Skip to main content

Anteprima Fujifilm X-T4

La fotocamera rétro diventa un'ibrida al passo coi tempi

Che cos'è una recensione hands-on?
Fujifilm X-T4
(Image: © Future)

Prime impressioni

Fujifilm X-T4 promette di diventare una delle migliori mirrorless sul mercato. Il nuovo modello, infatti, introduce aggiornamenti di non poco conto rispetto ai predecessori aggiungendo nuove caratteristiche e funzionalità come un sistema IBIS, una maggiore autonomia, un otturatore più veloce e allo stesso tempo meno rumoroso. Mettendo insieme tutte queste caratteristiche la nuova fotocamera di Fujifilm diventa realmente un modello ibrido adatto non solo alle foto ma anche ai video. Anche se probabilmente Fujifilm avrebbe potuto migliorare pure sensore, processore e mirino, nel complesso le novità introdotte dalla X-T4 rappresentano dei buoni motivi per sostituire il modello precedente o tradire la concorrenza.

Pro

  • IBIS è un'ottima aggiunta sia per le foto che per i video
  • Scatto continuo molto veloce
  • Otturatore estremamente silenzioso
  • Ottimo comparto video
  • Autonomia incredibile

Contro

  • Un po' più grande della X-T3
  • Sensore e processore identici alla X-T3
  • Schermo orientabile non proprio adatto ai treppiedi

Fujifilm X-T4 potrebbe essere definita una fotocamera dalla doppia personalità: all'esterno ha un design retro con comandi analogici, all'interno ha invece alcune delle tecnologie più innovative mai apparse su questa serie di fotocamere Fujifilm.

Nel complesso si tratta di una combinazione particolarmente riuscita. Come nel caso della X-T3 (ancora sul mercato), questo nuovo modello è pensato per appassionati e professionisti in cerca di una camera mirrorless con caratteristiche avanzate ma con un design rétro e ancora oggi dall'indubbio fascino.

La notizia principale è l'inclusione di un sistema di stabilizzazione dell'immagine integrata nel corpo macchina (IBIS) che rende la X-T4 la seconda fotocamere Fujifilm ad avere questa caratteristica insieme Fujifilm X-H1. Grazie all'IBIS la X-T4 è in grado di rivaleggiare con concorrenti come la Sony A6600.

Tutte le altre nuove caratteristiche inserite nella X-T4 sembrano rispondere alle richieste degli appassionati: ci sono una batteria più grande, un sistema di autofocus migliorato e anche l'aggiunta all'opzione Simulazione Film dell'effetto Bleach Bypass tra quelli che simulano diversi tipi di pellicola.

Ad ogni modo, a fronte di tante novità riguardanti le caratteristiche della fotocamera, non si può dire lo stesso per quanto riguarda sensore e processore. A questo punto la domanda da porsi è: basterà tutto questo a convincere gli indecisi scoraggiati da un prezzo come quello della Fujifilm X-T4?

Fujifilm X-T4

(Image credit: Future)

Fujifilm X-T4: data d'uscita e prezzo

  • La Fujifilm X-T4 potrebbe arrivare sul mercato nel mese di aprile
  • Manca ancora una data precisa a causa dell'emergenza coronavirus
  • Il prezzo di partenza sarà di circa €1.500

Fujifilm X-T4 sarà disponibile sul mercato dall'aprile prossimo in vari bundle. Per il solo corpo macchina bisognerà spendere una cifra intorno ai €1.500. Questo, però, è soltanto il punto di partenza.

La X-T4 sarà infatti venduta anche in vari bundle, ad esempio quello con l'eccellente kit di obiettivi XF 18-55mm f/2.8-4 R LM OIS che dovrebbe aggirarsi intorno ai €2.239. Se invece preferite la fotocamera con il nuovo obiettivo XF 16-80mm f/4 R OIS WR, il prezzo sarà pari a €2.300.

Se i prezzi della X-T4 saranno fuori dalla vostra portata allora vale la pena ricordare che nel frattempo la Fujifilm X-T3 rimarrà regolarmente in vendita sul mercato al prezzo di circa €1.200 restando comunque un'ottima alternativa per chi non ha bisogno dell'IBIS o delle altre nuove caratteristiche della X-T4.

Vale la pena infine ricordare che il prezzo della Fujifilm X-T4 porta di fatto la serie mirrorless sulla stessa fascia delle full-frame, incluse Nikon Z6 e Sony A7 III. In ogni caso anche se il sensore è più piccolo rispetto a queste fotocamere ha comunque nel complesso caratteristiche superiori.

