Skip to main content

Roccat Syn Pro Air: recensione

Delle cuffie wireless nella media, belle e versatili

Roccat Syn Pro Air
(Image: © Future)

Verdetto

Roccat Syn Pro Air sono esteticamente molto belle, la qualità costruttiva è ottima e sono comode da indossare. Tuttavia, spesso la qualità del suono lascia a desiderare e il software non è perfettamente ottimizzato.

Pros

  • +

    Comode e leggere

  • +

    Possibilità di equalizzazione del suono

  • +

    Microfono removibile e facile da mutare

  • +

    Illuminazione RGB fantastica

Cons

  • -

    Autonomia mediocre e ricarica lunga

  • -

    Software acerbo

  • -

    Qualità audio del microfono scarsa

Roccat Syn Pro Air: recensione in due minuti

Le Roccat Syn Pro Air sono cuffie da gaming esteticamente molto belle, di dimensioni più discrete rispetto ad altri headset decisamente ingombranti. Hanno un design molto sobrio, interamente nero con finiture opache.

I LED RGB dinamici con tecnologia AIMO che si intravedono sui padiglioni hanno un pattern ad alveare molto originale, senza essere eccessivamente vistosi o pacchiani grazie a un'illuminazione soffusa. I LED cambiano in base alle attività che state svolgendo e si coordinano con l'illuminazione degli altri prodotti Roccat con la stessa tecnologia, come Roccat Pyro e Roccat Kone Pro Air.

Le cuffie sono robuste ma molto leggere (meno di 300 grammi) e comode da indossare, anche durante le sessioni di gioco più lunghe, mentre si lavora o si ascolta musica. Grazie ai padiglioni e all'arco superiore rivestiti in memory foam, le cuffie si adatteranno perfettamente alla forma della vostra testa.

Roccat Syn Pro Air

(Image credit: Future)

Inoltre, la struttura è solida ma regolabile, il che dà l'impressione di un prodotto durvole seppur in grado di essere adattato alle varie esigenze. I padiglioni aderiscono molto bene alla testa, garantendo una buona cancellazione del rumore esterno.

Il microfono è removibile e si può mutare semplicemente sollevandolo, il che è decisamente molto comodo. Purtroppo però quando lo si utilizza l'audio in uscita ha un suono metallico, quasi robotico. 

Roccat Syn Pro Air

(Image credit: Future)

La buona notizia è che la qualità della voce può essere migliorata tramite l'equalizzatore, anche se naturalmente non è all'altezza di un paio di cuffie cablate o di un setup di livello avanzato con interfaccia audio esterna, per esempio un microfono a condensatore con connettore XLR.

Il punto a favore di queste cuffie, però, è proprio la comodità dovuta all'assenza di cavi, quindi sceglietele se non volete un setup ingombrante e non pianificate di fare un uso estensivo o professionale del microfono. Andrà benissimo durante le sessioni di gaming per comunicare con i compagni di squadra se non siete troppo esigenti, ma non sicuramente per registrare audio di qualità.

L'altra bella notizia è che l'audio in entrata è qualitativamente buono, anche grazie al supporto dell'audio 3D spaziale creato in collaborazione con Turtle Beach, che si rivela ideale per l'ascolto di musica o durante l'utilizzo di videogiochi in cui la componente audio copre un ruolo particolarmente importante.

Roccat Syn Pro Air

(Image credit: Future)

Nell'insieme, le Roccat Syn Pro Air offrono un buon rapporto qualità-prezzo, soprattutto se confrontate con altre cuffie da gaming wireless concorrenti. Bisogna infatti considerare che la qualità audio delle cuffie wireless raramente è perfetta, a meno di non spendere cifre davvero importanti.

Con un prezzo di listino di 179,99€ non si possono certo definire economiche, e se cercate delle cuffie da gaming prive di difetti per completare il vostro setup potreste non essere soddisfatti di questo modello proposto da Roccat. Tuttavia, sono leggermente meno costose di altri modelli top di gamma.

Roccat Syn Pro Air

(Image credit: Future)

Il software proprietario Roccat Neon, che purtroppo non comprende la gestione di altri prodotti Roccat, permette di regolare le funzionalità dell'audio 3D per adattarle alle varie esigenze di utilizzo. Attualmente il software si trova ancora in fase beta, non brilla per l'interfaccia intuitiva ed è disponibile solo in lingua inglese. Roccat ha confermato che è in fase di aggiornamento, ma dovrete essere pazienti e accettare il fatto che per il momento non funziona in maniera perfetta.

