Skip to main content

Recensione Samsung Galaxy Fold

Il telefono pieghevole che non dovresti comprare

Samsung Galaxy Fold
(Image: © Future)

Il nostro verdetto

Il Samsung Galaxy Fold ha il fattore “WOW”, e offre un formato che nessun altro telefono riesce ad offrire al giorno d’oggi. Effettivamente lo consigliamo solo agli appassionati e a i ragazzi che voglio impressionare i loro coetanei e hanno soldi da buttare. È una meraviglia della tecnologia e ingegneria, con dei limiti tecnici, ma che ci fa sperare in un successore di tutto rispetto.

Pro

  • Fantastico Form Factor
  • Porta il gioco su smartphone a un altro livello
  • La batteria più grande di Samsung

Contro

  • Esageratamente costoso
  • Plastica dello schermo vulnerabile e delicata

Il Samsung Galaxy Fold è lo smartphone più futuristico e lungimirante del 2019. Finalmente, dopo tante premesse sui telefoni pieghevoli, Samsung è riuscita a produrre e commercializzare il primo vero smartphone pieghevole, sì… sul mercato è presente anche il Royale FlexPai, ma non si può ritenere uno smartphone definitivo. Eppure dopo tutta questa innovazione non ce la sentiamo ancora di consigliarvelo.

Ovunque andassimo con il Fold, la gente voleva sapere cosa fosse, come funzionasse e ci chiedeva di provarlo. Mostravamo a tutti come aprendo il telefono si passava dal display da 4.6 pollici al grande schermo  da 7.3 pollici, proprio come un mini tablet.

Rimangono tutti stupiti.

Il secondo punto che lasciava tutti un po’ stupiti era il prezzo, che si attesta a circa il doppio dei migliori smartphone presenti sul mercato; e contando che è un dispositivo pieghevole, le probabilità che si possa rompere sono più alte. Quindi chi lo acquista deve essere pronto a rischiare molto.

Inizialmente Galaxy Fold è stato presentato e inviato ai giornalisti affinché lo provassero, ma a seguito di gravi problemi legati alla rottura del display, Samsung ha ritirato tutte gli esemplari  presenti sul mercato e ha posticipato di ben 5 mesi la data di uscita. 

Durante questo periodo l’azienda è riuscita a migliorare il display e renderlo meno delicato e vulnerabile, ma temiamo ancora che si possano danneggiare i pixel molto facilmente, dato che lo schermo è in plastica e non in vetro come i normali smartphone.

Ma ci sono delle buone notizie: in questo momento lo schermo del nostro Galaxy Fold è ancora perfetto come il giorno in cui lo abbiamo ricevuto (una settimana fa). Al centro del display è facile notare controluce l’alone della piega che si crea quando il dispositivo viene chiuso. 

Il display più grande ha una frequenza di aggiornamento minore e questo piccolo dettaglio risulta molto fastidioso dopo che ci si accorge della sua presenza. È quasi impercettibile in molte situazioni, ma dopo averlo notato, andrete a vederlo e questo vi darà fastidio.

Il Galaxy Fold è il miglior esempio del perchè gli smartphone pieghevoli sono il futuro. Il suo schermo da 7.3 pollici è costruito per la produttività ed è perfetto per chi lavora con lo smartphone. Si ha la possibilità di utilizzare 3 app simultaneamente in multitasking, proprio come se fosse un pc. Modificare le foto sarà un piacere, mostrare delle slide, fogli di calcolo o progetti risulterà molto semplice; e giocare in uno schermo così grande restituirà un’esperienza al top. 

Il suo design da chiuso risulta soddisfacente perché compatto e piccolo e tutti amano e desiderano un telefono piccolo da portare in tasca. Ma il grave problema di quando è chiuso, oltre il suo spessore, è lo schermo frontale: a causa dei bordi molto grossi e alti vi darà una sensazione strana e non vi sentirete a vostro agio, però sarà semplice tenerlo in mano perchè molto stretto e il vetro posteriore non risulterà scivoloso.

Il Galaxy Fold eredita le fotocamere di Galaxy S10 Plus, un vantaggio non da poco, ma abbiamo perso alcune funzionalità per foto e video che sono state aggiunte su Note 10 Plus, non troverete una pennina nascosta nella scocca. 

