Skip to main content

Asus sfida Apple MacBook Pro: notebook da 16" con schermo OLED 4K+

Asus Dial for intuitive and precise control scenario
(Image credit: Asus)

Asus ha presentato il primo portatile Nvidia RTX Studio basato su CPU AMD Ryzen,oltre a una serie di workstation mobile destinate al mercato dei creator, un settore in continua crescita.

ProArt Studiobook Pro 16 OLED è dotato di un display OLED HDR da 16:10, 3840 x 2400 pixel (4K+), copertura dello spazio colore DCI-P3 del 100% e luminosità di picco di 550 nit. A confronto, il nuovo schermo presenta il 50% in più di pixel ed è fino al 10% più luminoso del display Retina del MacBook Pro da 16 pollici.

Il portatile può essere equipaggiato con alcuni dei processori mobile più veloci sul mercato: AMD Ryzen 9 5900HX e Ryzen 7 5800H, e le CPU Intel Core i7-11800H e Xeon W-11955M. Non è ancora disponibile un Core i9.

Il modello Ryzen può essere abbinato solo a una Nvidia RTX A2000, mentre la controparte Intel al modello RTX A5000, ben più performante. Nonostante le componenti differenti, tutti i modelli presentano la stessa soluzione di raffreddamento proprietaria Asus IceCool Pro, che può gestire fino a 140 W.

È possibile inserire fino a 64 GB di RAM (con supporto ECC per Intel Xeon), fino a 4 TB di spazio di archiviazione (due SSD M.2 MVNe PCIe 3.0 da 2 TB configurati in RAID-0) e ci sono numerose porte. Asus non ha ancora rivelato i prezzi per il mercato italiano, ma negli Stati Uniti si parte da 2.500 dollari.

Portatili all’avanguardia per un settore in costante crescita 

Asus offre numerosi portatili tanto per i creator occasionali, quanto per quelli avanzati e i professionisti. ProArt Studiobook Pro 16 OLED, oltre al display OLED, si distingue anche per alcune funzionalità come Asus Dial, un accessorio simile al Surface Dial di Microsoft e un lettore di schede di memoria compatibile con il nuovo formato SD 7.0.

A nostro avviso, Asus avrebbe dovuto optare per batterie da 99 WHr (invece delle attuali da 90) e offrire configurazioni con la Nvidia RTX A5000 anche per le versioni Ryzen. All’appello mancano anche SSD PCIe 4.0.