Skip to main content

Recensione OnePlus Band

Buona la prima

OnePlus Band
(Image: © Aakash Jhaveri)

Il nostro verdetto

OnePlus Band è un buon fitness tracker, il che è notevole considerato che si tratta del primo modello dell’azienda; tuttavia dev’essere ancora perfezionato e solo il tempo e i feedback della community gli permetteranno di competere con i pesi massimi del segmento.

Pro

  • Display nitido e reattivo
  • Bellissimi quadranti
  • Monitoraggio dell’ossigeno nel sangue, IP68

Contro

  • Base di ricarica scomoda
  • Autonomia
  • Il nostro schermo è già graffiato

TechRadar Verdict

OnePlus Band è un buon fitness tracker, il che è notevole considerato che si tratta del primo modello dell’azienda; tuttavia dev’essere ancora perfezionato e solo il tempo e i feedback della community gli permetteranno di competere con i pesi massimi del segmento.

Pros

  • + Display nitido e reattivo
  • + Bellissimi quadranti
  • + Monitoraggio dell’ossigeno nel sangue, IP68
  • +

Cons

  • - Base di ricarica scomoda
  • - Autonomia
  • - Il nostro schermo è già graffiato
  • -

A inizio 2021, OnePlus ha annunciato il suo debutto nel mercato dei fitness tracker economici. Non siamo sorpresi, molti produttori di smartphone si sono avventurati in questo settore al fine di creare un ecosistema più grande.

Nel 2020, OnePlus ha allargato la propria influenza proponendo smartphone di fascia media, come OnePlus Nord e N10 5G, nonché auricolari true wireless, OnePlus Buds e Buds Z.

Il prossimo pezzo del puzzle sono i dispositivi indossabili: il colosso cinese ha introdotto la OnePlus Band e presto presenterà anche uno smartwatch.

Detto ciò, l’azienda si è avventurata in acque sconosciute e in cui la concorrenza è agguerrita: Xiaomi, Realme e Amazfit producono wearable da anni.

OnePlus Band è certamente un buon fitness tracker, ma l’azienda ha commesso “errori da principianti” che ne minano le potenzialità.

Il dispositivo presenta un display AMOLED abbastanza nitido che offre colori vivaci e neri perfetti; l'interfaccia è piuttosto fluida e reattiva, ma occorre del tempo per padroneggiarla, soprattutto se siete abituati ai sistemi operativi di altri fitness tracker; il design è abbastanza ricercato da permettergli di risaltare in un mercato pieno di “cloni”.

OnePlus Band offre anche un discreto numero di modalità di monitoraggio degli esercizi, oltre al monitoraggio sonno, della frequenza cardiaca e dei livelli di saturazione dell’ossigeno nel sangue; vanta anche la classificazione IP68, quindi potete indossarlo anche in piscina o al mare.

Detto questo, pecca nei fondamentali: la registrazione e la presentazione dei dati non sono complete, inoltre la durata della batteria è nella media. Peggio ancora, il display non sembra essere così resistente ai graffi: la nostra unità si è danneggiata nei primi giorni di test.

Come fitness tracker di base, OnePlus Band è sicuramente utile, ma questo è quanto. Non possiamo consigliarla poiché la concorrenza fa meglio: Xiaomi Mi Smart Band 5 ha lo stesso prezzo, ma è molto più performante. 

Disponibilità e prezzo

OnePlus Band è stata distribuita in India l'11 gennaio 2021 alla modica cifra di 2.499 Rs (circa 30 euro); il pacchetto include la fascia nera e un caricabatterie. I cinturini di ricambio (Navy o Tangerine Grey) costano 399 Rs (circa 5 euro).

A quel prezzo, se la dovrà vedere con dispositivi del calibro di Xiaomi Mi Band 5, Realme Band, Honor Band 5 e Samsung Galaxy Fit 2, che hanno visto una crescita significativa nell'ultimo anno. 

Design e display

  • Pesa 22,6 grammi
  • Certificazione IP68 + 5 ATM
  • Touchscreen AMOLED da 1,1 pollici
Immagine 1 di 3

OnePlus Band

(Image credit: Aakash Jhaveri)
Immagine 2 di 3

OnePlus Band

(Image credit: Aakash Jhaveri)
Immagine 3 di 3

OnePlus Band

(Image credit: Aakash Jhaveri)

Come la maggior parte dei fitness tracker, OnePlus Band presenta un design semplice: un tracker a forma di capsula ospitato in un cinturino di silicone; questo minimalismo lascia poco spazio all’originalità.

