Skip to main content

Apple riconquista il trono del mercato smartphone

iPhone 13
(Image credit: TechRadar)

Apple riconquista il primo posto della classifica dei produttori di smartphone del mondo grazie al successo commerciale di iPhone 13, con un trimestre record secondo gli ultimi dati.

Infatti, secondo i dati di vendita di Canalys (opens in new tab), Apple ha conquistato una quota di mercato del 22% per le vendite complessive nel quarto trimestre del 2021, surclassando il rivale storico Samsung che si è attestato al 20%.

Tutto questo a fronte di problemi di fornitura e carenza di chipset, situazione che ha costretto il colosso di Cupertino a riorganizzare i piani commerciali e sacrificare gli iPad per ottenere i chip necessari a fabbricare gli iPhone 13.

Il picco dei iPhone 13

La gamma iPhone 13 è stata lanciata a settembre 2021, con una quantità enorme di preordini in tutto il mondo.

"Apple torna in cima al mercato degli smartphone dopo tre trimestri, grazie alle performance stellari di iPhone 13", afferma l'analista di Canalys Sanyam Chaurasia.

Apple ha registrato prestazioni senza precedenti per l'iPhone nel territorio cinese, con prezzi aggressivi per i modelli di punta. Sebbene la supply chain stia tornando alla normalità, Apple è stata comunque costretta a tagliare la produzione del quarto trimestre a causa della mancanza di componenti. In ogni caso, i tempi di consegna sono rimasti adeguati nei mercati ad alta priorità, mentre in altre aree geografiche le attese si sono prolungate.

Di solito, il quarto trimestre è il periodo di punta nella vendita dei dispositivi, grazie alla spinta delle festività.

Tuttavia, Canalys ha sottolineato che le vendite totali del trimestre sono cresciute solo dell'1% proprio a causa dei problemi di fornitura, senza dimenticare l'acuirsi dei contagi di COVID-19.

Il gigante cinese degli smartphone Xiaomi è stato colpito duramente da tali problemi, scendendo in terza posizione con una quota del 12%, facendo meglio dei rivali connazionali Oppo e Vivo, rispettivamente con una quota di mercato del 9% e dell'8%.

Canaly prevede che le vendite resteranno costanti nel corso della 2022, a fronte dei continui problemi causati dalla pandemia e dalla carenza di chip, sebbene quest'ultima dovrebbe mitigarsi entro metà anno.

Marco Doria
Senior editor

Senior Editor and Professional Translator. Boardgaming enthusiast, Tech-lover.