Per esempio, la percentuale della batteria non viene mostrata correttamente su Roccat Neon: spesso sembra che dopo pochi minuti di ricarica la batteria sia già al 75%, mentre invece, se si utilizza l'headset in modalità wireless, dopo pochi minuti inizia già a dare il segnale acustico di batteria scarica.

Parlando di batteria, l'autonomia massima garantita da Roccat è di 25 ore, ma cala sensibilmente con l'illuminazione RGB attiva.

Roccat Syn Pro Air

(Image credit: Future)

Tra le varie funzioni audio, la più interessante è Superhuman Hearing, che amplifica la percezione degli effetti sonori senza che sia necessario aumentare il volume generale. Questa funzione è perfetta per godere di tutti gli effetti sonori dei videogiochi, senza per questo alzare il volume a un livello insopportabile. La si può utilizzare durante il gaming o la visione di film e serie TV.

Anche la funzione Game Spatializer non ci ha delusi: converte le fonti stereo in un simil-suono surround, rendendo molto bene e con una grande precisione la differenze e le sfumature dei vari suoni riprodotti.

L'Audio 3D è la ciliegina sulla torta: con tre programmi tra cui scegliere (Game, Music e Movie) potrete scegliere se enfatizzare gli effetti sonori, magari personalizzandoli con l'attivazione delle altre funzioni sopracitate, ascoltare musica con una qualità audio immersiva superiore, oppure guardare film e serie TV dall'audio pulito e cristallino, con un'ottima resa degli effetti sonori.

Roccat Syn Pro Air

(Image credit: Future)

Nella confezione sono inclusi il cavo di ricarica USB, il trasmettitore wireless USB-A da 2,4Ghz e l'adattatore USB-C. Roccat Syn Pro Air non sono dotate di connessione Bluetooth, ma il segnale è ottimo anche se ci si allontana di qualche metro dalla postazione e l'associazione è rapida e immediata. 

La connessione è dunque molto affidabile, anche se si cambia stanza e ci si chiude la porta alle spalle. Grazie all'adattatore USB-C le cuffie si possono utilizzare anche insieme ad altri dispositivi, come PS5 e Nintendo Switch, ma fate attenzione a non perdere il piccolo trasmettitore: a quel punto, non vi resterebbe altra scelta che comprarne uno nuovo.

Roccat Syn Pro Air

(Image credit: Future)

Al di là dell'ampia gamma di funzioni, e come già accennato, la qualità audio generale delle cuffie è lontana dalla perfezione. Con l'audio regolato quasi al minimo si percepisce un leggero fruscio di sottofondo, ed è necessario utilizzare l'equalizzatore per regolare la resa dei suoni bassi e medi.

Roccat Syn Pro Air

(Image credit: Future)

Utilizzando il software proprietario per regolare la qualità dell'audio, dovrete portare molta pazienza. Come già accennato, il software è ancora acerbo e poco collaborativo: ci sono molti bug, ogni tanto non risponde ed è necessario riavviarlo.

Insomma, sulla carta Roccat Syn Pro Air sembrano essere le cuffie da gaming dei sogni, ma sono carenti sotto alcuni punti di vista, quindi se siete intenzionati ad acquistarle dovrete accettare alcuni compromessi.

Roccat Syn Pro Air

(Image credit: Future)

Compratele se…

Siete fan di Roccat e della tecnologia AIMO
Se avete già investito in altri dispositivi Roccat con tecnologia AIMO, Roccat Syn Pro AIr saranno una splendida aggiunta alla vostra collezione.

Non vi interessa particolarmente la qualità audio
Roccat Syn Pro Air hanno molte funzioni utili per i gamer, ma la qualità audio lascia a desiderare, soprattutto in uscita.

Non compratele se… 

Siete molto esigenti in quanto a qualità audio
Grazie all'equalizzatore, la qualità del suono di Syn Pro Air si può migliorare. Tuttavia, non aspettatevi un risultato perfetto a prova di audiofili.

Vi potete accontentare di un'autonomia nella media
L'autonomia di 25 ore garantita da Roccat è nella media, ma cala sensibilmente con l'attivazione dei LED. Sceglietele se non è un problema ricaricarle ogni 2-3 giorni.

Senior Content Editor and Copywriter adept in managing content creation and publication at TechRadar Italia.