Skip to main content

LG G8X ThinQ Recensione

Due schermi sono meglio di uno

LG G8X review
(Image: © Future)

Il nostro verdetto

LG G8X ha uno stile unico ed è un'alternativa “economica” ai modelli pieghevoli per gli acquirenti attenti al budget. Sebbene il dispositivo principale abbia delle pecche, è comunque dotato del potente Soc Snapdragon 855; l’acquisto, però, dipende da quanto il consumatore desidera un secondo display.

Pro

  • Prezzo
  • Prestazioni gaming
  • Doppio schermo

Contro

  • Software non ottimizzato
  • Sensore di impronte digitali
  • Funzionalità multischermo limitate

Introduzione

LG G8X, a rigor di termini, è una variante di metà anno di LG G8 che ha specifiche rispettabili per il suo prezzo, ma è un po' carente nella fotocamera rispetto ai rivali OnePlus 7T Pro, iPhone 11 o Samsung Galaxy S10e.

Il Dual Screen LG, fornito in dotazione con LG G8X, offre un'alternativa economica ai costosi pieghevoli del momento, Samsung Galaxy Fold e Huawei Mate X.

Ha i suoi problemi: il software non è ottimizzato, il sensore di impronte digitali sul display non è affidabile e il microschermo esterno da due pollici lascia molto a desiderare, ma la combinazione di questi due dispositivi è conveniente e fa il proprio dovere.

Se cercate un prodotto con due schermi e a buon mercato, LG G8X è un'ottima scelta. Detto questo, non aspettatevi un dispositivo rivoluzionario o che dispone delle ultime funzioni presenti sugli altri modelli pieghevoli.

Il display anteriore del Dual Screen, ad esempio, è piccolo e monocromatico, quindi non potete visualizzare rapidamente i testi o trovare la vostra posizione su Google Maps, cosa che potreste fare su un Samsung Galaxy Fold chiuso. Dovrete perdere tempo per aprire lo schermo G8X Dual, operazione piuttosto fastidiosa dato l’inadeguato scanner per le impronte digitali. Va tenuto a due mani una volta aperto e, a dirla tutta, ricorda un Nintendo 3DS ma con schermi di uguale grandezza.

LG G8X review

(Image credit: Future)

Potrete facilmente trasferire file da uno schermo all'altro o trasformare uno dei due display in un controller mentre giocate. LG fornisce dei layout preconfigurati e pronti all’uso, ma potrete anche progettare il vostro gamepad digitale, mappando i tasti e le levette sullo schermo, oltre a ridurre o espandere la superficie di questi ultimi.

Questo è LG G8X in breve: uno smartphone semi-innovativo, robusto, con funzionalità interessanti ma ostacolato in parte dal software anche se questo è in qualche modo mitigato dal suo prezzo competitivo. Per coloro che non sono pronti a investire cifre esorbitanti nella prima generazione di pieghevoli, LG G8X merita una possibilità.

LG G8X recensione

(Image credit: Future)

Disponibilità e prezzo

LG G8X associato a LG Dual Screen, è stato presentato per la prima volta all'IFA 2019 ed è disponibile per €970 su Amazon.

Recensione LG G8X

(Image credit: Future)

Design

LG G8X è simile a LG G8 standard, un elegante “rettangolo” nero con un display delimitato da un bordo metallico lucido e un notch a goccia; c’è un pulsante dedicato per Google Assistant sul lato sinistro, un jack da 3,5 mm e una porta USB-C sul bordo inferiore.

LG Dual Screen presenta un secondo schermo all'interno della custodia: dovrete inserire LG G8X tramite un connettore USB-C maschio e posizionarlo nella struttura metallica; una volta acceso, verrà visualizzato un pulsante sul lato destro del display con cui attivare il secondo schermo.

Gli schermi sono separati da una cerniera, quindi non avrete un singolo schermo esteso. C'è una modalità che visualizza le informazioni su entrambi i display, ma è disponibile solo durante la navigazione con Chrome.

