Skip to main content

Samsung ha aumentato gli investimenti in ricerca e sviluppo nonostante il calo nei profitti

(Image credit: Shutterstock)

Samsung Electronics ha pubblicato recentemente un rapporto contenente alcuni dati finanziari. L’azienda sudcoreana ha investito delle cifre da capogiro in ricerca e sviluppo nonostante un calo nei profitti considerevole.

La cifra totale investita dal colosso dell’elettronica in ricerca e sviluppo di nuove tecnologie nel 2019 è pari alla cifra esorbitante di 20,19 trilioni di Won, circa 15,27 miliardi di euro. Rispetto al 2018 gli investimenti sono aumentati dell’8,3% nonostante un calo nei profitti del 52,8% (i profitti del 2019 si sono fermati a 27,76 triliardi di Won, circa 21 miliardi di euro).

Le aree di investimento maggiori sono quelle in forte crescita come la produzione di display quantum-dot. Un’altra area in forte crescita riguarda la produzione di chip: Samsung Electronics potrebbe presto diventare il primo produttore di chip al mondo superando TSMC anche grazie alla svolta nello sviluppo del nuovo processo produttivo a 3nm annunciato questo gennaio.

L’azienda ha annunciato i suoi piani di investimento per 133 trilioni di Won (circa 100 miliardi di euro) entro il 2030. 13 trilioni di Won (circa 10 miliardi di euro) saranno investiti per migliorare la produzione di display nella sua struttura di Tangjeong e 3,1 trilioni di Won saranno utilizzati per lo sviluppo di nuove tecnologie per i display.

Nel 2019 Samsung ha pagato 8,69 trilioni di Won (6,57 miliardi di euro) di imposte societarie, un calo del 48,3% rispetto al 2018 a causa delle scarse vendite. Il dato rappresenta il 3,8% dei guadagni annuali di Samsung, un dato anch'esso in calo del 6,9% nel 2019 rispetto all'anno precedente.