Dal punto di vista dell’hardware, sembra una Oppo Band rinominata (prodotto presentato a giugno 2020), ma dal momento che non è mai uscito dalla Cina, è irrilevante.

Il modulo ha un display AMOLED da 1,1 pollici (proporzioni 21:9) con il logo dell’azienda sulla cornice inferiore; il marchio non è così visibile come suggeriscono le foto. Il corpo del tracker è rettangolare e presenta bordi arrotondati; è più corto rispetto alla maggior parte degli altri moduli. Sul retro è collocato il sensore della frequenza cardiaca, il saturimetro e i pin per la ricarica.

La nostra unità si è danneggiata rapidamente: lo schermo si è graffiato dopo che ci è caduto di mano sull'erba da un’altezza e su una superficie che non avrebbero dovuto causare problemi. La resistenza ai graffi non è soddisfacente, quindi fate molta attenzione.

Il cinturino è in silicone ed è abbastanza facile da togliere per il lavaggio o la ricarica; la sua parte esterna ha delle creste che vanno dall'alto verso il basso e che gli donano un tocco di stile; è possibile regolarne la lunghezza grazie alla fibbia. Tutti i cinturini originali hanno una finitura bicolore, la nostra variante era grigia sulla faccia interna e nera su quella esterna.

Non abbiamo avuto problemi a usarlo anche all'aperto grazie all'elevata luminosità, inoltre lo scorrimento dei contenuti è molto fluido, il che non è qualcosa che vediamo spesso sui modelli economici.

Se volete un fitness tracker il cui design si distingua, OnePlus Band farà al caso vostro: ha un design leggermente più ricercato ed è facile da abbinare alla maggior parte dei vestiti. Il prodotto è anche classificato IP68, quindi è resistente all'acqua e alla polvere (è adatto per il nuoto).

Nel complesso, apprezziamo il design di OnePlus Band, poiché coniuga semplicità e raffinatezza; pesa circa 23 grammi, per cui dimenticherete di averla al polso.

Software

  • Interfaccia utente non intuitiva
  • I quadranti originali sono fantastici
Immagine 1 di 2

OnePlus Band

(Image credit: Aakash Jhaveri)
Immagine 2 di 2

OnePlus Band

(Image credit: Aakash Jhaveri)

Non è solo l'hardware con cui OnePlus gioca al sicuro, poiché anche il software è piuttosto semplice. Non c'è alcun pulsante capacitivo sul modulo, quindi occorre usare il touchscreen per la navigazione e i controlli.

I fitness tracker non sono progettati al fine di sostituire gli smartphone, come gli smartwatch, ed è per questo che costano molto meno.

Scorrendo verso sinistra o destra dalla schermata principale si alterneranno i diversi quadranti e di conseguenza le app. Non apprezziamo molto questo approccio poiché complica l’uso del dispositivo e può portare a diversi input errati, tuttavia è molto funzionale. Un totale di 37 quadranti sono attualmente disponibili fra sportivi, artistici, vivaci, ecc; sebbene la selezione sia ridotta, i design sono belli e moderni. Detto questo, quelli della categoria classica creano confusione e non siamo ancora stati in grado di capire come leggere l'ora su di essi; potete anche selezionare uno sfondo dalla galleria immagini dello smartphone.

Lo scorrimento verticale porta a diverse app e funzioni (la selezione e l'ordine delle app possono anche essere personalizzati) che includono i dati relativi ai progressi, gli allenamenti, la frequenza cardiaca, la concentrazione dell’ossigeno nel sangue, il monitoraggio del sonno, la respirazione guidata, il meteo, gli strumenti e le notifiche.

Uno scorrimento verso destra porta alla schermata precedente, mentre una pressione prolungata alla schermata principale. Inutile dire che OnePlus Band non segue i gesti di navigazione standard.

Infine, toccando in qualsiasi momento la schermata principale verrà visualizzata l’ora, lo stato della connettività Bluetooth e il livello della batteria; non è possibile interagire con questi, ma solo visualizzarli.

È possibile scegliere quali app devono inviare notifiche dallo smartphone al fitness tracker. Le notifiche sono ottimizzate e visualizzano molte informazioni, che si tratti di un messaggio WhatsApp o di un'e-mail. Peccato che le emoji non siano supportate. Infine, il dispositivo supporta anche i controlli di riproduzione multimediale e l'otturatore della fotocamera (dello smartphone).

