Skip to main content

Photoshop per iPad e cloud, ecco Adobe 2020

Adobe Max 2020
Adobe Max 2020
(Image credit: Future)

Photoshop per iPad è finalmente realtà. E non si tratta della versione mobile che chiunque può installare sul proprio smartphone, ma di una nuova versione che Adobe ha sviluppato appositamente per il tablet Apple, e che replica quasi totalmente quella per desktop. In altre parole, il fotoritocco professionale su tablet.

Questa è altre novità sono state comunicate da Adobe alla conferenza Adobe Max, che si tiene proprio in questi giorni a Los Angeles, Stati Uniti. 

Sensei, il fotoritocco con AI

Migliora anche il classico Photoshop, il programma di fotoritocco più diffuso e apprezzato al mondo. Un software che tra poco compirà trent'anni, e che si arricchirà di Sensei, un sistema di Machine Learning che renderà Photoshop più potente nel riconoscimento automatico degli oggetti e il riempimento automatico delle aree. 

Sensei non è solo per la fotografia, ma arriverà anche su altri prodotti Adobe come Premiere Pro (montaggio video) o After Effects (effetti speciali). 

Realtà aumentata e cloud

Presente all'appello anche Adobe Aero per mobile, una soluzione per combinare immagini reali ed elementi digitali, con tutta l'esperienza e la competenza di Adobe. Se finora le applicazioni AR erano poco più che passatempi, le cose potrebbero cambiare profondamente con Adobe Aero. 

Con Creative Cloud Libraries, invece, l'azienda propone uno strumento online pensato per facilitare la collaborazione tra team i cui membri si trovano in luoghi diversi. I server di Adobe ospitano i progetti dei loro software, ma sono versatili e si possono usare anche per documenti di altro genere, come fogli di calcolo o documenti di testo. 

Oltre alla collaborazione, l'uso del cloud è quasi una necessità oggi proprio per via dei dispositivi mobile. Smartphone e tablet infatti sono un'estensione del desktop, che usiamo ogni giorno per lavorare. Vien da sé che gli stessi contenuti devono essere non solo accessibili, ma anche modificabili tramite i touchscreen che ci portiamo in tasca ogni giorno. Ed è proprio in questa direzione che vanno le novità di Adobe.