Come abbiamo scritto in precedenza, la cerniera è robusta e può essere aperta a qualsiasi grado di angolazione. La custodia del Dual Screen è in metallo ma rivestita in plastica opaca e protegge i lati e la parte posteriore dello smartphone. Il display anteriore da 2,1 pollici del Dual Screen è protetto dal vetro anteriore e non si nota fino a quando non viene attivato premendo il pulsante di sblocco.

Recensione LG G8X

(Image credit: Future)

Il vetro frontale del Dual Screen è talmente lucido da fungere a mo’ di specchio ed è una calamita per le impronte digitali.

L’altoparlante è montato nella parte inferiore del Dual Screen così come il dock con magnete su cui inserire LG G8X. Ricorda la vecchia soluzione MagSafe della Apple ed ha lo stesso scopo: evitare che i cavi per l’alimentazione si rompano. Purtroppo il magnete è debole e dovrete comunque fare attenzione durante la ricarica.

Recensione LG G8X

(Image credit: Future)

Display

LG G8X ha un display Full HD+ (2340 x 1080) OLED da 6,4 pollici con un rapporto 19,5 : 9, alquanto inferiore rispetto allo schermo QHD+ dell'LG G8. Detto questo, lo schermo è ottimo per visualizzare file multimediali, i neri sono profondi e i colori brillanti.

Il display presente su LG Dual Screen è identico a quello del G8X, con notch a goccia incluso, ma è privo di fotocamera frontale, scelta probabilmente  dovuta ai costi di produzione.

È possibile regolare una luminosità specifica per ciascun display ed eseguire qualsiasi app su entrambi, oltre a poter portare un'app aperta da un display all'altro con un dito.

Il secondo display del Dual Screen, si accende “cliccando” il pulsante grigio a doppia freccia sul lato destro dello schermo del G8X; premendolo una seconda volta si apre un piccolo menu con utili funzioni come lo scambio di app tra i display.

Il G8X include un sensore di impronte digitali incluso nel display, e al momento è... pessimo. Spesso sono necessari dai tre ai quattro tentativi con diverse angolazioni per sbloccarlo, il che può diventare frustrante. Quando riconosce le impronte digitali, lo smartphone si sblocca rapidamente, ma non è chiaro quale angolo preferisca effettivamente il sensore.

Recensione LG G8X

(Image credit: Future)

Uno smartphone a due schermi nell’uso quotidiano

Benvenuti nella sezione più importante dell'intera recensione. Tirando le somme, è divertente usare uno smartphone a doppio schermo? Sì, decisamente. I pro superano i contro.

Proprio come i pieghevoli, è conveniente avere più display. Se vi piace usare il telefono per guardare video, è bello avere uno schermo separato per guardare i post su Twitter o leggere un testo. Al contempo la struttura Dual Screen non è troppo ingombrante o scomoda da maneggiare.

Per assurdo,  G8X e il Dual Screen traggono vantaggio dal fatto di non avere una tecnologia avanzata quanto gli altri pieghevoli in commercio. A differenza della complessa configurazione multi-app-in-one proposta da Samsung su Galaxy Fold, la configurazione di LG è semplice: due schermi interconnessi e facili da gestire, senza artefatti visivi o problemi d’interfaccia.

Non è un'interfaccia perfetta, intendiamoci: presenta diversi bug e gli scambi tra i due schermi non vanno sempre a buon fine. Il controller del secondo display può diventare instabile: dovrete fare i conti con l'interfaccia utente quando creerete un controller personalizzato, poiché non sarà compatibile su tutti i videogame.

Recensione LG G8X

(Image credit: Future)

Ad esempio, Call of Duty Mobile non ha risposto bene ai comandi quando ci muovevamo, miravamo e sparavamo allo stesso tempo, probabilmente perché il gioco stesso è stato ottimizzato per combinare alcune funzionalità (fuoco e mira) in un solo tasto.

Ma a parte questo, è piacevole giocare e avere l'intero schermo libero dalle proprie dita. Ci sono anche una manciata di strumenti specifici per il gioco, in un menù a parte, con cui disabilitare gli avvisi, togliere l'audio, acquisire schermate e persino guardare il gioco su YouTube. È alquanto comodo.