In questi 5 mesi di ritardo Samsung non si è concentrata sulle fotocamere e sui bordi della parte frontale, ma ha dato più importanza alla resistenza dello schermo pieghevole.

La durata della batteria è stata molto difficile da giudicare. Con i suoi 4.380 mAh, è la batteria più grande prodotta da Samsung, e conferisce al  Galaxy Fold un giorno e mezzo di autonomia. Ovviamente giudicare la batteria di un dispositivo così complesso è molto difficile, infatti durante il secondo test abbiamo usato molto di più lo schermo da 7.3 pollici, e si è spento a fine giornata.

Il Samsung Galaxy Fold ci ha dato la stessa sensazione del primo iPhone, una sensazione di stupore davanti a un passo così grande da parte della tecnologia. In realtà questo è l’unico motivo per cui ha senso spendere €2000 e rischiare. Questo smartphone infatti è destinato a coloro che hanno soldi da buttare o investire, sono amanti della tecnologia e sanno che tra qualche mese finirà nello stesso cassetto dove ci sono i Google Glass e altri gadget tecnologici che sono diventati inutili dopo poco tempo. 

Tutti gli altri dovranno aspettare qualcosa di più economico, resistente e migliorato, che non rischi di rompersi o rovinarsi dopo poco tempo di utilizzo.

Samsung Galaxy Fold

(Image credit: Future)

Samsung Galaxy Fold: disponibilità e prezzo 

  • Il doppio del prezzo di un normale top di gamma: €2,000 
  • Presentato a settembre in USA, UK e Sud Corea 
  • Prenotabile in Italia dal 13 novembre 
  • È stato presentato inizialmente il 26 Aprile 2019 
  • Due colorazioni: Cosmos Black e Space Silver [le colorazioni verde e blu sono state eliminate] 

Il Samsung Galaxy Fold è stato presentato per la seconda volta a settembre e metterci le mani sopra  non è stato per nulla facile. È stato presentato per la prima volta in Corea del Sud il 6 settembre e ha fatto il suo debutto nel Regno Unito il 18 settembre, dove sono state vendute tutti gli esemplari disponibili immediatamente.Samsung ha appena annunciato che sarà possibile acquistare il Galaxy Fold anche in Italia a partire dal 13 novembre con un prezzo di €2050, ma sarà disponibile solo la versione 4G a differenza degli altri stati in cui è disponibile anche il modello con tecnologia 5G.

Il Galaxy Fold è stato presentato il 27 settembre negli Stati uniti, esattamente 5 mesi dopo il la prima data di presentazione , il 26 aprile 2019. Durante questi 5 mesi Samsung ha apportato varie modifiche all’hardware e al software ma nonostante i vari disguidi il prezzo è rimasto invariato: molto alto.Anche se è giustificabile perchè è effettivamente il primo ed unico smartphone pieghevole, anche Huawei ad inizio 2019 ha presentato il suo pieghevole ma poi è scomparsa nell’ombra senza  dare spiegazioni e senza lanciare il prodotto sul mercato.

Il Fold ha un costo di €2050, quasi il doppio di un iPhone 11 Pro.In Italia il 13 novembre inizieranno i pre-ordini sul sito Samsung. Come per gli Stati Uniti, anche in Italia sarà disponibile solo la versione 4G LTE.

Assieme al Galaxy Fold, Samsung fornisce in confezione anche un paio di Galaxy Buds, dando un po’ più di valore alla cifra spesa. Inoltre l’azienda offre il Galaxy Premier Service, un servizio di assistenza dove gli esperti Samsung saranno a disposizione dei clienti 7 giorni su 7 e 24 ore su 24, al numero verde riservato. 

Sarà presente anche un anno di garanzia e nel caso lo schermo si rompa a causa dell’utente, sarà possibile sostituirlo con un costo di €130.

Secondo noi il problema più grande è il prezzo. È difficile giustificare un prezzo così alto per un dispositivo che, pur essendo l’unico sul mercato, estremamente bello, non è stato testato sul campo a lungo termine e tenendolo in mano fa percepire la sensazione che si possa rompere molto facilmente. 

