Skip to main content

Firefox si è autoproclamato il miglior browser per la privacy

Firefox Total Cookie Protection
(Image credit: Mozilla)

Cosa succede? Firefox implementa un nuovo strumento per la privacy.

Perché è importante? Tootal Cookie Protection potrebbe rendere Firefox il browser migliore per la protezione della privacy degli utenti.

La rivalità fra i principali browser sul mercato potrebbe accentuarsi ancora di più, a causa di una dichiarazione alquanto altisonante da parte di Firefox (opens in new tab).

La piattaforma di proprietà di Mozilla, infatti, si è autoproclamata il browser più sicuro e privato disponibile per Windows e Mac, in seguito all'arrivo di un aggiornato strumento che offrirebbe la "più efficace protezione della privacy mai vista".

Il tool, noto come Total Cookie Protection, blocca i cookie solo sui siti in cui sono stati creati, diventa disponibile di default per tutti gli utenti Firefox.

"Quando si richiede un prestito, si cerca un trattamento o consigli su un sito dedicato ai servizi sanitari o, ancora, quando si visita un'app per gli appuntamenti online, una quantità massiccia di informazioni personali va online. E questi dati possono diffondersi su tutto il web", scrive l'azienda sul proprio blog (opens in new tab) in occasione dell'annuncio di questa novità.

"Si tratta di una realtà sconcertante, ovvero la possibilità che ogni attività online venga osservata, tracciata e condivisa, una realtà in antitesi al concetto di open web che noi di Mozilla ci impegniamo a costruire. Ecco perché abbiamo sviluppato Total Cookie Protection per contribuire alla vostra sicurezza online."

Total Cookie Protection ha debuttato nel 2021 (opens in new tab), ma gli utenti dovevano attivarlo, sebbene ciò avvenisse in automatico in modalità privacy su Firefox.

Mozilla ha evidenziato come funziona il sistema: di base, crea un "contenitore per cookie" separato per ogni sito web visitato, che rimane all'interno del contenitore. Di conseguenza, i tracker non riescono più a collegare le attività dell'utente sui più siti, osservando il comportamento solo su singole destinazioni.

"Nessun altro sito web può accedere ai contenitori per cookie che non appartengono loro, né scoprire i contenuti dei cookie di altri siti web. In questo modo, vi liberiamo dalle pubblicità invadenti e riduciamo la quantità di informazioni su di voi raccolte dalle aziende".

Secondo Mozilla, questo approccio consentirà ai cookie di terzi di soddisfare le funzioni meno invadenti (come fornire dati statistici precisi), eliminando al contesto le proprietà più deleterie per la privacy, ovvero il tracciamento degli utenti sul web.

"Grazie a Total Cookie Protection su Firefox, gli utenti potranno godere di una privacy rafforzata e sperimentare un'ottima esperienza di navigazione", dichiara l'azienda.

Mozilla spera che questo aggiornamento contribuisca ad aumentare le proprie quote sul mercato globale dei browser, a fronte di alcune difficoltà registrate negli ultimi mesi.

I dati più recenti di Statcounter dimostrano come Firefox si sia piazzato al quarto posto, con una quota di mercato del 3,41%, preceduto da Microsoft Edge (4,05%) e ben distante dai leader storici, ovvero Google Chrome (64,34%) e Apple Safari (19,16%).

  • I migliori dispositivi NAS

Mike Moore is Deputy Editor at TechRadar Pro. He has worked as a B2B and B2C tech journalist for nearly a decade, including at one of the UK's leading national newspapers and fellow Future title ITProPortal, and when he's not keeping track of all the latest enterprise and workplace trends, can most likely be found watching, following or taking part in some kind of sport.

With contributions from