Recensione LG G8X

(Image credit: Future)

La visione di contenuti multimediali è ottima su entrambi i display, soprattutto i video. Il suono proveniente dagli altoparlanti (entrambi posti in basso) è buono, ma non eccezionale: Google Pixel 4 è un passo avanti nel comparto audio.

È un peccato che non ci siano delle app che sfruttano entrambi gli schermi; al momento, solo Chrome supporta questa funzionalità, con la sua Wide Mode (che si trova nel menu del pulsante grigio).

C'è un'altra funzione, Extended View, che consente di usare il secondo display come alternativa  per visualizzare foto o aprire collegamenti, ma al momento funziona solo con la Galleria di LG e Naver Whale.

LG G8X e LG Dual Screen hanno un display in vetro, materiale molto più resistente della plastica flessibile utilizzata nel Galaxy Fold, che si riga con una semplice unghia, come indicato da JerryRigEverything in un video. Grazie al design della custodia a doppio schermo, il vetro non verrà danneggiato in caso di caduta. 

Recensione LG G8X

(Image credit: Future)

Fotocamera

LG G8X monta una fotocamera posteriore con un sensore principale da 12 MP f/1.8 e un obiettivo grandangolare da 13 MP f/2,4 con un campo visivo di 136°, offrendo una visuale più ampia rispetto  ai 120° dei top di gamma della concorrenza.

Per quanto riguarda la qualità delle immagini, gli obiettivi posteriori sono discreti; le foto risultano dettagliate alla luce giorno ed è disponibile una valida modalità notturna che compensa la mancanza di nitidezza con colori vividi; purtroppo il rumore è eccessivo e le foto notturne non sono un granché.

Anche la fotocamera frontale da 32 MP offre prestazioni migliori con molta luce ed è dotata di una modalità beauty e di una modalità ritratto raffinata, ma simulata dal software.

Recensione LG G8X

(Image credit: Future)

Gli scatti interni mostrano i punti di forza della fotocamera, anche in condizioni di scarsa illuminazione, e la profondità di campo è particolarmente buona, anche senza modalità ritratto. 

Potete girare video in modalità ritratto, slow-motion, time-lapse, panorama, e così via ma è la modalità manuale che  distingue G8X dai competitor, permettendovi di modificare una ampia gamma di impostazioni fotografiche: velocità dell'otturatore, ISO,  bilanciamento del bianco e persino la messa a fuoco, sia in modalità foto che durante le riprese video.

Mentre  Google Pixel 4 permette di scattare foto con la modalità a doppia esposizione, LG G8X vi consente di regolare l’esposizione nella modalità standard.

LG G8X dispone anche di nuove funzioni come la modalità specchio, che permette di mostrare sul secondo schermo la visuale della fotocamera.

Passando ai video, nell'app della fotocamera è disponibile la modalità video ASMR. Pare che LG abbia accontentato i fan in merito alla possibilità di registrare video durante i concerti, il che richiede un'alta sensibilità per catturare la voce di un artista tra la folla. Questa funzione permette inoltre di catturare stridii, sussurri e inflessioni in un video in stile ASMR.

Recensione LG G8X

(Image credit: Future)

Prestazioni

LG G8X integra un processore Qualcomm Snapdragon 855 e 6 GB di RAM con cui gestisce i due schermi senza problemi, il che è impressionante considerando che ci permette di guardare Netflix su uno schermo e HBO sull'altro. Il telefono ha uno spazio di archiviazione di 128 GB espandibile fino a 2 TB con una scheda microSD.

Ancora più impressionante: il telefono viene fornito con Android 9 Pie pronto all'uso. Sì, dovrete aspettare per le chicche di Android 10 (come la modalità Dark), ma al contempo, questo significa che l’esperienza d’uso non potrà che migliorare in futuro.

LG include la sua solita suite di app essenziali e alcune di queste sono fantastiche, come ad esempio il registratore audio HD che capta l'audio dai microfoni ad entrambe le estremità del dispositivo per riprodurre un suono stereo.

La tastiera può essere visualizzata sul secondo display quando il dispositivo viene ruotato rendendo LG Dual Screen più facile da usare.