Immagine 1 di 3

Fujifilm X-T4

(Image credit: Future)
Immagine 2 di 3

Fujifilm X-T4

(Image credit: Future)
Immagine 3 di 3

Fujifilm X-T4

(Image credit: Future)

Solidità e manegevolezza

  • La Fujifilm X-T4 è un po' più larga e pesante della X-T3
  • C'è un nuovo touchscreen orientabile che non tutti potrebbero apprezzare 
  • La scocca è robusta e la fotocamera non teme gli agenti atmosferici

Fujifilm difficilmente si distacca dal proprio marchio di fabbrica rétro e la X-T4 non fa eccezione. Per rendere l'idea, se avete già avuto modo di avere tra le mani una fotocamera della serie X-T vi troverete a vostro agio anche con il nuovo modello.

Ci sono ovviamente un paio di piccole modifiche che sono state apportate al corpo macchina. Se impugnando una X-T4, come dicevamo, vi sentirete a casa, dall'altra parte è pur vero che l'aumento di peso si farà immediatamente sentire. Certo, confrontato con una reflex, questo modello mirrorless non si può definire proprio pesante ma quei 68 grammi aggiuntivi rispetto alla X-T3 si avvertono tutti. L'altra faccia della medaglia è che questo aumento di peso e della larghezza del corpo macchina cresciuta di 5 mm potrebbero essere considerati un vantaggio per bilanciare il peso degli obiettivi fotografici più lunghi.

Chi apprezza le più piccole lenti a lunghezza focale fissa, dall'altra parte, potrebbero non essere d'accordo ma in qualsiasi modo possiate pensarla sull'aumento di misura e peso della X-T4, è innegabile che la nuova fotocamera Fuijifilm sia un ottimo modello dato che ha allo stesso tempo una buona ergonomia ed è divertente da usare, due qualità fondamentali se usate una fotocamera quotidianamente o se volete trovare nuovi spunti creativi.

Una novità più controversa è invece il touchscreen orientabile. In teoria, si tratta di un display decisamente più versatile di quello della X-T3 (inclinabile solo su tre posizioni) dato che si può ruotare di 180° in avanti. Decisamente utile, inoltre, il fatto che in posizione di chiusura il touchscreen sia rivolto verso l'interno per avere una maggiore protezione mentre si trasporta la fotocamera nello zaino. 

Le note dolenti con il nuovo display arrivano quando magari si deve mettere in funzione la fotocamera velocemente per scattare foto, ad esempio, sopra la testa o con inquadrature a mezzo busto, dato che il display richiede più tempo per essere posizionato alla sinistra della fotocamera.

Al di là di quelli appena citati, i cambiamenti rispetto alla X-T3 sono davvero minimi. Stranamente nel corpo macchina non è presente una porta per il jack delle cuffie da 3,5 mm con Fujifilm che ha preferito inserire un adattatore USB-C nella confezione. Una scelta che onestamente può risultare poco pratica quando si ha bisogno di usare contemporaneamente le cuffie e ricaricare la X-T4 attraverso un power bank.

Alcune piccole modifiche hanno riguardato anche lo schema dei pulsanti. Il pulsante del menu di accesso rapido "Q" è stato spostato in alto a destra e il bottone AF-On è adesso molto più pronunciato, oltre al fatto che le modalità foto e video possono essere selezionate da alcuni comandi direttamente sotto quelli per scegliere la velocità dell'otturatore. Quest'ultima modifica potrebbe sembrare davvero marginale ma in realtà è solo la punta dell'iceberg di ben più importanti cambiamenti contenuti nel nuovo modello rispetto alla X-T3.

Immagine 1 di 3

Fujifilm X-T4

(Image credit: Future)
Immagine 2 di 3

Fujifilm X-T4

(Image credit: Future)
Immagine 3 di 3

Fujifilm X-T4

(Image credit: Future)

Caratteristiche e autofocus

  • Fujifilm X-T4 ha una stabilizzazione dell'immagine IBIS a 5 assi
  • Questo permette di aver sino a 6,5 stop di stabilizzazione con alcune lenti
  • Un nuovo più silenzioso otturatore permettere di scattare sino a 15 fps

Anche se a prima vista non sembra un grande passo avanti rispetto ai suoi predecessori, la Fujifilm X-T4 rappresenta l'evoluzione più importante per la serie fin dalla sua apparizione grazie a tre nuove caratteristiche: IBIS, una nuova batteria e un nuovo meccanismo di otturazione.

