Skip to main content

Recensione GoPro Hero 7 Black

Questa action camera ex top di gamma è ancora la preferita di molti

Editor's Choice

 GoPro Hero 7 Black: qualità di foto e video 

Oltre alle numerose modalità disponibili per girare fantastici video, con la Hero 7 Black potrete scattare foto da 12 MP, sia in formato RAW che JPEG. Anche se la macchina è dotata solo di un piccolo sensore 1/2.3, la qualità degli scatti è molto buona.

Con una buona illuminazione i dettagli risaltano e rimangono nitidi anche nelle zone più esterne e sugli angoli della foto. Un attento esame delle immagini mostra come le stesse siano molto simili a quelle scattate da uno smartphone, piuttosto che a quelle scattate con una fotocamera compatta, ma i risultati sono assolutamente di tutto rispetto per una fotocamera del genere.

Immagine grandangolare

Per riuscire a ottenere un angolo di visione così ampio, sulla GoPro Hero 7 Black la distorsione della lente grandangolare in modalità Ultra Wide non viene corretta dal software. Quindi, qualsiasi soggetto lineare andrete a inquadrare, in particolare soggetti ravvicinati, risulterà distorto nel classico stile che molti associano alle videocamere GoPro. Non l’ideale per la fotografia di architettura, ma potenzialmente molto utile se volete far finta di essere in un video di Busta Rhymes. 

Immagine 1 di 2

Visione grandangolare

Immagine 2 di 2

Visione Lineare

Si può passare all’angolo di ripresa lineare per acquisire immagini non esageratamente distorte, anche se ovviamente con un campo visivo leggermente alterato. In alternativa, potete utilizzare lo zoom tattile di GoPro Hero 7 Black per restringere il campo visivo, sebbene quest’ultimo si comporti come uno zoom digitale, mantenendo l’output a 12 MP a scapito della qualità. Ci sarebbe piaciuto vedere un'opzione per ridurre semplicemente la risoluzione, in modo da compensare la distanza dello zoom.

L'opzione SuperFoto vi permette di catturare immagini ottimizzate, analizzando in automatico la scena e aumentandone la luminosità.

Le immagini scattate in modalità SuperFoto mostrano meno contrasto, che potrà comunque essere modificato anche in seguito. Il processo può portare a piccole variazioni del bilanciamento del bianco: una cosa a cui prestare attenzione, soprattutto per evitare di mescolare immagini dello stesso paesaggio scattate con diverse modalità.

Immagine 1 di 2

Con SuperPhoto spento

Immagine 2 di 2

Con SuperPhoto acceso

Anche sei file grezzi sono più ricchi di dettagli, bisogna ricordarsi che i file RAW scattati con una fotocamera dotata di un sensore così piccolo presentano comunque dei limiti. Tenete presente che non sono malleabili come quelli ottenuti con altri tipi di fotocamere, ma per l'archiviazione ricordate che potrebbe essere preferibile scattare immagini RAW.

La Hero 6 Black aveva già un sistema di stabilizzazione video efficiente, e se le vostre attività sportive vi tengono sempre in movimento, probabilmente ne avete già apprezzato l’utilità. Il nuovo sistema HyperSmooth della GoPro Hero 7 Black è, chiaramente, un passo avanti e mostra davvero il suo valore quando correte, andate in bicicletta o vi muovete su qualsiasi terreno accidentato. Potete vedere quanto funziona bene nei video qui sotto, il primo in 4K e il secondo a 1080p.

La funzione TimeWarp invece serve sostanzialmente per stabilizzare un video hyperlapse che potete catturare sia in prima persona che con il dispositivo montato su un veicolo in movimento. Da notare che è possibile modificare a piacimento l’intensità del rallentamento.

Il che è utile quando si vuole attirare l’attenzione su un movimento troppo veloce, magari ripreso con impostata la velocità massima di 30x, per esempio. Fortunatamente, GoPro Hero 7 Black vi tiene informati con un timer sul display su quale sarà lunghezza del video che state girando, in base alle impostazioni selezionate.

La funzione è eccezionale quando la fotocamera è in movimento, ma l’asso nella manica è che funziona particolarmente bene quando sia voi che altri soggetti nella scena vi muovete contemporaneamente, come le nuvole nel filmato qui sotto. 

Potete acquisire filmati Full HD fino a 240 fps, che possono essere rallentati fino a 30fps. I suoni vengono registrati in contemporanea, ma mentre i filmati possono essere riprodotti al rallentatore sul dispositivo, non è possibile riprodurre al rallentatore anche l’audio senza l’aiuto di un software come Quik.  

 Recensione GoPro Hero 7 Black: editing e app 

  •  Supporto a QuikStories abilitato  
  •  Backup automatico con spazio di archiviazione sul cloud di 250 GB (per gli utenti abbonati)  
  •  Compatibilità con Instagram migliorata 

GoPro Hero 7 Black è compatibile con le app GoPro e Quik per iOS e Android. 

Comunque, da quando la Hero 7 Black è uscita, GoPro ha riunito entrambe le app nella singola app GoPro. Questo vi permette di fare con facilità molte più cose rispetto trasferire solo le immagini sul vostro smartphone.

Potete impostare il caricamento automatico delle immagini sul vostro dispositivo, ad esempio, e chi ha un abbonamento GoPro Plus potrà usufruire di 250 GB di spazio di archiviazione sul cloud. Gli utenti di Instagram possono acquisire immagini con orientamento verticale con più facilità e aggiungere i loro filmati e le loro immagini direttamente nelle Storie, con la possibilità di personalizzarle con musica, effetti e sticker.

Abbiamo riscontrato alcuni problemi durante la connessione della nostra Hero 7 Black a un Huawei P20 Pro, ma non si sono verificati problemi di connessione con un iPad Mini con iOS 12. Tramite l’app GoPro potete visualizzare immagini e filmati, controllare la fotocamera da remoto, caricare filmati e immagini sul cloud e anche impostare una connessione attiva al vostro account social preferito.

Potrete anche aggiornare con facilità il firmware della fotocamera, in quanto grazie all’app non è necessario rimuovere la scheda microSD ed eseguire manualmente l'aggiornamento.

Durante il nostro test siamo riusciti a scaricare video 4K a 30fps a una velocità di circa un fotogramma al secondo di filmati 4K catturati a 30p, tramite una rete con banda wireless a 5 GHz e con il file convertito in HEVC (anziché H.264, comunque un’opzione disponibile). Questo va bene per i video brevi, ma probabilmente vorrete affidarvi alla porta USB dopo un'intera giornata di riprese. I filmati e le immagini sono stati subito trasferiti sul nostro dispositivo, archiviati per data.

L’inquadratura visualizzata tramite Live View non è resa con la massima qualità, ma diventa più nitida non appena si avvia la registrazione.

In ogni caso, la registrazione è iniziata non appena abbiamo chiesto alla telecamera di farlo dall'app, e l’anteprima delle riprese è apparsa nella galleria multimediale immediatamente dopo.