Skip to main content

Recensione Intel Core i9-9900KS

Una strana CPU

Intel Core i9-9900KS
(Image: © Future)

Il nostro verdetto

L'Intel Core i9-9900KS è il processore mainstream più veloce della gamma Intel, e contestualmente uno dei migliori per i videogames. Quando si tratta di carichi di lavoro multi-core, però, questa CPU non riesce a colmare il divario con il Ryzen 9 3900X di AMD.

Pro

  • Ottime prestazioni
  • La miglior CPU per giocare (al netto del "fratello" I9-9900K)

Contro

  • Costoso
  • Si scalda molto
  • Prestazioni multi-core inferiori rispetto ad AMD

La CPU Intel Core i9-9900KS arriva in un momento strano per Intel: la sua ultima architettura per processori desktop è invecchiata di un altro anno e l’azienda continua a perdere quote di mercato, rispetto ad un rivale che pochi anni fa era quasi sull’orlo di perdere la battaglia, o, in termini più pratici, era relegato in un angolo del mercato. Questo processore, quindi, spiega bene qual’è la posizione nel 2019 del produttore di Santa Clara. E non è esattamente l'immagine più idilliaca.

L'Intel Core i9-9900KS è sostanzialmente un Intel Core i9-9900K overclockato, con un’impostazione di default che può raggiungere ben 5,0 GHz su tutti i core contemporaneamente. 

Il problema, tuttavia, è che l’i9-9900K ha già un anno di vita e fa fatica a competere con i processori della attuale generazione di AMD in tutte le applicazioni, tranne quelle che sfruttano maggiormente un singolo core.

Questo processore, da solo, non sarà certamente sufficiente a convincere gli appassionati di PC o i nuovi arrivati ​​a schierarsi con Intel, ignorando i vantaggi che avrebbero  da un’architettura AMD, soprattutto se il multitasking è una priorità. 

Intel Core i9-9900KS

(Image credit: Future)

Prezzo e disponibilità

Intel Core i9-9900KS è disponibile sul mercato italiano, in versione boxata, a partire da circa €530. Un salto non troppo considerevole rispetto al Core i9-9900K che, al momento, costa circa €50 in meno.  Il processore di punta di AMD, il Ryzen 9 3900X, è disponibile invece a partire da €630, sempre in versione boxata. Va anche notato che il chip AMD aggiunge ulteriori quattro core fisici (+50%), anche se poi le prestazioni single-core di Intel rimangono comunque in vantaggio rispetto a quelle dei Ryzen. 

Intel Core i9-9900KS

(Image credit: Future)

Funzionalità e chipset

L'Intel Core i9-9900KS è essenzialmente un Intel Core i9-9900K con settaggi più spinti ma il processore è in pratica lo stesso e pertanto la maggior parte delle specifiche risultano essere identiche: parliamo sempre di una CPU  con 8 core, 16 thread e 16 MB di cache. 

Le differenze principali sono nel TDP (Thermal Design Power) e nella velocità di clock: la CPU modificata (KS) vede il TDP salire a 127 W dai 95 W iniziali, con la velocità di clock di base che passa dagli iniziali 3.6 GHz a 4.0 GHz.  Il punto di forza di questo processore "Special Edition", però, è che è in grado di raggiungere un boost clock di 5,0 GHz su tutti i core, anziché solo su due  come accade sul 9900K, che presenta impostazioni più conservative per allontanare il thermal throttle (ossia i rallentamenti della velocità dovuti all’eccesso di temperatura), nel caso di dissipatori non troppo efficienti.

Alla versione i9-9900KS però, vengono volutamente tolte le briglie, per scatenare tutta la potenza della CPU,  al costo però di una produzione di calore extra assolutamente non trascurabile. Infatti l’aumento del TDP vede crescere le temperature e anche usando durante i nostri test il NZXT X52 AIO, (un dissipatore a liquido all-in-one preassemblato), le temperature sono salite fino ad 87 °C. Un valore che rientra nei limiti operativi ma indica probabilmente che il margine per ulteriori overclock è ridotto ai minimi termini, a meno che non stiate utilizzando un dispositivo di raffreddamento particolarmente potente.

Questo processore si basa ancora sulla microarchitettura Coffee Lake Refresh, che a sua volta è l'ennesimo perfezionamento del processo di produzione a 14 nanometri di Intel, utilizzato dall’epoca di Broadwell, uscito ormai 5 anni fa. Ciò nonostante, i9-9900k,vede prestazioni più elevate che mai in casa Intel ma ci chiediamo quanto possa essere ulteriormente spinta l’architettura di questi processori, visto che, proprio in questo caso, si vedono tutti i limiti del progetto, che nonostante la bontà pare abbia avuto tempi migliori.

La buona notizia comunque è che sarà ancora possibile utilizzare una scheda madre Z370 o Z390 per l’installazione del Core i9-9900KS di Intel, anche se sarà necessario aggiornarne il BIOS. Ciò significa che vi servirà una CPU inferiore supportata per poter eseguire l’operazione di aggiornamento e solo successivamente potrete sostituire il vecchio processore con l’i9-9900KS

In fin dei conti, il Core i9-9900KS non porta davvero nessuna innovazione sul mercato. Rimane solo l’ennesimo processore Coffee Lake Refresh per colmare il divario con i processori Intel Core di decima generazione. Questo è accettabile ma  è necessario che l’incremento di prestazioni sia sufficiente per giustificare una versione così estrema di questo processore che consuma molto, scalda molto e costa di più del “fratello” minore di pari prospettive di longevità.