Siamo rimasti un po’ delusi dal fatto che siano presenti solo due colorazioni, Cosmos Black e Space Silver. Le altre due fantastiche colorazioni (Martian Green e Astro Blue) presentate per il primo lancio sono state rimosse dalla line up di Samsung. 

Samsung Galaxy Fold

(Image credit: Future)

Design e Resistenza

Specifiche Galaxy Fold

Peso: 276g
Dimensioni piegato: 62.8 x 160.9 x 17.1 mm
Dimensioni aperto: 117.9 x 160.9 x 7.6 mm
OS: Android 9
Dimensioni display grande: 7.3 pollici
Risoluzione: QXGA+ (2152 x 1536)
Dimensione display esterno: 4.6 pollici
Risoluzione: HD+ (1680 x 720)
CPU: Octa-core
RAM: 12 GB
Memoria: 512 GB
Batteria(4G):  4,380mAh
Batteria(5G):  4,235mAh
Fotocamera frontale chiuso: 10MP
Fotocamera frontale aperto: 10MP + 8MP
Fotocamera posteriore: 16MP + 12MP + 12MP 

L’arrivo del Samsung Galaxy Fold dà la possibilità agli utenti che se lo possono permettere di avere lo smartphone del futuro, con una tecnologia 2 in 1 che riesce a trasformare un normale smartphone in un tablet. Avrete la possibilità di tenere il futuro della telefonia in mano, solo però se la tecnologia dello schermo pieghevole si rivela valida e duratura

Il design del Galaxy Fold è davvero accattivante e ben pensato. Nel lato esterno è presente un piccolo schermo da 4.3 pollici con display in vetro, l’unico neo sono le grandissime cornici che non risultano proprio bellissime. Ma una volta aperto il Fold rivela un display da ben 7.3 pollici di diagonale, che trasforma lo smartphone in un vero e proprio tablet, questo schermo pieghevole in plastica sfrutta la tecnologia che Samsung ha rinominato Infinity Flex Display.

Samsung, per permettere un’efficiente apertura del display fino ai 180 gradi, ha montato una cerniera di bloccaggio che permette sì di aprirlo con facilità, ma senza superare l’angolo massimo di apertura causando danni al dispositivo. In seguito al richiamo, Samsung ha aggiunto elementi in plastica che favoriscono una piegatura corretta e impediscano chegli utenti stacchino il display di plastica pensando sia una pellicola protettiva. 

Aprendo e chiudendo il Fold restituisce una sensazione molto bella.La chiusura si conclude con un soddisfacente click magnetico, come quando chiudi un libro. Avete presente quando si poteva chiudere la chiamata con i vecchi telefoni a conchiglia? Esatto è la stessa sensazione, con una chiusura fisica e un click finale veramente bello, solo che adesso aprendo e chiudendo il Fold probabilmente parlerete attraverso una videochiamata, e non più una normale telefonata.

Il Galaxy Fold  pesa 276g ed è spesso ben 12.1 millimetri, quando è piegato, ma se ci si ferma un attimo a pensare e proprio come mettere due telefoni uno sopra l’altro, ma con meno peso.

Il formato molto slanciato e stretto permette però una manegevolezza molto buona con una sola mano quando è chiuso e, nonostante il suo spessore, sta bene in quasi tutte le tasche dei normali jeans e giubbotti e differenza di altri smartphone che risultano troppo grandi e rompono le tasche o non ci stanno. 

Samsung Galaxy Fold

(Image credit: Future)

Il formato molto slanciato e stretto permette però una manegevolezza molto buona con una sola mano quando è chiuso e, nonostante il suo spessore, sta bene in quasi tutte le tasche dei normali jeans e giubbotti e differenza di altri smartphone che risultano troppo grandi e rompono le tasche o non ci stanno. 

Durante le chiamate darete l’impressione di avere  due telefoni in mano, ma questo non è un vero e proprio problema.