La principale aggiunta, nonché il principale motivo per sostituire eventualmente un modello precedente, è la nuova stabilizzazione integrata nel corpo macchina. I sistemi IBIS permettono infatti di correggere i movimenti e di usare una più bassa velocità dell'otturatore quando si scatta impugnando la fotocamera. Il sistema IBIS è inoltre particolarmente utile con la scarsa illuminazione, dato che permette di impostare i valori ISO a livelli ancora più bassi di quanto avviene normalmente. 

Il sistema di stabilizzazione dell'immagine di X-T4 dovrebbe consentire infatti un guadagno di 6,5 stop con la maggior parte delle lenti XF/XC, ovvero 18 dei 29 obiettivi prodotti da Fujifilm.

Questa caratteristica è davvero notevole e interessante sopratutto se avete degli obiettivi a focale fissa come la XF35mm f/1.4 o la XF56mm f/1.2. Di sicuro avremo bisogno di più di tempo per provare a fondo questo sistema e capire quanto sia efficiente nelle varie situazioni ma di sicuro fino ad ora siamo riusciti ad apprezzarne la maggiore versatilità e sicurezza dovute alla presenza di un potente sistema di stabilizzazione.

Immagine 1 di 10

Fujifilm X-T4

(Image credit: Future)
Immagine 2 di 10

Fujifilm X-T4

(Image credit: Future)
Immagine 3 di 10

Fujifilm X-T4

(Image credit: Future)
Immagine 4 di 10

Fujifilm X-T4

(Image credit: Future)
Immagine 5 di 10

Fujifilm X-T4

(Image credit: Future)
Immagine 6 di 10

Fujifilm X-T4

(Image credit: Future)
Immagine 7 di 10

Fujifilm X-T4

(Image credit: Future)
Immagine 8 di 10

Fujifilm X-T4

(Image credit: Future)
Immagine 9 di 10

Fujifilm X-T4

(Image credit: Future)
Immagine 10 di 10

Fujifilm X-T4

(Image credit: Future)

Una novità meno evidente, ma non per questo più trascurabile, è la nuova unità otturatore della X-T4 chiaramente ispirata a quella della Fujifilm X-H1, dato che l'otturatore della nuova mirrorless Fujifilm si è rivelato essere estremamente silenzioso. Insieme a un nuovo motore, questo permette alla X-T4 di scattare a una velocità di 15 fps con l'otturatore meccanico, il che mette la fotocamera alla pari con le più veloci mirrorless sul mercato.

Ovviamente, una maggiore velocità di scatto non sarebbe molto utile senza un autofocus all'altezza e per fortuna il sistema di AF sulla XT-4 è stato di gran lunga perfezionato rispetto al modello precedente. Fujifilm ha dichiarato che la percentuale di successo della messa a fuoco è due volte superiore a quella della X-T3, che già di per sé partiva da una buona base, e inoltre anche il riconoscimento facciale è stato notevolmente migliorato. Durante la nostra prova possiamo confermare di aver trovato l'autofocus particolarmente veloce nella messa a fuoco di soggetti in movimento come, ad esempio, i ciclisti, ma anche in questo caso ci servirà più tempo.

L'ultima importante caratteristica di questa X-T4 è la maggiore autonomia. Anche se non sembrerebbe, si tratta comunque di una novità importante dato che Fujifilm ha usato la stessa batteria (o comunque una variante della stessa) in tutte le sue camere X-Pro e X-T.

Con fotocamere come la Sony A6600  in circolazione che offrono una durata della batteria sino a 270 scatti, siamo convinti Fujifilm abbia fatto la mossa giusta dato che, stando alla valutazione CIPA, la X-T4 con una singola ricarica può realizzare sino a 500 scatti in modalità "Normale" o fino a 600 nella modalità "Risparmio". Onestamente non sono valori all'altezza dei modelli di fascia alta, ma di sicuro rappresentano un passo avanti rispetto alla X-T3 e ai suoi 390 scatti.

I professionisti che hanno bisogno di una fotocamera con l'autonomia di una giornata intera avranno anche a disposizione la nuova impugnatura VG-XT4, che contiene due batterie aggiuntive per un totale di 1.450 scatti possibili sulla X-T4. Secondo quanto dichiarato da Fujifilm, queste si attivano senza soluzione di continuità e questa è una buona notizia per chi ha necessità di registrare interi eventi di lunga durata senza interruzioni.  

