Skip to main content

Recensione Surface Book 3

Un 2 in 1 di qualità penalizzato da una CPU poco potente

(Image: © Future)

Il nostro verdetto

Surface Book 3 è un portatile premium, include un meraviglioso display e una tastiera fantastica. Tuttavia, il prezzo elevato e un processore lento ne minano la qualità complessiva.

Pro

  • Bel design
  • Tastiera comoda
  • Schermo eccezionale

Contro

  • Processore Intel U lento
  • Piccolo trackpad
  • Altoparlanti

Introduzione

Surface Book 3 è atteso da tempo, infatti il predecessore, Surface Book 2, è uscito nel 2017. Per molti versi, il nuovo 2 in 1 di Microsoft è un esempio dei traguardi raggiunti dai notebook premium negli ultimi anni. Da allora, i produttori hanno commercializzato numerosi notebook premium per i content creator. Dispositivi come il nuovo Dell XPS 15 e il Razer Blade Studio vantano splendidi design e un hardware nettamente superiore a quello del Surface Book 3.

Il modello che abbiamo testato costa 3.100 euro e offre un processore Ice Lake Core i7, 32 GB di RAM e un SSD da 512 GB. A confronto, il MacBook Pro da 16 pollici vanta lo stesso prezzo e specifiche simili, a eccezione del processore Intel Coffee Lake Refresh serie H ben più potente. Quest’ultimo presenta due core in più rispetto alla CPU Ice Lake e raggiunge frequenze più elevate, rendendo il portatile Apple una scelta migliore per i creativi.

Detto questo, Surface Book 3 ha qualche asso nella manica: è possibile rimuovere il display da 15 pollici dalla tastiera e continuare a usarlo come tablet. Inoltre, la sua tastiera è una delle più comode su cui abbiamo scritto e la riteniamo nettamente superiore alla Magic Keyboard di Apple.

In linea di massima, tuttavia, non è facile consigliare questo prodotto. Sul mercato, sono disponibili notebook ben più potenti e con lo stesso prezzo del nuovo arrivato di casa Microsoft. Discorso simile anche per i consumatori in cerca di un portatile con cui guardare video e ascoltare musica.

(Image credit: Future)

Prezzo e disponibilità

Scheda tecnica

Microsoft Surface Book 3, le specifiche:

CPU: Intel Core i7-1065G7 da 2,3 GHz (4 core, 8 MB di cache, fino a 3,9 GHz)

Scheda video: Nvidia GeForce GeForce GTX 1660 Ti

RAM: 32 GB LPDDR4x (3.733 MHz)

Schermo: PixelSense da 15,6 pollici 4K (3.240 x 2.160), 60Hz

Memoria: SSD da 512 GB (PCIe)

Porte: 1 x USB 3.0 Type-C, 2 x USB 3.1 Gen 2 Type-A, 2 porte Surface Connect, 1 x lettore SDXC, 1 combo audio da 3,5 mm

Connettività: Wi-Fi 6 (Gig+), 802.11ax 2x2

Peso: 1,5 kg

Dimensioni: 355 x 227 x 15 mm; L x P x A

Surface Book 3 è disponibile su Amazon a partire da 1.849 euro. Il modello entry-level presenta un display da 13,5 pollici con un processore Intel Core i5-1035G7, 8 GB di RAM e un SSD da 256 GB. A confronto, il nuovo MacBook Pro da 13 pollici dotato dello stesso processore viene 1935 euro e presenta il doppio della RAM; l'unica (grande) differenza è la mancanza di un display rimovibile.

La variante del Surface Book 3 da 13,5 pollici con Core i7-1065G7 e 16 GB di RAM costa 450 euro in più.

Il modello che abbiamo esaminato (elencato a destra), ha un costo di 3.100 euro. Più o meno, questo è il prezzo dei portatili per un content creator, ma se non avete bisogno di 32 GB di RAM e vi “accontentate” di 16 GB, come la maggior parte degli utenti, potete risparmiare 500 euro.

(Image credit: Future)

Design

Surface Book 3 è un bellissimo dispositivo in lega di magnesio; presenta una tastiera fantastica e sul pannello posteriore del tablet è inciso il logo Microsoft.

È il prodotto di punta della gamma Surface e si vede. La parte migliore del design di Surface Book 3, tuttavia, è il numero di porte disponibili.

