Skip to main content

Recensione Nikon D7500

La miglior Reflex Nikon per appassionati ad un ottimo prezzo

Prestazioni 

  • Scatto a raffica da 8 fps 
  • Sensore di misurazione da 180K pixel 
  • Durata della batteria di 950 scatti 

Dopo l’avvento delle mirrorless anche Nikon ha dovuto aumentare lo scatto a raffica delle reflex, per essere un minimo competitiva, infatti la D7500 arriva fino a 8 fps, che per un sistema APS-C e in rapporto  alla concorrenza, rimangono ancora sottotono.

Aiutata dal nuovo processore di immagini EXPEED 5, la D7500 può scattare una raffica di 50 file raw prima che il buffer si saturi, un netto miglioramento rispetto ai 18 file raw della D7200 a 6 fps, e tutto sommato un buon valore per una reflex di fascia medio alta.

The D7500's metering system performs very well

Come abbiamo accennato, la D7500 ha ereditato il sensore RGB da 180.000 pixel della D5 e D500, che gestisce la misurazione e il bilanciamento del bianco, oltre a informare il sistema di riconoscimento automatico delle scene per contribuire a migliorare la messa a fuoco automatica, migliorando il rilevamento del soggetto.

Come previsto, il sistema di misurazione funziona molto bene, offrendo costantemente esposizioni corrette, anche il bilanciamento del bianco automatico fa un buon lavoro.

È stata aggiunta una nuova batteria, la EN-EL15a che riesce a garantire fino a 950 scatti prima di scaricarsi completamente. Ovviamente rispetto a tutte le mirrorless presenti ora sul mercato, è un risultato stupefacente, ma è normale dato che i due sistemi sono totalmente differenti e le reflex richiedono molta meno energia. La durata della batteria risulta diminuita rispetto ai 1100 scatti della precedente versione, ma il nuovo processore d'immagine EXPEED 5 è decisamente più potente e consuma più energia.

Qualità dell’immagine 

  • ISO 100-51.200, espandibile da 50 fino a 1.640.000 
  • Impressionante gamma dinamica
  • Buona resistenza al rumore 

Con lo stesso sensore della favolosa D500, i risultati della Nikon D7500 sono come previsto eccellenti.

Ha meno pixel delle altre fotocamere reflex di Nikon, che vantano prezzi più bassi, però è un buon compromesso se si ha la necessità di scattare a dei valori ISO più alti, poiché ha una maggiore resistenza al rumore.

Don't be put off by the D7500 having 'only' a 20.9MP resolution – there's still plenty of detail

Questo dettaglio emerge quando si osserva la gamma ISO rivedendo le foto. Gli scatti effettuati con il valore più basso di ISO, mostrano eccellenti livelli di dettaglio e rumore praticamente assente, ma la fotocamera inizia dare il meglio di sé, quando aumenta il valore ISO.

La macchina inizia a perdere dettaglio quando si superano ISO 6400, mentre se ci si spinge a ISO 12800 compare del rumore cromatico (che si può togliere in fase di post produzione), ma i file rimangono ancora recuperabili.

Immagine 1 di 5

The Auto White Balance is very good, while colors have a nice punch

The Auto White Balance is very good, while colors have a nice punch

Click here to see the full-size image

Immagine 2 di 5

Don't be put off by the D7500 having 'only' a 20.9MP resolution – there's still plenty of detail

Don't be put off by the D7500 having 'only' a 20.9MP resolution – there's still plenty of detail

Click here to see the full-size image

Immagine 3 di 5

At ISO100 JPEG files look very clean

At ISO100 JPEG files look very clean

Click here to see the full-size image

Immagine 4 di 5

Further up the D7500's sensitivity range, at ISO6400, results still look very good

Further up the D7500's sensitivity range, at ISO6400, results still look very good

Click here to see the full-size image

Immagine 5 di 5

Even at the highest native setting of ISO51,200, image quality holds up very well

Even at the highest native setting of ISO51,200, image quality holds up very well

Click here to see the full-size image 

Come ci si aspetterebbe, il rumore di luminanza (simile alla grana) diventa più pronunciato a ISO 25.600 e ISO 51.200, ma i risultati sono ancora molto buoni, soprattutto per la fascia di prezzo di questa fotocamera, che ricordiamo, è di fascia medio alta e non è destinata a un pubblico di professionisti.

Una volta che si superano i limiti delle sensibilità native, la qualità peggiora drasticamente. Detto questo, i risultati in Hi1 (ISO 102.400) sono in realtà abbastanza buoni per un valore così alto, ma le immagini scattate in Hi2 (ISO 204.800) risultano inutilizzabili e presentano evidenti artefatti, rumore di crominanza e luminanza.

Anche la gamma dinamica è impressionante. È possibile recuperare i dettagli delle ombre in uno scatto sottoesposto, fino a cinque stop, anche se è un recupero molto spinto, l’immagine risulta comunque utilizzabile e non perde molti dettagli.