Skip to main content

Samsung: il 6G sarà attivo entro il 2028. Uno sguardo al futuro della connettività

(Image credit: hindustan times)

Samsung sostiene che la rete 6G potrebbe già essere operativa nel 2028, offrendo  un 1Tb/s di velocità e meno di 100 microsecondi di latenza, rendendolo 50 volte più veloce del 5G

Il focus attuale del settore della telefonia è lo sviluppo della tecnologia 5G, ma la corsa per diventare leader nel campo ancora nascente del 6G è già iniziata. La Cina ha già avviato le sue attività di ricerca e sviluppo, mentre il programma 6Genesis da 251 milioni di euro è già sviluppato in Finlandia.

Samsung detiene un ruolo secondario, ma in continua crescita, nel settore delle apparecchiature per le telecomunicazioni e spera che la diffusione del 5G aumenterà la sua quota di mercato. Quando il 6G sarà disponibile, Samsung potrebbe diventare un concorrente più temibili per aziende come Ericsson, Huawei e Nokia.

Samsung 6G

A supporto dei suoi sforzi, Samsung ha ampliato il team di ricerca sulle telecomunicazioni e ha fondato il Centro di Ricerca per le Comunicazioni Avanzate nella capitale sudcoreana, Seul. 

Il report The Next Hyper-Connected Experience for All delinea le tendenze tecniche e sociali che potrebbero avere una conseguenza sullo sviluppo dello standard 6G. 

La connettività 6G permetterà servizi avanzati come la realtà estesa immersiva (XR), ologrammi ad alta fedeltà e gemelli digitali. Fondamentale per queste applicazioni sarà l’abilità del 6G di compensare i vincoli attuali, come la capacità di elaborazione limitata dei dispositivi mobili e l’integrazione dell’intelligence nel network. 

La pubblicazione suggerisce inoltre le tecnologie candidate a formare il 6G: radiazione terahertz (THz), nuova tecnologia dell’antenna e architettura di rete ottimizzata. Samsung sostiene che lo standard sarà completato nel 2028, aprendo la strada alle prime reti, con la commercializzazione di massa nel 2030. 

“La commercializzazione del 5G è già nelle prime fasi, ma non è mai troppo presto per prepararsi al 6G perchè servono circa 10 anni dalle prime ricerche alla commercializzazione di una nuova generazione di tecnologia della comunicazione” ha spiegato Sunghyun Choi, direttore del Centro di Ricerca per le Comunicazioni Avanzate.

“Abbiamo già avviato la ricerca e lo sviluppo della tecnologia 6G sulla base dell’esperienza e delle abilità che abbiamo accumulato lavorando su più generazioni di tecnologia della comunicazione, incluso il 5G. In futuro, ci impegneremo a guidare la standardizzazione del 6G in collaborazione con varie parti interessate dei settori industriali, accademici e governativi.”