Skip to main content

Batterie al grafene pronte per il vostro prossimo smartphone?

(Image credit: Future)

Gli smartphone, per quanto riguarda la loro alimentazione, potrebbero essere interessati da una rivoluzione, a breve. Una società che si è specializzata in questo settore ha infatti annunciato  che presto potrebbero essere disponibili le prime soluzioni che prevedono l’utilizzo del grafene.

Ogni anno vediamo tutte le grandi aziende annunciare i nuovissimi smartphone, aggiornati in ogni minimo dettaglio per rimanere al passo con i tempi. Per quanto riguarda la batteria, però, di novità non se ne sono viste da anni.

Real Graphene è una società che ha fatto delle fonti energetiche al grafene il suo core business, annunciando che tra non molto gli sviluppatori di smartphone potranno optare per l’installazione di una batteria al grafene all’interno dei loro dispositivi. 

Il materiale che compone queste nuove batterie è composto da uno strato di atomi di carbonio, con uno spessore identico a quello di un singolo atomo. Samuel Gong, CEO di Real Graphene, ha spiegato quali siano alcuni dei diversi vantaggi che questo tipo di alimentazione porta con sé. 

Troviamo per esempio la possibilità di ricaricare una batteria da 3.000 mAh (60W) in soli 20 minuti o la grande quantità di cicli offerti prima che la batteria si deteriori. Questi ultimi sono di gran lunga più alti delle classiche batterie utilizzate al momento, con un numero di cicli che si attesta intorno ai 1.500 per l’alimentazione al grafene, contro i 300 o 500 cicli per le classiche batterie odierne. Questa tipologia di alimentazione, come si può immaginare, comporterà sicuramente diversi vantaggi ai consumatori.

Per avere maggiori dettagli a riguardo non ci rimane che attendere l’uscita di questa rivoluzione nell’alimentazione per smartphone.