Xbox Game Pass arriva su PC, Halo arriva su Steam. Microsoft corteggia i giocatori PC

[Aggiornamento: Durante L'E3 2019, Microsoft ha annunciato che l'Xbox Game Pass per PC è già disponibile in beta e verrà rilasciato in forma completa prima della fine dell'anno. Chi è interessato, può accedere all'Xbox Game Pass attraverso la nuova Xbox App in Windows 10 a 4€ al mese.]

Phil Spencer, executive vice-president del reparto gaming di Microsoft ha ammesso che l'azienda ha deluso chi gioca su PC in passato e ha spiegato come il colosso di Redmond stia cercando di rimediare. 

Spencer ha affermato: "non siamo sempre riusciti nell'intento di mettere i videogiocatori al centro di tutto quello che facciamo, se pensiamo all'esperienza d'uso che i giocatori hanno avuto su Windows".  

Per porre rimedio a questa situazione, Microsoft porterà il suo abbonamento Xbox Game Pass anche su PC e, per l'occasione, l'azienda ha ripensato tutto il servizio da zero per andare meglio incontro alle necessità dei giocatori su PC. 

Xbox Game Pass per PC renderà disponibili più di cento titoli su Windows 10: i giocatori potranno scaricarli e giocarci pagando una quota di iscrizione mensile.

Microsoft ha affermato di essere al lavoro con i maggiori sviluppatori per PC, tra cui Bethesda, Deep Silver, Devolver Digital, Paradox Interactive e Sega, per rendere disponibili i loro titoli.

Come nel caso di Xbox Game Pass per Xbox One,  i videogiochi di Microsoft saranno disponibili sul servizio alla data di uscita. L'iscrizione a Xbox Game Pass per chi gioca su PC garantirà l'accesso a sconti sul Microsoft Store fino al 20% sui giochi attualmente in catalogo e fino al 10% per i DLC e aggiunte a titoli esistenti. 

Impegnati sul fronte PC

Microsoft ha voluto anche sottolineare il proprio impegno nei confronti del gioco su PC,  visto che a volte è stata accusata di trascurare questo aspetto nonostante sia l'azienda dietro a Windows 10. Infatti ha annunciato che renderà disponibili più di venti titoli Xbox su Steam tra cui Gears 5, Age of Empires I, II e II: Definitive Editions. 

Spencer ha aggiunto: “Sappiamo che milioni di videogiocatori su PC si affidano a Steam per comprare i videogiochi e abbiamo avuto riscontri sul fatto che questi videogiocatori apprezzano la possibilità di scegliere".  

Senz'altro fa piacere vedere che Microsoft abbia capito che non è il massimo costringere gli utenti a comprare i propri giochi esclusivamente tramite Microsoft Store. 

Spencer ha anche rivelato che i giochi Win32 saranno disponibili su Microsft Store su Windows 10. I giochi Win32 sono normali giochi per PC, al contrario dei giochi Universal Windows Platform (UWP) che erano l'unico tipo di giochi in vendita finora su Microsoft Store.  

"È fondamentale compiere scelte che rafforzino la natura aperta del PC".

Phil Spencer

Molti videogiocatori non apprezzano i giochi UWP perché sono "bloccati", nel senso che non è possibile modificarli e installare mod, attività molto in voga tra chi gioca su PC.   

Con la mossa di consentire i giochi Win32 sul negozio virtuale di Microsoft, i videogiocatori non dovranno più rinunciare a quella libertà e flessibilità cosi importanti quando su gioca su computer. 

Come detto da Spencer: "Quando penso al ruolo che Microsoft ha, come azienda, nel sostenere e far progredire i videogiochi su Windows, credo sia fondamentale compiere scelte che rafforzino la natura aperta del PC". 

Per cui, in sostanza, pare che Microsoft abbia ascoltato le preoccupazioni espresse dalla comunità di videogiocatori su PC. Scopriremo di più in merito durante la conferenza su Xbox all'E3 domenica nove giugno.