Skip to main content

Google, in arrivo le app Android multipiattaforma

Android
(Immagine:: Google)

In un post pubblicato di recente sul suo blog ufficiale, Google afferma di voler lanciare un nuovo SDK (kit di sviluppo software) multipiattaforma che consentirà agli sviluppatori di creare app compatibili anche con dispositivi non Android.

Il software SDK permetterà di implementare alcune funzioni chiave all'interno delle app, come il rilevamento di dispositivi vicini e la possibilità di stabilire una connessione sicura tra smartphone Android e non Android. Il kit SDK cross-device di Google utilizza Wi-Fi, Bluetooth e banda ultralarga per offrire una connettività multidispositivo.

Nella pagina dedicata al progetto, Google descrive l'utilità del Kit SDK in diversi possibili scenari. Ad esempio, l'introduzione di app multipiattaforma potrebbe consentire a più utenti di scegliere il cibo dal menù di un'app legata a un servizio di consegne a domicilio utilizzando ognuno il suo smartphone. Sarebbe anche possibile riprendere un attività iniziata sullo smartphone (come la lettura di un articolo) da un tablet collegato ad esso.



Nearby share

(Image credit: Google)

In effetti, a uno sguardo più attento potrebbe sembrare i un'espansione dell'app Nearby Share, che consente agli utenti di Android di trasferire file a Chromebook e altri dispositivi Android. Ad aprile, Mishaal Rahman, Technical Editor presso Esper, aveva parlato di un imminente aggiornamento di Nearby Share che avrebbe consentito di condividere rapidamente i file tra i dispositivi con cui si è connessi a Google. Durante il keynote del CES 2022, Google ha anche dichiarato che nel corso dell'anno porterà Nearby Share sui dispositivi Windows.

Il Kit SDK è disponibile in anteprima per gli sviluppatori e, almeno per ora, funziona solo con telefoni e tablet Android. Google intende estendere il supporto ad "altri dispositivi Android e a sistemi operativi non Android", tra cui iOS e Windows, anche se non ha detto quando.

Dal momento che la funzionalità è ancora in beta e ci sarà da aspettare un po' per vedere le prime app che faranno da ponte tra dispositivi iOS e Android. Tuttavia, sarà interessante vedere come gli sviluppatori implementeranno questa nuova funzionalità e se renderà più comodo l'utilizzo di alcune app.

Marco Silvestri
Senior Editor