Il “pezzo inferiore” presenta due porte USB 3.1 Gen 2 Tipo A, una porta USB 3.1 Gen 2 Tipo C e una porta Surface Connect, utilizzata per caricare e collegare gli accessori. Il “pezzo superiore” offre un'altra porta Surface Connect e un jack da 3,5 mm ai lati. Un’altra chicca è il lettore di schede SD, uno strumento che ormai di rado si vede sui portatili.

In alto a sinistra, sul bordo superiore del tablet, sono collocati due pulsanti: il più piccolo è il tasto di accensione/blocco, mentre il pulsante lungo è il bilanciere del volume.

Si può rimuovere lo schermo dalla tastiera grazie a un pulsante dedicato posto accanto al tasto Canc. Per fortuna, una rapida pressione accidentale del pulsante non disinnesta il tablet, va infatti tenuto premuto per un paio di secondi fino a quando non viene visualizzato un messaggio sul monitor che indica che il tablet è pronto per essere rimosso.

La solidità del Surface Book 3 in modalità notebook è impressionante. Lo schermo è un po’ traballante, come per qualsiasi 2 in 1, ma a differenza del Samsung Galaxy Book Flex, è ben più saldo. Il fatto che sia stato raggiunto questo risultato con un display rimovibile dimostra l’eccellente lavoro svolto dagli ingegneri Microsoft.

La tastiera è senza dubbio uno dei punti forti del dispositivo ed è di gran lunga una delle più comode che abbiamo mai usato su un portatile. La distanza è corretta e l'attivazione e la corsa rendono l'esperienza di digitazione molto confortevole; peccato per l’assenza di un tastierino numerico. 

Il trackpad è piccolo. Molti comandi possono essere completati con il touchscreen, ma le dimensioni del trackpad non ci hanno convinto. Forse siamo stati viziati dai MacBook Pro e dai Razer Blade, ma Surface Book 3 se la vedrà proprio con questi ultimi, quindi un confronto è d’obbligo. Il trackpad è fluido e reattivo, ma su un prodotto premium si poteva fare di meglio. 

Forse, la componente migliore di Surface Book 3 è il display PixelSense. Abbiamo esaminato il modello da 15 pollici, dotato di uno schermo da 3.240 x 2.160 pixel. Il form factor 3:2 è una manna dal cielo per lavorare, tuttavia durante la visione di video bisognerà venire a patti con delle fastidiose barre nere (quasi tutti i video sono realizzati in formato 16:9).

La luminosità media dello schermo ammonta a 402 nit, inoltre il display copre il 100% dello spazio colore sRGB. Siamo rimasti svegli fino a tardi diverse notti e abbiamo testato il monitor con molti anime: i colori sono riprodotti al meglio.

Purtroppo, non possiamo dire lo stesso degli altoparlanti. Sono adeguati per guardare Netflix o qualche video su YouTube, ma i bassi non sono all'altezza. Ascoltando Sisters of Mercy's This Corrosion, l'iconica linea di basso è quasi impercettibile, anche con il volume al massimo. È un peccato che il colosso di Redmond non abbia aggiunto un subwoofer nella tastiera.

Surface Book 3 è un ampio portatile, ma pesa poco. Il tablet da 15 pollici pesa 800 grammi, ma si collega la tastiera, il peso totale sale a ben 1,9 kg.

La differenza è sorprendente, ma il peso dell’intero notebook è paragonabile a quello di altre soluzioni da 15 pollici del 2020.

(Image credit: Future)

Prestazioni

Benchmark

Ecco i risultati di Microsoft Surface Book 3 nella nostra suite di benchmark:

3DMark Sky Diver: 22.574; Fire Strike: 11.141; 

Time Spy: 4.840

Cinebench R20: 1.697 

Geekbench 5 Single-Core: 1.142; Multi-core: 4.350

PCMark 10 Home: 4.314

Durata batteria PCMark 10: 7 ore 9 minuti

Durata della batteria (test del film TechRadar): 7 ore e 15 minuti

Surface Book 3 soffre la mancanza dei processori Intel della serie H, infatti è dotato di un Intel Core i7-1065G7, che vanta solo 4 core/8 thread e una frequenza massima di 3,9 GHz.

Nei carichi di lavoro pesanti, la CPU non brilla: in Cinebench R20, ha ottenuto 1697 punti, come il Dell XPS 13 (che costa però 700 euro in meno).

