Skip to main content

Google e Facebook, gli investimenti pubblicitari superano per la prima volta il settore televisivo

Facebook Ads
(Image credit: Will Francis / Unsplash)

Secondo i nuovi dati dell'ente Warc, quest’anno le aziende di brand famosi sono destinate a spendere più soldi per la pubblicità con Facebook e Google di quanto spendano nel settore televisivo globale.

Secondo la società, le entrate pubblicitarie per Facebook e la società capogruppo di Google, Alphabet, dovrebbero raggiungere 231.9 miliardi di dollari nel 2020.

La spesa pubblicitaria televisiva crescerà del 2,5 per cento quest'anno per raggiungere la percentuale del 29,2 di tutta la pubblicità globale. Tuttavia, questo aumento arriverà a seguito delle elezioni statunitensi del 2020 che vedranno spesi oltre 6 miliardi di dollari per promuovere campagne presidenziali.

I brand spenderanno 192,6 miliardi di dollari per la pubblicità in TV quest'anno, il che evidenzia, per la prima volta, il fatto che vi siano più investimenti sull’online che sulla TV.

Pubblicità globale

Nel 2020, la spesa pubblicitaria globale complessiva dovrebbe aumentare del 7,1 per cento per raggiungere 600 miliardi di dollari, grazie in parte alla crescita del 13,2 per cento nelle campagne pubblicitarie online. Facebook e Alphabet sono destinati a guadagnare 35 centesimi per ogni dollaro speso quest'anno per la pubblicità.

James McDonald, caporedattore di Warc, ha spiegato che l'importo speso in pubblicità su Internet è aumentato in modo significativo dal 2015, affermando che:

"La crescita della pubblicità su Internet è stata molto più forte di quanto suggerirebbe lo stato dell'economia globale, con una crescita media sette volte più veloce al mercato globale dal 2015. Ma, a parte la regolamentazione, le piattaforme online sono vincolate dalla legge dei grandi numeri e la crescita delle entrate sta facilitando i protagonisti come Alphabet e Facebook. "

Sebbene i colossi della tecnologia supereranno la spesa pubblicitaria TV, i dati di Warc hanno anche dimostrato che quest’anno i media tradizionali dovrebbero subire una crescita record dell'1,5% per raggiungere 324,2 miliardi di dollari, che segna il primo aumento dal 2011. Questa crescita sarà probabilmente stimolata dalle campagne elettorali presidenziali statunitensi e dalle Olimpiadi di Tokyo.

Tuttavia, i dati di Warc non includono il potenziale impatto dell'epidemia di coronavirus che potrebbe provocare gravi conseguenze, nel caso eventi di grandi dimensioni come le Olimpiadi o il torneo Euro 2020 vengano annullati o rinviati.