Skip to main content

Nintendo, account hackerati in blocco: ecco come proteggervi

(Image credit: Nintendo)

Nel corso dell'ultimo mese, molti possessori di account Nintendo online hanno segnalato di aver ricevuto messaggi che li avvisavano dell'accesso non autorizzato al loro account e il numero di segnalazioni non accenna a diminuire.

Come comunicato da Eurogamer, il problema si sta verificando in diversi Paesi e, in alcuni casi, gli hacker utilizzano i dati PayPal salvati sull'account rubato per acquistare valute in-game, come VBucks di Fortnite.

Un giornalista di Ars Technica che era caduto vittima dello stesso accesso non autorizzato all'account ha notato che l'unica variabile comune con le altre vittime era l'uso del servizio Nintendo Network ID.

Questo servizio consentiva agli utenti Wii U e Nintendo 3DS di connettersi a una varietà di servizi online, incluso l'eShop per l’acquisto di prodotti. Non è ancora certo che sia stato questo servizio a veicolarela violazione, tuttavia, però se si possiede un account Nintendo è meglio essere sicuri e preventivare la possibilità di essere a rischio, anche se non si ha mai utilizzato il servizio Network ID.

Non si sa se questa situazione sia legata o meno a quanto twittato da Nintendo America il 10 aprile per incoraggiare gli utenti a "proteggere il loro account Nintendo abilitando l’autenticazione a due fattori".

Nintendo non ha ancora rilasciato una dichiarazione ufficiale  in merito, e la gravità e le cause del problema di sicurezza sono al momento sconosciute, consigliamo ai possessori di account Nintendo di modificare le proprie password e di abilitare la 2FA per sicurezza.

Per farlo gli utenti possono seguire i passaggi indicati sulla pagina di supporto del sito ufficiale Nintendo, che li guiderà attraverso il processo di attivazione della 2FA tramite l'app Google Authenticator.

Nel fare ciò, è anche possibile verificare se recentemente c’è stato un accesso indesiderato al proprio account, visualizzando la cronologia degli accessi nella sezione sign-in e impostazioni di sicurezza, accessibile nel secondo passaggio del processo descritto sul sito Nintendo.