Skip to main content

Oculus, l’evento annuale cambia nome: Facebook Connect si terrà il 16 settembre

(Image credit: Engadget)

Oculus è la sussidiaria di Facebook Inc. specializzata nella realtà virtuale e nei dispositivi che portano lo stesso nome, come ad esempio Oculus Rift. Il colosso dei social network nel 2014 aveva acquisito l’azienda e adesso sta operando un intero rebranding del marchio per integrarlo ancora di più a Facebook.

Con un articolo apparso su Tech@Facebook, l'azienda ha annunciato che tutti i team interni di realtà virtuale e aumentata verranno riuniti sotto l'etichetta Facebook Reality Labs (FRL), nome che fino ad oggi aveva contraddistinto solo un gruppo di lavoro in particolare, quello facente capo a Michael Abrash, il cui team da oggi si chiamerà FRL Research.

Il motivo di questa riorganizzazione e di questo rebranding è legato alla volontà di «unificare tutto il lavoro che Facebook sta portando avanti per sviluppare una nuova piattaforma che possa aiutare le persone a entrare ancora più facilmente in contatto tra loro, soprattutto quando si trovano a distanza».

Di conseguenza, l’evento annuale che fino ad oggi era conosciuto come Oculus Connect, sarà ribattezzato Facebook Connect. L’appuntamento, quest’anno in versione digitale, è previsto per il prossimo 16 settembre e servirà a illustrare la visione di Facebook Reality Labs insieme gli ultimi progressi da parte del team e della comunità di sviluppatori in termini di realtà virtuale e aumentata.

The name game

Nei giorni scorsi era arrivato un altro importante annuncio riguardante l’integrazione tra Facebook e Oculus con l’azienda che aveva fatto sapere che in futuro un account Facebook sarà indispensabile per poter utilizzare i dispositivi di realtà virtuale. Attualmente, gli utenti hanno invece la possibilità di utilizzare un proprio profilo specifico per Oculus, totalmente svincolato dal social network. 

Questa scelta di Facebook ha sollevato non poche critiche in particolare per i timori riguardanti la raccolta di informazioni personali, il target advertising e in generale l’obbligo di usare un servizio a cui magari non si è interessati.

Il programma di Facebook Connect non è stato ancora reso noto ma l’azienda ha promesso che «il pubblico potrà assistere ai keynote dalle figure più rappresentative di Facebook e dalle personalità più visionarie che parleranno degli ultimi progressi in tema di realtà virtuale e aumentata».

Fonte: Tech@Facebook