare Thunderbolt 3 nel loro hardware. Questo è ovviamente un grande passo avanti verso la connettività superveloce a 40 Gbps.

Tuttavia, non è così semplice mettere tutti nelle condizioni di beneficiare delle velocità di trasferimento dati a 40 Gbps in futuro. Ne parleremo più avanti, ma prima concentriamoci sul dettaglio del resto delle specifiche.

In termini di compatibilità con gli standard più vecchi, USB 4 sarà retrocompatibile con USB 3.2, fino a dispositivi USB 2.0 (sebbene sia necessario un adattatore per collegare il cavo USB 4 - che utilizza esclusivamente un connettore di tipo C, come USB 3.2 Gen 2x2).

USB 4 è progettato per essere compatibile con Thunderbolt 3, anche se dovremmo notare che spetta al produttore del dispositivo implementare tale compatibilità - questa decisione è stata presa per avvantaggiare i produttori di smartphone. Quindi, sebbene questa non sia una regola rigida, si prevede che i produttori di PC includeranno Thunderbolt 3, anche se non è questo il caso - e quindi potrebbe esserci un po' di confusione.

Come abbiamo detto, il nuovo standard non riguarda solo la velocità e USB-IF ha ulteriormente chiarito che USB 4 coinvolgerà "più dati e protocolli di visualizzazione che condividono in modo efficiente la massima larghezza di banda aggregata". Con USB 4, sarete in grado di collegare due monitor 4K (a 60Hz) al vostro PC (o un display 5K), ed è abbastanza veloce da collegare una GPU esterna. Per quanto riguarda l'erogazione di energia, come con Thunderbolt 3, stiamo parlando di ben 100W.

Si noti inoltre che la menzionata "condivisione efficiente" significa che USB 4 non spreca alcuna larghezza di banda quando si inviano più segnali attraverso il cavo. Quindi, se avete un monitor collegato, verrà utilizzata soltanto la larghezza di banda di cui ha bisogno (mentre in precedenza con USB 3, il segnale video poteva ridurre la larghezza di banda più di quanto ce ne fosse realmente bisogno, rubando efficacemente della velocità di trasferimento dei dati quando si eseguivano più operazioni).

Nel complesso, l'idea generale è quella di offrire tutto ciò che Thunderbolt 3 offre già, e aggiungerci qualcosa in più, rendendolo uno standard compatibile tra tutti i PC, dispositivi e accessori, anche se con lievi variazioni come la compatibilità con Thunderbolt 3 incorporata, usando un connettore (USB Tipo-C).

MacBook Pro (13 pollici, 2019)

(Image credit: Future)

Problemi relativi ai prezzi 

Il piano di munire tutti i dispositivi di connettori USB Type-C è davvero lodevole, ma di certo non accadrà troppo in fretta. Nonostante i primi dispositivi USB 4 potrebbero apparire già durante il 2020, un uso su larga scala del nuovo standard avverrà molto più in là, e probabilmente molto lentamente a causa del prezzo.

Naturalmente, per favorire l'adozione, i produttori di dispositivi dovranno produrre hardware dotato di porte USB 4, che costano di più rispetto alla tecnologia di generazione precedente.

Questo problema di costi - che senza dubbio si farà sentire di più durante le prime fasi dello sviluppo dello standard USB 4 - significa che le porte USB più vecchie probabilmente rimarranno in circolazione per un po' di tempo (come abbiamo già visto dall'introduzione di USB Type-C). Ricordiamo che i nuovi (più costosi) connettori USB 4 non saranno indispensabili per tutti gli usi; collegare una semplice tastiera che non ha bisogno di molta banda per funzionare, quindi saranno ancora incluse le porte USB di vecchia generazione, probabilmente nella maggioranza dei PC e laptop; almeno nel prossimo futuro.

L'altro problema di costo dell'USB 4 sono i cavi. Questi saranno considerevolmente più costosi rispetto ai precedenti cavi USB, poiché devono essere dotati di cavi di qualità superiore "certificati per garantire 40 Gbps di velocità".

I problemi di prezzo da parte del produttore saranno una sorta di ostacolo per la visione del mondo interamente uniformemente connesso con USB 4.

Il punto positivo per quanto riguarda i prezzi è che USB 4 rappresenta un modo nuovo, "open" e privo di royalty da dover pagare, rispetto a Thunderbolt 3 che con la sua tassa Intel ha reso l'implementazione una proposta relativamente costosa (e un'adozione davvero molto diffusa impossibile a causa del legame con Intel).

Il passaggio a USB 4 richiederà molto tempo, ma prima o poi avverrà. Tuttavia, in questa prolungata fase di transizione, è probabile che entri in gioco un'ulteriore confusione in termini di capacità di un determinato connettore USB di tipo C (anche se non è una novità), che potrebbe essere USB 4, USB 4 senza compatibilità Thunderbolt 3 o una tecnologia di generazione precedente.