L’aumento di prezzo si deve alla presenza di una GPU discreta, la Nvidia GeForce GTX 1660 Ti. La scheda video è sicuramente adatta per il gaming, ma il processore è responsabile di un notevole collo di bottiglia, infatti, in Metro Exodus a 1080p, non si superano i 36 fps. Microsoft afferma che Surface Book 3 sia un’ottima soluzione anche per il gaming, ma non è così. In linea di massima, bisognerà abbassare la risoluzione a 1600 x 900 pixel o in HD per poter beneficiare di un adeguato frame rate.

Il portatile che abbiamo testato disponeva di 32 GB di RAM, una quantità eccessiva per la maggior parte degli utenti. I content creator al contrario ne saranno certamente felici, inoltre tutta questa RAM tornerà utile anche la GTX 1660 Ti durante le operazioni di rendering.

È un peccato che Surface Book 3 sia limitato dal processore. È probabile che includere una CPU prestante avrebbe richiesto una soluzione di raffreddamento più efficiente (e pesante) e che Microsoft abbia preferito puntare sulla portabilità.

Tuttavia, Book 3 è un dispositivo rivolto ai creativi, quindi tale scelta potrebbe ritorcersi contro l’azienda.

(Image credit: Future)

 Autonomia 

Surface Book 3 ospita 2 batterie: una nel tablet e una nella base della tastiera. Microsoft afferma che, quando il monitor è collegato alla tastiera, l’autonomia passa a ben 17,5 ore, ma i nostri test hanno smentito tale affermazione.

Nel test dell’autonomia di PCMark 10, che misura la durata della batteria in una serie di diversi carichi di lavoro come l'elaborazione di testi e le videochiamate, il Surface Book 3 è durato circa 7 ore e 9 minuti, un valore alquanto distante dalle 17 ore promesse.

Nel nostro test, che consiste nella riproduzione continua di un video a 1080p e con la luminosità al 100%, il notebook si è fermato a 7 ore e 15 minuti.

Per farla breve, chi intende trascorrere una giornata lavorativa di 8 ore con Surface Book 3, dovrà portare con sé il caricabatterie o una power-bank. Il display 4K e la GTX 1660 Ti sono la principale causa dei suddetti risultati.

(Image credit: Future)

Software e funzionalità

Uno dei maggiori vantaggi di Surface Book 3 è il supporto completo a Windows 10, privo di bloatware o strani strumenti di aggiornamento. Il tablet presenta anche una webcam predisposta per Windows Hello; purtroppo, il riconoscimento facciale non funziona bene, specialmente per chi indossa gli occhiali o si trucca. 

In un dispositivo di punta come questo e considerato lo spazio vuoto intorno alla tastiera, sarebbe stato bello avere uno scanner di impronte digitali. 

(Image credit: Future)

Compratelo se...

Volete un dispositivo premium

Surface Book 3 non è il 2 in 1 più potente sul mercato, ma è certamente un prodotto premium. La progettazione, la qualità costruttiva, la tastiera rendono questo notebook spettacolare.

Volete un mezzo con cui riprodurre contenuti multimediali

Il display di Surface Book 3 è uno dei migliori sul mercato. La riproduzione di contenuti multimediali vi lascerà a bocca aperta.

Volete creare contenuti multimediali

Grazie all'inclusione di una GPU discreta e molta RAM, Surface Book 3 è un ottimo dispositivo per i content creator. Con un processore Intel Core della serie H avrebbe offerto prestazioni superlative, ma è comunque idoneo a tal scopo.

(Image credit: Future)

Non compratelo se...

Amate i trackpad di grandi dimensioni

Il trackpad di Surface Book 3 è minuscolo; è sufficiente per lavorare, ma in un dispositivo di questo calibro, avremmo preferito uno strumento più ampio.

Avete bisogno di un processore potente

Intel Core i7-1065G7 consente di completare molti carichi di lavoro, inclusi quelli di rendering, ma alcuni professionisti rimarranno delusi durante l’esecuzione di software CPU-dipendenti.

Desiderate ottimi altoparlanti

Se amate ascoltare la musica mentre lavorate, gli altoparlanti di Surface Book 3 vi deluderanno. Sono adeguati per i video su YouTube, ma la mancanza di bassi preclude un’esperienza sonora di qualità.