Skip to main content

Metroid Prime 4: sviluppo in corso, nuove assunzioni nei Retro Studios

(Image credit: Nintendo)

Metroid Prime 4 è uno dei sequel più attesi della storia di Nintendo e finalmente sembra ci siano delle novità sul suo sviluppo.

Jhony Ljungstedt, originariamente direttore artistico dello studio DICE, si unisce al team di sviluppatori di Retro Studios per lavorare a Metroid Prime 4, portando con sè una grande esperienza in merito ai giochi FPS.

Nonostante non sia ancora esattamente chiaro il ruolo di Ljungstedt, il suo trascorso di sviluppo su Battlefield 5, Medal of Honor (il remake della versione del 2010) e Mirror’s Edge: Catalyst lo rende senz’altro una scelta adeguata per la direzione artistica di uno sparatutto fantascientifico come Metroid.

Altre assunzioni

Ljungstedt non è l’unica assunzione degna di nota avvenuta nei Retro Studios: Kyle Helfey, il character designer di Halo, e Stephen Dupree, il lead designer di Donkey Kong Country: Tropical Freeze, hanno recentemente effettuato il loro ingresso nel team di sviluppo di Metroid Prime 4, come riportato da VGC.

È positivo che, dopo numerosi ritardi, finalmente le cose sembra stiano procedendo per il verso giusto per quanto riguarda lo sviluppo di Metroid Prime 4. Il gioco fu originariamente presentato da Nintendo (sotto forma di logo) durante l’E3 del 2017, ma il suo sviluppo fu annullato poco dopo in quanto si reputò che “non fosse stato raggiunto lo standard adeguato per un nuovo capitolo della saga di Metroid Prime”, questo quanto affermato da Shinya Takahashi, responsabile dello sviluppo.

Tutto questo ha infine ricondotto al recente ingresso di nuovi sviluppatori nei Retro Studios, comportando così un totale cambio di direzione nello sviluppo del gioco.

È probabile che la data di uscita sia ancora molto lontana, ma sembra che lo sviluppo del gioco stia procedendo. Potrebbe quindi Metroid Prime essere il gioco con cui verrà presentata la nuova Nintendo Switch Pro? Sembra molto plausibile.