Capacità video

  • X-T4 può registrare video sino a 4K/60p e in Full HD a 240 fps
  • X-T4 può registrare video Cinema 4K/60p 4:2:0 10-bit su scheda SD
  • C'è anche una nuova modalità Boost IS dedicata alle riprese su treppiedi

Il comparto video della Fujifilm X-T3 era più che buono ma con un sistema di stabilizzazione e un display orientabile sarebbe potuta diventare eccellente: questo è quanto accadrà con la X-T4.

Avendo colmato queste mancanze, Fujifilm ha progettato una fotocamera in grado di competere ad armi pari con la Panasonic GH5. Ma non è tutto qui. La fotocamera ha infatti molte altre caratteristiche video che la rendono una degli ibridi più versatili in circolazione.

Dal punto di vista della praticità, sul nuovo modello le due modalità principali "Filmato" e "Foto/Scatto" sono divise in maniera più logica e coerente grazie a una nuova ghiera dedicata alla scelta delle due opzioni. A questo si aggiunge anche un nuovo pulsante "Q" esclusivamente dedicato all'accesso rapido per le opzioni video. Finalmente queste due modalità di funzionamento sono del tutto separate, il che è fondamentale quando, ad esempio, durante un evento si ha la necessità di passare in fretta dalle foto alla registrazione dei video.

Di base la fotocamera X-T4 può registrare video sino a 4K/60p 4:2:0 10-bit ma è possibile anche collegare un registratore video esterno attraverso la porta micro HDMI per registrare a 4:2:2 10-bit. C'è inoltre una nuova modalità a rallentatore da 240 fps che sembra essere davvero interessante e potrà rivelarsi qualcosa di più di una semplice funzione accessoria se sarà all'altezza della qualità dei 120 fps che abbiamo visto sulla X-T3.

Ovviamente avremo bisogno di molto più tempo per provare le caratteristiche video della X-T4, anche se in base ai nostri primi test il sistema di rilevamento facciale, ad esempio, sembra già essere più preciso di quello presente sul predecessore.

Infine dobbiamo ammettere che però ci è venuto spontaneo porci una domanda che riguarda non tanto la nuova X-T4 ma la serie X-H. Fujifilm, infatti, sostiene che questa resterà sul mercato ma oggettivamente la X-T4 eredita così tante caratteristiche di peso della serie X-H da renderla quasi un'alternativa.

Fujifilm X-T4

(Image credit: Future)

Giudizio provvisorio

La Fujifilm X-T4 è la naturale evoluzione della serie X-T. Un'evoluzione che però la porta in una fascia di mercato decisamente affollata e controversa.

Dunque, per chi è adatta? Se state cercando una mirrorless dal design con un certo stile e che sia adatta sia per scattare foto che realizzare video, non c'è dubbio che la X-T4 rappresenterà un'ottima (e molto completa) scelta.

Detto questo, il nuovo modello non offre però la varietà di scelta nelle modalità di scatto ad esempio di una Olympus OM-D E-M1 Mark III ed è comunque lontana dal raggiungere le prestazioni ad alti livello ISO di fotocamere full-frame come la Nikon Z6.

Appassionati e professionisti della fotografia panoramica, nel frattempo, potrebbero trovare un miglior bilanciamento tra le proprie necessità e il prezzo con una Fujifilm X-T3, che ha sensore e processore identici al nuovo modello.

Anche considerando questo, fotocamere in grado di conciliare comparto video e fotografico, stile e manegevolezza come la X-T4 si contano sulle dita di una mano. In ogni caso troverete maggiori dettagli e il nostro giudizio definitivo nella recensione finale di questa Fujifilm X-T4.

  • Disney+, tutti i dettagli sull'arrivo in Italia della piattaforma di streaming
  • Ancora prima dell'uscita è possibile ottenere uno sconto su Disney+
  • iPhone SE2, tutti i dettagli sul prossimo smartphone economico di Apple

Che cos'è una recensione hands-on?

Le recensioni "Hands on" sono le prime impressioni di un giornalista, basate su un utilizzo dell'oggetto per breve tempo. Potrebbe trattarsi di pochi momenti o qualche ora. La cosa imporante è che abbiamo potuto usarlo personalmente e possiamo raccontarti ciò che ci è sembrato, anche se è solo un giudizio embrionale. Per saperne di più leggi Garanzia delle recensioni TechRadar.