Google Pixel 4a spostati, ecco il primo leak di Pixel 5a

Google Pixel 4a
(Immagine:: TechRadar)

Il Google Pixel 4a è appena uscito, ma è già emerso un documento che parla del suo successore, il Google Pixel 5a, oltre che si altri smartphone Google.

A riportare la notizia è 9to5Google (Si apre in una nuova scheda), i cui redattori hanno potuto visionare il documento. Contiene una lista di smartphone e le relative versione di Android, ma anche modelli non annunciati tra cui il Google Pixel 5a e altri prodotti indicati con un nome in codice.

I nomi in codice sono raven, oriole e passport. Non dicono niente, anche perché Google non ha l'abitudine di usare nomi "parlanti" in questi casi. Ma forse è interessante il fatto che l'azienda non sta usando nomi di pesci come in passato. Raven e Oriole sono infatti due uccelli, e Passport potrebbe indicare qualcosa di completamente diverso. Oppure ci stiamo immaginando più del dovuto, chi lo sa?

Secondo 9to5Mac raven e oriole potrebbero indicare il Pixel 6, nella sua variante standard e in quella XL, mentre il passport potrebbe essere lo smartphone pieghevole di Google, di cui si è chiacchierato nelle scorse settimane (e di certo se ne parlerà ancora). Impossibile, al momento, sapere se queste intuizioni sono corrette. 

Pixel ovunque

La famiglia Pixel si è appena allargata con il Pixel 4a, e tra non molto vedremo anche il Pixel 5 e il Pixel 4a 5G. 

L'esistenza di un Google Pixel 5a è del tutto prevedibile, considerata la strategia di Google fino a oggi. Così come è probabile che questo smartphone arriverà nell'estate del 2021, a circa un anno dal Pixel 4a (la cui uscita è stata ritardata a causa di covid-19). 

Se state considerando l'acquisto di un Google Pixel 4a, quindi, forse non è il caso di attendere il suo successore. 

Tom Bedford
Deputy Editor - Phones

Tom's role in the TechRadar team is to specialize in phones and tablets, but he also takes on other tech like electric scooters, smartwatches, fitness, mobile gaming and more. He is based in London, UK.


He graduated in American Literature and Creative Writing from the University of East Anglia. Prior to working in TechRadar freelanced in tech, gaming and entertainment, and also spent many years working as a mixologist. Outside of TechRadar he works in film as a screenwriter, director and producer.