Quando è chiuso i due lati esterni di vetro avvolgono il telefono, il vetro è scivoloso, si sa, però non abbiamo mai sentito l’esigenza di utilizzare la cover in fibra di carbonio che viene data in dotazione. Questo anche grazie alla sua manegevolezza e la possibilità di avere una presa salda e sicura sia quando è chiuso che quando è aperto. La facilità di gestione è una delle cose che ci ha colpito di più durante il nostro test. Tutto il telefono trasmette una sensazione futuristica, mentre la sua scocca compatta (quando è chiuso) ci fa tornare indietro nel tempo, a quando gli smartphone erano ancora piccoli, compatti e facili da tenere in mano.

Apple per tutti gli utenti nostalgici aveva creato l’iPhone SE (special edition), mantenendo la scocca molto piccola e compatta dal 5S ma utilizzando hardware aggiornato.

Se amate gli schermi grandi, ma siete stanchi di trasportare questi mattoni, il Galaxy Fold è lo smartphone più grande e allo stesso tempo più piccolo che abbiamo provato (recentemente).

L’idea di creare un dispositivo pieghevole è nata più di 10 anni fa e Samsung dice di aver fatto migliaia di prototipi prima di arrivare a poter commercializzare il Fold. Se ci si pensa un attimo, anche il Fold stesso presente in commercio può essere definito un prototipo; non è un brutto inizio, infatti può dare nascita ad una vera e proprio rivoluzione nella telefonia.

Immagine 1 di 2

Samsung Galaxy Fold review

(Image credit: Future)
Immagine 2 di 2

Samsung Galaxy Fold

(Image credit: Future)

Schermo 

  • Display principale da 7.3 pollici interno, display da 4.6 pollici esterno 
  • Leggere, giocare, navigare con un schermo da 4.2:3 di rapporto 
  • Molti film possono essere visti in 16:9 
  • Pro: HDR 10+  
  • Contro: frequenza di aggiornamento molta bassa  /  Piega centrale molto accentuata 

Oltre al suo affascinante design di cui abbiamo già parlato, il display principale è impressionante e al primo avvio mostra tutte le avvertenze tecniche e i consigli per evitare di rompere lo schermo in plastica. 

Il display da 7.3 pollici rende la navigazione web molto semplice e piacevole, con uno schermo 1.4 volte più grande del Galaxy Note 10 Plus, mentre i video e i giochi risultano fino al doppio più grandi. Questa è la vera ragione per cui ha senso avere un telefono pieghevole. Ma la  maggior parte dei video è in 16:9 e verranno aggiunte delle bande nere nelle due estremità.

Abbiamo trovato lo schermo intero del Galaxy Fold molto comodo per la lettura e la navigazione grazie al rapporto di 4.2:3. Questo formato è infatti il medesimo dei tradizionali televisori a tubo catodico, che ognuno di noi possedeva fino a 15 anni fa. Tornare indietro ha senso, offre una visione più ampia e permette di ampliare il flusso di lavoro gestendo più finestre simultaneamente con il Multi Active Window. Anche con tre applicazioni aperte il Fold rimaneva fluido e perfettamente utilizzabile.

Samsung nel nuovo Galaxy Fold ha montato un display di tipo HDR 10+, che aumenta notevolmente il rapporto di contrasto e lo rende più luminoso e più visibile anche sotto al sole diretto. Durante la visualizzazione sotto la luce diretta noterete più facilmente il solco dato dalla piega, ma sarà come il notch e vi abituerete presto ad ignorarla.

È un po’ più difficile da ignorare la frequenza di aggiornamento del display che risulta irregolare, in quello interno. Samsung produce i migliori display per smartphone e tablet e questo era un problema che non ci aspettavamo minimamente. Il display esterno, con le cornici  così grandi, strizza l’occhio ai telefoni più vecchi ed obsoleti. Anche se il futuro è il telefono pieghevole, Samsung poteva pensare a questo lato negativo durante alla progettazione. 

Samsung Galaxy Fold

(Image credit: Future)

  • L'ottimizzazione delle app permette di passare da uno schermo all’altro 
  • La Multi Active Window permette di avere fino a 3 app aperte simultaneamente  

L’hardware del Galaxy Fold è importante solo per metà. Il suo software è stato ottimizzato al meglio dai tecnici di Samsung in modo da rendere la transizione tra i vari schermi la più perfetta possibile e questo avviene abbastanza bene anche grazie ad una caratteristica chiamata Continuity App.

