Skip to main content

Recensione Nokia 9 PureView

Un camera phone ambizioso, ma con caratteristiche di fascia media

Nokia 9 PureView
Image credit: TechRadar
(Image: © TechRadar)

Image credit: TechRadar

Image credit: TechRadar (Image credit: TechRadar)

 Camera 

 La fotocamera è l’unica ragione plausibile per acquistare Nokia 9 PureView. Se volete subito un nostro parere eccovelo: la configurazione a cinque fotocamere non permette di ottenere fotografie migliori a quelle scattate dai modelli top. Ma permette di superare i  modelli di fascia medio-alta e la possibilità di esportarle in formato RAW/DNG consente all’appassionato di fotografia di ottimizzare le immagini in post-produzione.

Ma per il fotografo della domenica non ci sono particolari ragioni per sceglierlo.

Ma entriamo nei particolari: solo due delle cinque fotocamere posteriori da 12MP f/1.8 sono a colori (quella centrale e quella in posizione medio-bassa). Mentre quelle che si trovano in alto, in basso a destra e in basso a sinistra sono tutte monocromatiche e hanno il solo scopo di ottimizzare i risultati delle altre due catturando una maggiore profondità di campo e colori più naturali. Risultato ottenuto, ma solo fino a un certo punto. 

Immagine 1 di 5

Image credit: TechRadar

Image credit: TechRadar (Image credit: TechRadar)

Nokia 9 PureView

Un'immagine presa con il Nokia 9 PureView, senza editing.

Immagine 2 di 5

Image credit: TechRadar

Image credit: TechRadar (Image credit: TechRadar)

Google Pixel 3 XL

La stessa immagine con uno dei nostri favoriti, il Google Pixel 3 XL. Si possono notare i colori più caldi e luminosi. 

Immagine 3 di 5

Image credit: TechRadar

Image credit: TechRadar (Image credit: Image credit: TechRadar)

Huawei P30 Pro

Questa invece è stata fatta con un Huawei P30 Pro, ottimo lo sfondo anche se alcuni punti "sparano" causa riflessi

Immagine 4 di 5

Image credit: TechRadar

Image credit: TechRadar (Image credit: TechRadar)

Samsung Galaxy S10 Plus

Questa invece è stata scattata con un Samsung Galaxy S10 Plus. Bene la definizione della camicia e lo sfondo, meno bene la pelle. 

Immagine 5 di 5

Image credit: TechRadar

Image credit: TechRadar (Image credit: TechRadar)

OnePlus 6T

OnePlus 6T ha un ottimo rapporto qualità-prezzo anche se non restituisce molti dettagli come gli altri modelli. 

In pratica, senza ritocchi successivi le foto tendono ad essere più scure e meno vibranti di quelle riprese con smartphone top di gamma. Certo, i dettagli sono impressionanti, ma poi anche solo un riflesso può rovinare tutto. Gli scatti diurni sono generalmente realistici a livello di colori, ma i risultati possono variare molto da uno scatto all’altro costringendoci a effettuarne diversi per ottenere l’immagine giusta per noi.

Quello che è strano, e anche scocciante, è che non si notano problemi fino a quando non si paragonano le stesse immagini tra vari terminali. Lo schermo più brillante della media di Nokia 9 può far sembrare le immagini più sature di quanto in realtà non siano.

Immagine 1 di 5

Image credit: TechRadar

Image credit: TechRadar (Image credit: TechRadar)

Nokia 9 PureView

Ed ecco dove Nokia 9 PureView brilla: anche se il soggetto principale non è perfettamente illuminato, i dettagli degli edifici sul retro sono perfetti. Anche se nel complesso l’immagine risulta un po’ vaporosa. Bisogna poi anche notare l’effetto sfocatura che in alcuni scatti risulta più presente.

Immagine 2 di 5

Image credit: TechRadar

Image credit: TechRadar (Image credit: TechRadar)

Huawei P30 Pro

Huawei P30 Pro è tra i nostri camera phone preferiti, ma anche qui il soggetto principale risulta poco illuminato. Bene gli edifici sullo sfondo.

Immagine 3 di 5

Image credit: TechRadar

Image credit: TechRadar (Image credit: Image credit: TechRadar)

Google Pixel 3 XL

Google Pixel 3 XL è un altro dei nostri preferiti. Il soggetto principale è ben illuminato anche se i colori sono un po’ slavati. (la camicia è più blu in altri scatti). Buoni i dettagli sullo sfondo e tutte le figure sono a fuoco. 

Immagine 4 di 5

Image credit: TechRadar

Image credit: TechRadar (Image credit: TechRadar)

Samsung Galaxy S10 Plus

Con Samsung Galaxy S10 Plus il soggetto principale risulta poco illuminato ma gli edifici sullo sfondo sono ricchi di dettagli. 

Immagine 5 di 5

Image credit: TechRadar

Image credit: TechRadar (Image credit: TechRadar)

OnePlus 6T

OnePlus 6T ci piace per l’ottimo rapporto qualità-prezzo. Anche con questa foto, pur con i soliti limiti della figura principale, raccoglie bene i dettagli sullo sfondo. Colori poco saturi. 

Come era facilmente pensabile i risultati di foto in interni sono ottimi: vengono catturati dettagli e particolari che anche altri modelli top tralasciano. Peccato solo per la poca nitidezza complessiva.

Immagine 1 di 3

Image credit: TechRadar

Image credit: TechRadar (Image credit: TechRadar)

Nokia 9 PureView

Ottimi gli scatti in bianco e nero per Nokia 9 PureView, anche se risultano leggermente troppo scuri e richiedono modifiche successive. Ottima la qualità del contrasto tra pantaloni, camicia e  tavolino. Migliore anche rispetto alla concorrenza. 

Immagine 2 di 3

Image credit: TechRadar

Image credit: TechRadar (Image credit: TechRadar)

Huawei P30 Pro

Huawei P30 Pro è al momento il nostro camera phone preferito. Questo scatto monocromatico è stato ottenuto con un filtro in bianco e nero e risulta più gradevole rispetto a quello di Nokia 9 prima di eventuali correzioni.

Immagine 3 di 3

Image credit: TechRadar

Image credit: TechRadar (Image credit: TechRadar)

Huawei Mate 20 Pro

La fotocamera di Huawei Mate 20 Pro non è all’altezza di quella di P30 Pro, ma ottiene comunque risultati superiori alla media di altri modelli.

In definitiva Nokia 9 ha le potenzialità di surclassare tutti gli avversari negli scatti monocromatici grazie alla presenza di una lente per il bianco e nero. Occorre solo un lavoro di correzione per compensare le tonalità troppo scure.

Image credit: TechRadar

Image credit: TechRadar (Image credit: TechRadar)

La fotocamera anteriore da 20MP ha invece il problema opposto: scatti nitidi ma con fatica a gestire più livelli di luce. Gli sfondi chiari tendono a essere poco definiti.