Skip to main content

Coronavirus, l'elettronica tra i beni di prima necessità: i negozi possono aprire

(Image credit: Flickr)

Le azioni governative si stanno susseguendo giorno dopo giorno a causa della pandemia del nuovo coronavirus che ha raggiunto ormai tutta Europa dopo il nostro paese: decreti, comunicati e conferenze stampa non rendono facile avere una visione complessiva e chiara di ciò che sta accadendo.

Ricordandovi che è necessario rimanere il più possibile a casa, informarsi e seguire pedissequamente tutte le indicazioni per rallentare e fermare il contagio, cerchiamo di fare un po' di chiarezza su un piccolo aspetto che ci appassiona di più come TechRadar: la tecnologia.

Il decreto lascia aperti i negozi di tecnologia

Il decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri (DPCM) datato 11 marzo 2020, è diventato famoso per essere il decreto #IoRestoACasa: tra le altre indicazioni presenti, sono state provvisoriamente sospese le attività considerate non essenziali per la cittadinanza su tutto il territorio nazionale.

Tra quelle però giudicate fondamentali per il corretto funzionamento della vita quotidiana, l’allegato al decreto riconosce anche come attività di prima necessità il “commercio al dettaglio in esercizi non specializzati di computer, periferiche, attrezzature per le  telecomunicazioni,  elettronica  di consumo audio e video, elettrodomestici” e "commercio al dettaglio di apparecchiature informatiche e per le telecomunicazioni in esercizi specializzati".

In altre parole, vengono riconosciuti come fondamentali smartphone, tablet, elettrodomestici o qualsiasi altra apparecchiatura elettronica o informatica e sarà quindi possibile trovare aperti i relativi negozi, anche se con una nota successiva è stato chiarificato che questi dovranno essere chiusi in festivi e prefestivi.

Nonostante la possibilità di rimanere aperti, Unieuro, Mediaworld, Apple Store hanno comunque deciso di chiudere tutti i loro punti vendita. Vi invitiamo quindi a verificare l'effettiva apertura del vostro negozio di fiducia prima di uscire di casa.

Vi ricordiamo comunque che è necessario, sia da parte dei rivenditori che da parte nostra, rispettare tutte le norme igienico sanitarie, la distanza di sicurezza e seguire tutte le precauzioni possibili anche all’interno dei locali commerciali: andare in un negozio di tecnologia può essere utile nel caso non abbiate più uno smartphone per sentirvi con le persone a cui siete più affezionati, o se vi s’è rotto un elettrodomestico fondamentale per la cura della vostra casa o se vi serve un dispositivo per seguire le vostre lezioni universitarie o lavorare in remoto.

Vi facciamo inoltre notare che i market digitali effettuano ancora le consegne, quindi, se sapete già cosa acquistare (magari grazie alle nostre guide che vi permettono di scegliere il prodotto più adatto a voi), potrete usare uno dei tanti siti web disponibili e acquistare senza necessariamente uscire dalle vostre case.