La caratteristica di Apps Continuity ci ha permesso di navigare su Chrome, usare Google Maps e altre app mentre camminavamo con il telefono piegato. Poi  nel momento in cui andavamo ad aprire lo schermo principale, le app venivano trasferite senza problemi, permettendo di continuare l’utilizzo senza crash, rallentamente o ulteriori complicazioni.

Se si effettua il processo contrario, ovvero si chiude lo smartphone, le app continuano a funzionare in maniera ottimale ma bisogna abilitare un sottomenù per lasciare le applicazioni aperte nella parte bassa del display. App Continuity ci ha permesso di chiudere lo smartphone e continuare a visualizzare le chat di Slack e la cartina su Google Maps. in qualsiasi caso il display esterno permette di fare tutte le operazioni senza dover aprire per forza il telefono.

Samsung dichiara che le possibilità di utilizzo con il Multi Active Window sono infinite. Questo è vero ma rimane comunque il limite di 3 applicazioni aperte quindi non si può definire infinito in tutti i sensi. Lo abbiamo provato a fondo con un foglio di Excel nella parte più grande, nella parte alta una chiamata su Hangout e nella parte bassa la chat di lavoro su Slack e, anche se in alcune situazioni risultava un po’ limitante e angusto, ci siamo trovati bene.

Purtroppo ancora non tutte le applicazioni sono state ottimizzate per il Galaxy Fold in modalità Multi Window, e non è ancora possibile avere la stessa app aperta due volte, una cosa che sarebbe stata molto importante e utile in molte situazioni.

Samsung Galaxy Fold

(Image credit: Future)

Performance

  • É veloce come il Galaxy Note 10, ma la nuova serie 11 di iPhone risulta più veloce 
  • 12 GB di RAM che è possibile saturare con le 3 app aperte 
  • 512 GB di memoria interna, ma non è espandibile con la micro SD 

Il Samsung Galaxy Fold non supera le prestazioni degli altri telefoni attuali, anche se il suo costo non è affatto irrisorio. Acquistandolo si sta pagando un esercizio di stile e l’innovazione per tutta la tecnologia che Samsung è riuscita a sviluppare, senza tralasciare nemmeno il nuovo chipset. Infatti il Fold si abbina benissimo alle prestazioni della serie Galaxy S10 e Note 10 per via del suo processore Snapdragon 855.

Samsung avrebbe potuto scegliere di installare il il top di gamma Snapdragon 855 Plus, ma ha deciso di mantenere la configurazione lanciata nel mese di aprile. La presenza dei 12 GB di RAM permette inoltre al Fold di gestire molti più processi senza problemi anche quando ci sono tutte e 3 le app aperte in modalità Multi Active Window.

Duranti i nostri test benchmark su GeekBench 5 ha ottenuto un punteggio di 2958 nel test multi core; solo l’iPhone 11 Pro ha raggiunto un punteggio più alto di (3420). Non mostrando nessun segno di cedimento nemmeno sotto sforzo, il pieghevole di casa Samsung ha un hardware in grado di durare nel tempo, a meno che non si spezzi prima lo schermo.

Samsung Galaxy Fold

The Fold can act as an makeshift tripod when half bent (Image credit: Future)

Fotocamera 

  • 1 Fotocamera per display esterno 
  • 2 Fotocamere anteriori interne 
  • 3 Fotocamere posteriori 
  • La qualità complessiva è molto simile al Galaxy S10 Plus 
  • Scatta delle belle foto anche se non si possono definire certamente le migliori 

Il Samsung Galaxy Fold possiede ben 6 fotocamere, di cui 5 derivano direttamente dal Galaxy S10 Plus e 4 dal Note 10.

Il display esterno ha una singola fotocamera da 10 MP con un’apertura focale di f2.2 e un campo visivo di 80 gradi, la stessa fotocamera anteriore montata anche sul Note 10, anche se in questo caso non può scattare i video Live Focus, ma solo le foto.

Noi l’abbiamo utilizzata maggiormente per sbloccare il telefono tramite il riconoscimento facciale.