Recensione LG G8X

(Image credit: Future)

Autonomia

LG G8X monta una batteria da 4.000 mAh, mentre il secondo display non ha... niente. Proprio così, i due schermi hanno una batteria in comune! Se non altro, l’autonomia è sufficiente per una giornata di normale utilizzo. Ovviamente, se giocherete col secondo schermo, non arriverete a fine serata.

Come accennato in precedenza, LG Dual Screen ha una porta magnetica nella parte inferiore che si aggancia a un connettore (incluso nella confezione) che, a sua volta, si connette ad una porta USB-C. È una soluzione elegante, ma il magnete esercita una forza troppo debole per fare la differenza. La confezione include un caricabatterie per la ricarica rapida.

Compratelo se...

Volete un un pieghevole “economico”

LG G8X e LG Dual Screen sono un ottimo affare a questo prezzo; se i “veri” pieghevoli sono troppo costosi ma siete incuriositi dal doppio schermo per giocare, questa soluzione potrebbe fare al caso vostro.

Giocate molto 

LG G8X ha molti controller digitali preimpostati, avete la possibilità di crearne uno personalizzato e dispone anche di utili strumenti per giocare. Potete persino vedere un video sul secondo schermo mentre state giocando. Non avrete lo stesso feedback di un vero controller, ma è comodo e facile da avviare.

Vi piace guardare i media sullo smartphone

Anche se non userete molto l’LG Dual Screen, la custodia protettiva potrebbe tornarvi utile per posizionare lo schermo alla giusta angolatura.

Non compratelo se…

Volete la vera esperienza pieghevole

Si tratta di un pieghevole economico: LG G8X è un'evoluzione intermedia che presenta alcuni vantaggi dei veri pieghevoli, ma si dimostra carente in termini di schermo e non ha tutte le funzioni offerte dalla concorrenza.

Desiderate un dispositivo di fascia alta più elegante e performante

Sebbene LG G8X sia equipaggiato con uno Snapdragon 855, il miglior Soc del 2019, non è del tutto alla pari con i principali telefoni Samsung o Huawei in termini di RAM o spazio di archiviazione, né offre la stessa esperienza. 

Volete uno smartphone compatto

LG G8X non è il più grande smartphone in circolazione, ma pesa 196 g e se combinato con LG Dual Screen supera i 300 g diventando troppo grande per alcune tasche.

I rivali

(Image credit: Aakash Jhaveri)

Samsung Galaxy Fold

Samsung Galaxy Fold è stato il primo vero pieghevole in vendita al mondo; ha dei difetti come l’autonomia e la fragilità. Il pieghevole di Samsung è enorme, non tanto quando è ripiegato sul suo schermo esterno da 4,6 pollici, ma quando è aperto col suo display interno da 7,3 pollici privo di cerniera. Ecco il futuro. O meglio, il primo grande passo verso il futuro.

Nonostante le raffinatezze, il display in plastica di Galaxy Fold non è ancora robusto come il vetro. Contiene lo stesso chip Snapdragon 855 dell'LG G8X, ma racchiude il doppio della RAM (12 GB) e 512 GB di spazio di archiviazione con una batteria da 4.380 mAh (versione 4G). Surclassa G8X con un totale di 6 obiettivi, ma costa tre volte di più.

Leggi la recensione completa: Samsung Galaxy Fold

Huawei Mate X

(Image credit: Future)

Huawei Mate X

Huawei Mate X è un'alternativa a Galaxy Fold: è un "outie" pieghevole, ma più semplice, con meno fotocamere e un design intrigante caratterizzato da una spessa cornice comoda da impugnare. Mostra anche l'anteprima in caso chiediate a qualcuno di scattarvi una foto.

Quando piegato, lo schermo frontale misura i 6,6 pollici; una volta aperto il display raggiunge gli 8 pollici e senza soluzione di continuità. A seguito dei nostri test, riteniamo che sia un degno avversario per il Galaxy Fold, soprattutto a causa dei  problemi di fragilità del pieghevole Samsung.

Il ban degli USA ne ha complicato la diffusione, ma quando sarà disponibile, per 2400 dollari, costerà da tre a quattro volte il prezzo d iLG G8X e potrebbe non disporre delle feature e dagli aggiornamenti di sicurezza di Android.

Leggi la recensione completa: Huawei Mate X