Skip to main content

Google Pixel 6a vs Pixel 6: confronto

Google Pixel 6a vs Pixel 6
(Image credit: Future / Google)

Google Pixel 6a vs Pixel 6, come se la cavano a confronto? Google Pixel 6 si è imposto rapidamente come uno dei Pixel più popolari della storia degli smartphone Google.

I fan ne hanno apprezzato il design esclusivo, ma anche le doti fotografiche e l'esperienza software che solo i dispositivi Google riescono a garantire. Non a caso si trova stabilmente nella nostra lista dei migliori smartphone fin dalle prime settimane successive al lancio.

Il problema principale stava nel prezzo, campo nel quale Google Pixel 6a riesce a spiccare ponendosi come un'ottima alternativa economica al modello di punta; come logica impone, la riduzione di prezzo pesa in alcune aree che mettono i due smartphone su due livelli leggermente diversi.

In questo confronto sintetico andremo a individuare e analizzare le differenze di base tra i due modelli per capire quale dei due potrebbe essere l'acquisto migliore per voi.

Pixel 6a vs Pixel 6: prezzo

Sulla carta, Google Pixel 6a è il telefono più economico tra i due con un prezzo di 459 euro. Al momento è disponibile solo su prenotazione sul sito ufficiale di Google. (opens in new tab)

The Google Pixel 6a

The Google Pixel 6a's app drawer (Image credit: Future)

Nel confronto va tenuto presente che Pixel 6 è in circolazione da quasi un anno e in questo lasso di tempo ha subito diverse riduzioni di prezzo. In alcuni Paesi, infatti, il prezzo del Pixel 6 si avvicina molto a quello di Pixel 6a. 

Detto questo, sul sito Google Pixel 6 viene proposto a un prezzo di €649 (opens in new tab), esattamente 200 euro in più del modello economico.

Se trovate una buona offerta su Pixel 6, la differenza di prezzo potrebbe rappresentare un fattore di scelta secondario.

Pixel 6a vs Pixel 6 design

Pixel 6 e Pixel 6a hanno un aspetto talmente simile che in questo caso il confronto richiede uno sforzo minimo.

La famiglia Pixel 6 ha un design distintivo che spicca per il comparto fotografico orizzontale di colore nero posto sul retro delle tre varianti. La fotocamera di Pixel 6a sporge meno e nel complesso il design della variante entry di Google risulta più compatto rispetto a Pixel 6 e Pixel 6 Pro, con un peso di appena 178g rispetto ai 203g della variante standard.

Google Pixel 6

(Image credit: Future)

Il Pixel 6a ha una cover posteriore in plastica, mentre Pixel 6 presenta uno strato di vetro. In questo caso, nonostante il materiale utilizzato per la scocca di Pixel 6 sia più pregiato, in caso di caduta probabilmente Pixel 6a risulterebbe meno soggetto alle classiche crepe che si manifestano sulle cover in vetro.

Nessuno dei due dispone di un jack audio da 3,5 mm ed entrambi utilizzano lo standard USB-C per la ricarica e il trasferimento dei dati.

Per concludere, Pixel 6a utilizza una versione più avanzata dello scanner di impronte digitali a schermo, quindi lo sblocco è notevolmente più rapido e affidabile rispetto a quello di Pixel 6.

Pixel 6a vs Pixel 6 display

Google Pixel 6 vanta un pannello da 6,4 pollici, più grande rispetto a quello da 6,1 pollici del Pixel 6a.

Al di là delle preferenze personali rispetto alle dimensioni dello schermo, il Pixel 6 ha un display superiore. La risoluzione è la stessa (1080 x 2400) ma la frequenza di aggiornamento è di 90Hz su Pixel 6, mentre su Pixel 6a scende a un anacronistico valore di 60Hz. Pixel 6 può anche contare sullo standard HDR10+, assente sulla variante entry level.

Google Pixel 6a

(Image credit: Future)

Entrambi i display presentano un foro per la selfie camera al centro del pannello.

Pixel 6a vs Pixel 6 fotocamera

I comparti fotografici di Google Pixel 6a e Pixel 6 hanno due sensori su tre in comune.

La selfie camera è la stessa da 8MP f/2.0 che si è rivelata ottima nei nostri test, così come il sensore ultra-wide da 12MP f/2.2 con campo visivo di 114 gradi.

La differenza principale sta nella fotocamera principale: mentre Pixel 6 ha un sensore da 50MP f/1.9 ad alta risoluzione, Pixel 6a dispone dello stesso sensore da 12,2MP f/1.7 che si trova sui modelli della gamma Pixel 5 ed è in uso già da diversi anni.

Google Pixel 6

(Image credit: Future)

Anche se i numeri possono far pensare a una differenza enorme non è cosi. Il sensore di Pixel 6a è ancora in grado di scattare foto di buon livello, pur non riuscendo a raggiungere la risoluzione di Pixel 6.