Una volta aperto il Fold presenta, al suo interno, due fotocamere: una da 10 MP e una RGB da 8 MP (apertura focale f1.9 e 85 gradi di campo visivo. La fotocamera da 8 MP ha il compito di gestire la profondità di campo proprio come nel Galaxy S10 Plus (l’unica cosa diversa è il campo visivo maggiore sul s10 Plus, 90 gradi).

Abbiamo testato la fotocamera con alcuni selfie anche grazie all’aiuto dei nuovi filtri introdotti da Samsung.

Immagine 1 di 22

Samsung Galaxy Fold camera review

(Image credit: Future)

Galaxy Fold telephoto camera lens

Immagine 2 di 22

Samsung Galaxy Fold camera review

(Image credit: Future)

Galaxy Fold regular camera lens

Immagine 3 di 22

Samsung Galaxy Fold camera review

(Image credit: Future)

Galaxy Fold ultra-wide camera lens

Immagine 4 di 22

Samsung Galaxy Fold camera review

(Image credit: Future)

Galaxy Fold telephoto camera lens at night (without night mode)

Immagine 5 di 22

Samsung Galaxy Fold camera review

(Image credit: Future)

Galaxy Fold regular camera lens at night (without night mode)

Immagine 6 di 22

Samsung Galaxy Fold camera review

(Image credit: Future)

Galaxy Fold regular camera lens at night (WITH night mode)

Immagine 7 di 22

Samsung Galaxy Fold camera review

(Image credit: Future)

Galaxy Fold regular camera lens Live Filter Color Point mode

Immagine 8 di 22

Samsung Galaxy Fold camera review

(Image credit: Future)

Galaxy Fold selfie camera (tighter Field of View)

Immagine 9 di 22

Samsung Galaxy Fold camera review

(Image credit: Future)

Galaxy Fold selfie camera (wider Field of View)

Immagine 10 di 22

Samsung Galaxy Fold camera review

(Image credit: Future)

Galaxy Fold telephoto camera lens

Immagine 11 di 22

Samsung Galaxy Fold camera review

(Image credit: Future)

Galaxy Fold regular camera lens

Immagine 12 di 22

Samsung Galaxy Fold camera review

(Image credit: Future)

Galaxy Fold ultra-wide camera lens

Immagine 13 di 22

Samsung Galaxy Fold camera review

(Image credit: Future)

Galaxy Fold telephoto camera lens

Immagine 14 di 22

Samsung Galaxy Fold camera review

(Image credit: Future)

Galaxy Fold regular camera lens

Immagine 15 di 22

Samsung Galaxy Fold camera review

(Image credit: Future)

Galaxy Fold ultra-wide camera lens

Immagine 16 di 22

Samsung Galaxy Fold camera review

(Image credit: Future)

Galaxy Fold regular camera lens

Immagine 17 di 22

Samsung Galaxy Fold camera review

(Image credit: Future)

Galaxy Fold regular camera lens at night

Immagine 18 di 22

Samsung Galaxy Fold camera review

(Image credit: Future)

Galaxy Fold regular camera lens

Immagine 19 di 22

Samsung Galaxy Fold camera review

(Image credit: Future)

Galaxy Fold regular camera lens in low-light

Immagine 20 di 22

Samsung Galaxy Fold camera review

(Image credit: Future)

Galaxy Fold Live Focus mode with Color Point filter

Immagine 21 di 22

Samsung Galaxy Fold camera review

(Image credit: Future)

Galaxy Fold Live Focus mode with Blur filter

Immagine 22 di 22

Samsung Galaxy Fold camera review

(Image credit: Future)

Galaxy Fold Live Focus mode with Color Point filter

Nel retro del Galaxy Fold sono presenti 3 fotocamere, le stesse di S10 Plus: una da 12 MP (f 1.5 + 2.4 e 77 gradi di campo visivo), una da 12 MP teleobiettivo (f 2.4 e 45 gradi di campo visivo) e l’ultima la grandangolare con un’apertura focale di f 2.2 e ben 123 gradi di campo visivo.

Il Galaxy Fold possiede una buona fotocamera grandangolare che però, malgrado la sua alta qualità, non riesce a battere la nuova grandangolare introdotta da Apple su iPhone 11. Purtroppo mancano gli ancora gli aggiornamenti che sono stati fatti a Note 10 e Note 10 Plus: ovvero il miglioramento al teleobiettivo da f 2.2.