Fitness

  • 13 modalità sportive
  • Monitoraggio della frequenza cardiaca e dell’ossigeno nel sangue
  • Nessun monitoraggio dello stress o dei cicli mestruali
Immagine 1 di 3

OnePlus Band

(Image credit: Aakash Jhaveri)
Immagine 2 di 3

OnePlus Band

(Image credit: Aakash Jhaveri)
Immagine 3 di 3

OnePlus Band

(Image credit: Aakash Jhaveri)

Se la salute e il fitness sono diventati una parte importante del vostro stile di vita, un fitness tracker potrebbe tornarvi utile.

OnePlus Band supporta 13 modalità di esercizio dedicate: corsa all'aperto, corsa al coperto, corsetta brucia-grassi, camminata all'aperto, ciclismo all'aperto, ciclismo indoor, ellittica, vogatore, cricket, badminton, nuoto, yoga ed esercizi a corpo libero. A prima vista sembra una grande lista, ma molti di loro sono simili o si sovrappongono.

Le routine più complesse sono precedute da una piccola spiegazione e da suggerimenti per ottenere il massimo dall’allenamento. Una volta avviata, la fascia mostrerà la frequenza cardiaca, la durata e alcune altre metriche specifiche per determinati allenamenti.

Ad esempio, durante la corsa brucia-grassi, il dispositivo potrebbe chiedervi di accelerare il passo per portare il battito cardiaco nel range migliore per bruciare lipidi, il che è molto utile per i principianti. Avremmo gradito altre modalità di allenamento come il calcio, l'allenamento della forza e l'HIIT (High Intensity Interval Training).

Oltre agli allenamenti, OnePlus Band monitora continuamente lo stato di salute dell’utente: ad esempio, il monitoraggio del battito cardiaco può essere impostato per acquisire letture costantemente (ogni secondo o una volta ogni sei minuti); abbiamo riscontrato che le letture sono abbastanza precise sia nei periodi di riposo che di lavoro.

L'altra grande caratteristica è il monitoraggio dell’ossigeno nel sangue, una funzionalità rara in questo segmento; le letture possono essere eseguite mentre dormite o manualmente (occorre rimanere immobili per circa mezzo minuto).

La nostra saturazione di ossigeno nel sangue era quasi sempre nell'intervallo di sicurezza (oltre il 95%), quindi non sappiamo se il dispositivo sia così preciso.

C'è anche il monitoraggio del sonno che si è rivelato molto preciso e dettagliato: ogni mattina riceverete informazioni sulla quantità di sonno totale, nonché dati sul sonno leggero e profondo. L'app può mostrare la segmentazione in modo molto più dettagliato, insieme a suggerimenti specifici su come migliorare il punteggio di qualità del sonno.

Ci è piaciuto anche l'approccio adottato per gli esercizi di respirazione; insieme ai segnali visivi sullo schermo, la band supporta anche la vibrazione per alternare tra inspirazione ed espirazione (in modo da tenere gli occhi chiusi).

Nel complesso, OnePlus Band ha ampie capacità di tracciamento e con una precisione adeguata sia per principianti che per appassionati. L'app consente di usare il GPS dello smartphone per corse o passeggiate, oltre a controllare i progressi e l'attività quotidiana come passi, calorie bruciate, tempo di allenamento e sessioni di attività.

App complementare OnePlus

  • OnePlus Health
  • Supporto iOS in arrivo
  • Interfaccia intuitiva

OnePlus Band

(Image credit: Aakash Jhaveri)

Ogni fitness tracker dispone di un’app complementare per valutare in dettaglio i dati raccolti dal “braccialetto”.

OnePlus Band può essere collegata a qualsiasi dispositivo Android tramite l'app OnePlus Health, mentre il supporto per iOS sarà presto disponibile. Su Android, l'associazione e la configurazione iniziale sono stati semplici e veloci.

L’app è divisa in tre sezioni principali: salute, fitness e gestione. La sezione salute mostrerà i dati principali a colpo d'occhio insieme a dettagli su frequenza cardiaca, sonno, SpO2 e allenamenti.

La scheda fitness consente alla fascia di sfruttare il GPS dello smartphone per monitorare passeggiate e corse; potete anche impostare obiettivi come distanza, durata e calorie per ogni sessione.

