Skip to main content

AMD potrebbe posticipare il lancio dei Ryzen 7000 per un motivo molto serio

(Image credit: Future)

Stando alle ultime indiscrezioni le CPU Ryzen 7000 di AMD potrebbero arrivare più tardi rispetto alla data di lancio prevista.

L'indiscrezione è emersa dal forum cinese Chiphell, sul quale abbiamo letto più volte previsioni che si sono rivelate corrette. Nello specifico, l'informazione è comparsa in un post (opens in new tab) nel quale un utente afferma che AMD abbia modificato l'accordo di riservatezza legato alle CPU per giustificarne il lancio posticipato (come spiegato da VideoCardz (opens in new tab)).

Diverse indiscrezioni sostenevano che AMD avrebbe lanciato le nuove CPU Zen 4 entro il 15 settembre, a seguito di un altro evento di lancio confermato per il 29 agosto. Secondo il suddetto leak, AMD avrebbe poi deciso di posticipare l'uscita dei Ryzen 7000 al 29 settembre.

Sempre stando alla fonte, il motivo principale di questa scelta sarebbe legato a dei problemi che affliggono il BIOS delle CPU Zen 4.


Analisi: facciamo il punto della situazione

Trattandosi di un rumor, è del tutto possibile che il 15 settembre non sia mai stata la data di lancio prevista e che AMD abbia sempre puntato alla fine del mese.

Detto questo, ci sono state parecchie voci su un lancio il 15 settembre, quindi è possibile che AMD puntasse davvero a questa data, anche se solo provvisoriamente. In effetti, un lancio a metà settembre è ancora possibile, ma non è la prima volta che  qualcuno pone dei dubbi a riguardo.

Altre fonti hanno ipotizzato un lancio il 27 settembre, a un paio di giorni di distanza da questa nuova indiscrezione, e ciò significherebbe che l'arrivo dei Ryzen 7000 avverrebbe in concomitanza con la presentazione delle CPU Raptor Lake di Intel.

Più che una strategia per contrastare Intel, il presunto rinvio voluto da AMD sarebbe però legato al BIOS delle sue CPU. Anche in questo caso di parla di ipotesi, ma se ci fossero davvero complicazioni con il BIOS, il lancio potrebbe essere posticipato nuovamente.

Del resto, anche se i processori Ryzen 7000 arrivassero a fine settembre AMD potrebbe arrivare sul mercato prima di Intel, che dovrebbe commercializzare le CPU Raptor Lake a inizio ottobre. In teoria, quindi, AMD avrebbe ancora un paio di settimane di vantaggio sui processori di nuova generazione di Intel e, se le scorte di Ryzen 7000 dovessero essere sufficienti, potrebbe vendere molto in un lasso di tempo relativamente breve.

Questo perché AMD sta per proporre una piattaforma completamente rinnovata che, se da un lato farà gola a molti, dall'altro potrebbe portare con se i classici problemi che affliggono le nuove CPU, caso in cui le voci sui malfunzionamenti del BIOS troverebbero conferma.

Sarà il tempo a dirci la verità, per ora non ci rimane che attendere e seguire gli sviluppi della vicenda.

Marco Silvestri
Senior Editor
With contributions from