In qualsiasi caso rimarrai stupito davanti alle fotocamere di Galaxy Fold. L’applicazione funziona bene ed è facile da usare, e si avvia  istantaneamente, basta premere due volte il pulsante di accensione. Durante il confronto delle varie foto test, ci siamo resi conto che la modalità notturna non si comporta bene come su iPhone 11 Pro e crea degli artefatti cromatici.

Ma nonostante questo i filtri introdotti da Samsung rendono l'esperienza piacevole e fanno bene il loro lavoro.

Samsung Galaxy Fold

(Image credit: Future)

Batteria 

  • Due batterie che combinate arrivano a un totale di 4380 mAh 
  • Una durata media di una giornata e mezzo, ma con variazioni drastiche a seconda dell’utilizzo 
  • Non è compatibile con la ricarica rapida come la serie Note 10 

La regola del pollice: più lo smartphone è grande, maggiore è la capacità della batteria. Ma a questa regola se ne aggiunge un’altra, più è grande lo schermo, più batteria consuma.

Samsung dichiara una capacità di 4380 mAh, la più grande mai prodotta dalla casa per uno smartphone e il display è da ben 7.3 pollici.

La combinazione di una batteria molto capiente e di un display così grande permette di arrivare fino a un giorno e mezzo di autonomia con utilizzo costante. Durante i nostri test abbiamo tenuto per ⅔ del tempo il display principale acceso, mentre quello più piccolo lo abbiamo utilizzato nel restante tempo di prova per fare tutte le classiche operazioni che si fanno con lo smartphone.

I test successivi hanno dimostrato come l’autonomia scenda drasticamente a meno di un giorno, con un uso molto intenso dello schermo interno, riproduzione video, gaming e uso dello schermo a luminosità massima. 

Infatti l’autonomia del Galaxy Fold varia in modo decisamente repentino in base a come si usa e a quale schermo si utilizza principalmente.

Samsung potrebbe effettuare delle altre migliorie lato software con degli aggiornamenti in modo da equiparare la durata del Fold a quella del Galaxy Note 10 Plus che durante i nostri test ci ha abbandonato dopo una giornata e mezzo di utilizzo intenso.

La ricarica Super Fast di Samsung è l’unica cosa che manca e secondo noi è importante che ci sia in un telefono con una batteria così grande. È presente sia su Galaxy S10e con un caricabatterie da 15W e anche nella serie Note 10 con un caricabatterie da 25W.

È possibile comprare un caricabatterie da 45W per questi ultimi due, ma non è compatibile con il Fold, che si carica, ma non può beneficiare della ricarica rapida.

Samsung Galaxy Fold

(Image credit: Future)

 

Vuoi impressionare tutti con il tuo nuovo telefono

Si, dal punto di vista stilistico e innovativo non si può dire nulla al Fold. C’è sempre un buon motivo per parlarne e lo schermo pieghevole fornisce il fattore “wow” che nessun’altro telefono possiede.

 

Vuoi giocare su schermo grande

Siamo più convinti che mai che i giochi per cellulari siano l’applicazione perfetta per gli smartphone pieghevoli. Tornando su un iPhone dopo aver giocato con il Fold vi sentirete un po’ stretti e spaesati.

Non comprarlo se… 

 

Puoi aspettare il prossimo pieghevole

Non abbiamo nemmeno le intenzioni di dirvi di non comprarlo perchè è costoso, è una cosa ovvia. Anche se si hanno i soldi, ha più senso aspettare il 2020 per un possibile secondo modello, che sicuramente sarà nettamente migliore e giustificherà meglio la spesa.

 

Sei sicuro che lo romperai

Il nostro Fold è sopravvissuto alle nostre prove, ma poteva rompersi anche prima del dovuto e non per colpa delle solite chiavi, acqua, sabbia o cadute. Ma parliamo anche di carte di credito, biglietti o monete che si possono infilare senza accorgercene nel mezzo dello schermo chiuso, quando lo teniamo in tasca, oppure per una pressione eccessiva dello schermo.