Il software AI Google per la fotocamera assottiglia ulteriormente le differenze tra i due smartphone ottimizzzando gli scatti tramite complessi algoritmi AI che garantiscono risultati eccellenti indipendentemente dal sensore.

Pixel 6a offre anche molte delle funzioni presenti sulla fotocamera di Pixel 6, in particolare Magic Eraser, che consente di selezionare gli elementi indesiderati nelle foto e di eliminarli grazie all'intelligenza artificiale.

Pixel 6a vs Pixel 6 specifiche e prestazioni

Tutti e tre i membri della famiglia Pixel 6 hanno lo stesso chipset.

Si tratta del processore Tensor sviluppato da Google che ha esordito proprio con la gamma Pixel 6. In termini di prestazioni, ha ottenuto risultati di fascia medio-alta nei nostri test benchmark, ma il suo vero punto di forza sta nella gamma di funzioni AI di cui dispone. Molte di queste sono associate al comparto fotografico.

The Google Pixel 6a

(Image credit: Future)

Per quanto riguarda gaming, app AI e multitasking, Google Pixel 6a ha prestazioni sovrapponibili a quelle di Pixel 6, quindi in quest'ambito non ci sono differenze sufficienti a determinare un vincitore tra i due. Detto questo, il Pixel 6 standard è in ha 8 GB di RAM, mentre il Pixel 6a ne ha 6GB.

Il 5G è presente su entrambi, quindi anche la connettività risulta identica.

In termini di memoria, entrambi i telefoni hanno un'opzione da 128 GB, ma il Pixel 6 viene proposto anche ne taglio da 256 GB.

Pixel 6a vs Pixel 6 software

Anche in questo caso il software è Android 12 per entrambi gli smartphone, quindi non ci sono differenze notabili. 

Google produce Android e le versioni dell'OS che troviamo sui Pixel sono "come mamma le ha fatte". A differenza di altri produttori, Google non ha bisogno di adattare l'interfaccia del suo OS ai Pixel, in quanto questi sono concepiti proprio sulla versione stock di Android.

Google Pixel 6

(Image credit: Future)

Il sistema operativo Android dei Pixel è molto pulito, privo di bloatware e dispone unicamente delle applicazioni Google preinstallate (come G Pay, G Maps e Play Store).

I telefoni Pixel vengono generalmente considerati i migliori dispositivi Android in termini di esperienza software, e i Pixel 6 lo confermano.

Pixel 6a vs Pixel 6 autonomia

Passando all'autonomia le differenze emergono in modo prepotente. Sulla carta la batteria da 4.614 mAh del Pixel 6 e quella da 4.410 mAh di Pixel 6a sembrano abbastanza simili, in particolare se si tiene conto delle differenze di display e dimensioni.

Durante i nostri test però, abbiamo riscontrato che la durata della batteria del Pixel 6 era buona, mentre quella del Pixel 6a ci ha un po' deluso.

The Google Pixel 6a

(Image credit: Future)

A cambiare è anche la velocità di ricarica: il Pixel 6a ha una potenza di soli 18 W, il che significa che impiega quasi due ore per raggiungere il livello massimo di carica. Pixel 6 dispone di una ricarica cablata da 30 W  che gli consente di raggiunge l'80% in un'ora di ricarica; in aggiunta dispone anche di una ricarica wireless da 21 W e di un opzione per la condivisione della ricarica wireless.

Quale scegliere

Sotto diversi punti di vista Pixel 6 e Pixel 6a sono identici.

Il software è lo stesso, come anche il processore e le funzioni AI della fotocamera. Queste somiglianze rendono l'esperienza d'uso molto simile, quasi sovrapponibile.

Il Pixel 6a ha qualche vantaggio, come il lettore di impronte digitali più reattivo e un design più compatto e leggero che potrebbe andare a geni a chi odia i padelloni.

Tuttavia, per molti aspetti, Pixel 6 si dimostra superiore. La fotocamera principale ha una maggiore risoluzione che si fa notare negli scatti, la batteria dura di più e la ricarica è più veloce. Ci sono 2GB di RAM in più che possono tornare utili con alcune app e lo schermo ha una frequenza di aggiornamento superiore.

In sostanza, se lo trovate a prezzo simile o di poco superiore, Pixel 6 ha qualcosa in più da offrire di PIxel 6a, ma se preferite il design compatto e avete un budget limitato la variante entry level di Google è rimane un'opzione validissima, soprattutto  se dovesse scendere di prezzo nei prossimi mesi.

Tom Bedford
Tom Bedford

Tom's role in the TechRadar team is to specialize in phones and tablets, but he also takes on other tech like electric scooters, smartwatches, fitness, mobile gaming and more. He is based in London, UK.


He graduated in American Literature and Creative Writing from the University of East Anglia. Prior to working in TechRadar freelanced in tech, gaming and entertainment, and also spent many years working as a mixologist. Outside of TechRadar he works in film as a screenwriter, director and producer.

With contributions from