Immagine 1 di 10

(Image credit: Infogram; Future)
Immagine 2 di 10

(Image credit: Infogram; Future)
Immagine 3 di 10

(Image credit: Infogram; Future)
Immagine 4 di 10

(Image credit: Infogram; Future)
Immagine 5 di 10

(Image credit: Infogram; Future)
Immagine 6 di 10

(Image credit: Infogram; Future)
Immagine 7 di 10

(Image credit: Infogram; Future)
Immagine 8 di 10

(Image credit: Infogram; Future)
Immagine 9 di 10

(Image credit: Infogram; Future)
Immagine 10 di 10

(Image credit: Infogram; Future)

Prestazioni

Andando ad eseguire i test di rito, scopriamo che le prestazioni dell’i9-9900KS sono comunque eccellenti ma il l’aumento di prestazioni è minimale rispetto all'Intel Core i9-9900K. 

È infatti leggermente più veloce, soprattutto nei carichi di lavoro multi-core, grazie al boost clock più elevato su tutti i core. 

Nei nostri test, il nuovo Intel Core i9-9900KS si è rivelato più veloce di circa il 5% rispetto al 9900K nel  funzionamento multi-core con GeekBench 4. Tuttavia, questa differenza si riduce ad un mero 3% nel test single-core. Durante il test Handbrake (preset veloce), l’i9-9900KS è di nuovo solo il 5% più veloce e il confronto diventa  deludente quando guardiamo ai test con i giochi, con il chip più recente che pareggia sostanzialmente le prestazioni del Core i9-9900K. Quindi, se cercate una CPU veloce per il vostro computer da gaming, l'originale i9-9900K sarà in grado di  svolgere il suo lavoro meglio del fratello “palestrato”, lasciandovi anche in tasca i soldi per l’acquisto di un AIO economico. 

Immagine 1 di 4

(Image credit: Infogram; Future)
Immagine 2 di 4

(Image credit: Infogram; Future)
Immagine 3 di 4

(Image credit: Infogram; Future)
Immagine 4 di 4

(Image credit: Infogram; Future)

Le cose diventano tuttavia più interessanti quando diamo un'occhiata alla concorrenza tra AMD e Intel. Ora, nei carichi di lavoro multi-core non sorprende troppo che AMD vinca nella stessa fascia di prezzo. Ad esempio, in GeekBench, Ryzen 9 3900X sconfigge nettamente  l’i9-9900KS, segnando 44.160 punti contro i 36.742 di Intel.

Tuttavia, quando si tratta di giochi, Intel rimane ancora in cima alla classifica. 

In Middle-earth: Shadow of War a 1080p, Intel Core i9-9900KS è in grado di raggiungere i 126 fps, mentre Ryzen 9 3900X si ferma a 116. La stessa cosa accade per Total War: Warhammer 2, dove il Core i9-9900KS ottiene 108 fps contro i soli 100 di AMD. Principalmente questo vantaggio nei giochi è dovuto alle prestazioni single core più forti offerte dal processore Intel. Notiamo comunque che passare dai framerate offerti da Intel a quelli di AMD, leggermente inferiori, non  stravolge  le prestazioni che, a parte alcuni setup a bassa risoluzione, vedono il principale collo di bottiglia nella scheda video, e quindi ognuna di queste CPU, rimane in grado di svolgere il proprio lavoro con i giochi  in maniera ben più che sufficiente.

L'Intel Core i9-9900KS è, senza dubbio, il processore mainstream più veloce prodotto da Intel ma se si eseguono applicazioni diverse da quelle dei videogiochi, probabilmente Ryzen 9 3900X offrirà prestazioni di livello migliore, quantificabili intorno ad un 20% in più, con una certa variabilità a seconda del contesto. Quindi se state decidendo tra questi due costosi processori, la domanda da porsi è: “Cosa farò su questo PC?”. Se siete assolutamente sicuri che il calcolo multi-core non sia necessario per le vostre necessità, il 9900K sarà il miglior processore da acquistare, a meno di casi particolari in cui la leggera differenza di prestazioni , possa farvi propendere per quello più potente. Tuttavia, potreste doverci pensarci due volte ad acquistare l’i9-9900KS se siete creatori di contenuti multimediali o anche se utilizzate il PC solo parzialmente per questa attività.

Intel Core i9-9900KS

(Image credit: Future)

Verdetto finale

Guardando all'attuale panorama dei processori, questo chip non ha molte ragioni per esistere. Rimane possibile ottenere prestazioni identiche da un 9900K standard, semplicemente overclockandolo , invece di pagare un extra di minimo €50. Tuttavia, se non vi sentite a vostro agio con l'overclocking, potete ottenere immediatamente prestazioni migliori acquistando la versione KS.

In definitiva, il Core i9-9900KS è difficile da raccomandare rispetto al 9900K. Quando si parla di rapporto qualità-prezzo,  questo resta ancora uno dei migliori processori sul mercato e quindi se state cercando la migliore CPU per i giochi, consigliamo comunque il modello originale.

Licenza Windows 10 Pro a meno di dieci euro? Sì grazie

Le migliori offerte per la fibra: i migliori operatori e le migliori offerte per fibra ottica e connessioni Internet veloci