La schermata di gestione è per tutte le principali modifiche come la scelta del quadrante dell'orologio, l'impostazione delle preferenze, il controllo degli aggiornamenti, ecc; è una schermata che consente di personalizzare facilmente OnePlus Band. Ci è piaciuta l'inclusione dell'opzione per sincronizzare le notifiche dello smartphone con il semplice tocco di un pulsante, per rimuovere rapidamente gli avvisi meno recenti, ecc.

(Image credit: Future)

L'app OnePlus Health è ben congegnata: tutte le impostazioni sono facili da trovare e attivare. Questa è per la maggior parte una buona cosa, ma significa che molti dettagli sono stati esclusi.

È improbabile che gli utenti medi abbiano problemi, ma ci sono alcune omissioni evidenti come il monitoraggio dello stress e il monitoraggio del ciclo mestruale. Poiché non richiedono hardware dedicato, ci auguriamo che gli aggiornamenti software possano aggiungere queste funzionalità.

Le app della concorrenza possono sembrare caotiche a prima vista, ma sono più dettagliate.

Autonomia

  • Batteria da 100 mAh
  • 7-10 giorni di autonomia
Immagine 1 di 2

OnePlus Band

(Image credit: Aakash Jhaveri)
Immagine 2 di 2

OnePlus Band

(Image credit: Aakash Jhaveri)

OnePlus afferma che il suo fitness tracker possa durare fino a 14 giorni con una singola carica. Nei nostri test, il dispositivo non è mai durato più di 10 giorni, in uso misto. Ogni giorno, la carica è diminuita del 10-15%, con le notifiche attivate per la maggior parte delle app e un intervallo di 6 minuti tra le letture del polso. La batteria è nella media, ma Mi Band 5 lo batte facilmente con oltre 10 giorni di autonomia.

Per la ricarica, occorre estrarre il tracker e inserirlo nella base di ricarica inclusa. Non è male, ma avere un connettore magnetico che si allinea automaticamente ai pin senza dover rimuovere il modulo dal cinturino sarebbe stato molto più comodo.

Poco importa, in quanto lo si ricarica circa una volta a settimana.

OnePlus Band vs Xiaomi Mi Band 5 

Immagine 1 di 2

OnePlus Band

(Image credit: Aakash Jhaveri)
Immagine 2 di 2

OnePlus Band

(Image credit: Aakash Jhaveri)

Come avrete capito dalla nostra recensione, Xiaomi Mi Smart Band 5 offre un'esperienza migliore in molti ambiti, sebbene di poco. Considerato che OnePlus Band ha lo stesso prezzo, è difficile consigliarla, soprattutto per via di alcune funzionalità assenti e della natura “work in progress” del prodotto.

OnePlus Band batte la concorrenza solo nel design, infatti Mi Band 5 ha un'app migliore, più funzionalità, una maggiore durata della batteria e una vasta libreria di quadranti e accessori di terze parti.

Vale la pena acquistare OnePlus Band?

Immagine 1 di 3

OnePlus Band

(Image credit: Aakash Jhaveri)
Immagine 2 di 3

OnePlus Band

(Image credit: Aakash Jhaveri)
Immagine 3 di 3

OnePlus Band

(Image credit: Aakash Jhaveri)

Compratela se...

Non vi piace Xiaomi Mi Band 5 

Xiaomi Mi Band 5 è il nostro fitness tracker preferito, ma se non ne apprezzate il design o non è disponibile nel vostro Paese, OnePlus Band è un'alternativa interessante.

State cercando un wearable semplice ed economico

OnePlus Band fa meno cose, ma le fa bene. Se le omissioni menzionate non sono un problema per voi e date priorità alla semplicità d’uso, vi troverete bene.

Volete controllare rapidamente le notifiche

OnePlus Band è stata ottimizzata per mostrare più testo sullo schermo e in modo tempestivo. Di solito, dobbiamo accontentarci di circa mezza riga di testo, ma non qui.

Immagine 1 di 2

OnePlus Band

(Image credit: Aakash Jhaveri)
Immagine 2 di 2

OnePlus Band

(Image credit: Aakash Jhaveri)

Non compratela se...

Volete un’autonomia al top

OnePlus Band dura circa una settimana con un uso moderato, non è dunque la migliore in questo aspetto; anche la ricarica è un po’ scomoda.

Volete un monitoraggio della forma fisica completo

La concorrenza monta lo stesso hardware e offre più funzionalità e una migliore spiegazione delle metriche registrate.

Siete spesso distratti

Il nostro cinturino OnePlus si è graffiato in meno di una settimana; anche se non possiamo commentare la durata a lungo termine, non siamo troppo ottimisti.