Skip to main content

LG TONE Free T90Q , recensione

Gli LG TONE Free T90Q sono auricolari True Wireless top di gamma.

LG TONE Free T90Q
(Image: © Future)

Verdetto

I nuovi LG TONE Free T90Q sono auricolari TWS molto validi a tutto tondo. Non hanno evidenti difetti e fatto tutto abbastanza bene, compresa la riduzione del rumore; tuttavia non eccellono in nulla. Il prezzo richiesto è alto, ma potrebbe essere giustificato da due caratteristiche uniche che non troverete altrove

Pros

  • +

    Disinfezione tramite UV

  • +

    Ascolto tramite jack 3,5 mm

  • +

    Applicazione versatile

Cons

  • -

    Non eccellono in nulla

  • -

    L’autonomia non è delle migliori

 LG ha ormai una sua tradizione nel piccolo (ma neanche tanto) mondo degli auricolari true wireless. Gli ultimi LG TONE Free T90Q  ampliano la famiglia, e rappresentano un interessante salto di qualità, pur mantenendo gli aspetti che da sempre rendono unica questa serie di prodotti. E grazie a una funzione particolare, gli LG TONE Free T90Q  riescono anche a ottenere una certa originalità, in un mondo di prodotto che bene o male sono tutti uguali.  

 Design 

LG TONE Free T90Q

(Image credit: Future)

 

Gli LG TONE Free T90Q   hanno una custodia circolare, molto compatta e comoda da trasportare anche in tasca. La finitura della plastica è morbida, molto piacevole al tatto. L’apertura è semplice ma non si capisce subito da che parte va aperta: il trucco è guardare il logo TONE e tenerlo dritto, così la custodia si aprirà nel modo corretto. La custodia ha una porta USB-C, ma la si può caricare anche in modalità wireless. 

Come sempre, il coperchio e gli auricolari sono tenuti in posizione da magneti, che sono piuttosto potenti. Quando si ripongono gli auricolari si ha la sensazione che questi ci vengano “strappati via” dalle mani, per andare a posizionarsi nel loro alloggio; una cosa abbastanza divertente. Al momento di estrarli però si scopre che non sono molto facili da afferrare: bisogna prenderci la mano e trovare il movimento giusto, e sicuramente ci sono auricolari migliori da questo punto di vista. 

La porta USB-C è interessante perché non serve solo per la ricarica. Grazie a un cavo jack 3,5 mm (incluso nella confezione), si possono usare gli LG TONE Free T90Q  anche con dispositivi privi di Bluetooth, perché avremo una custodia che fa da adattatore. Una piccola comodità in più, che potrebbe rivelarsi utile per qualcuno. Durante il test non abbiamo mai avuto bisogno di usarla, ma è vero che nel nostro caso i dispositivi senza Bluetooth sono usciti di scena da parecchio. 

Passando agli auricolari veri e propri, gli abbiamo trovati molto comodi. Hanno un design in-ear, quindi con una punta di gomma che va infilata in profondità nell’orecchio perché deve fare letteralmente da tappo. Così si ottiene l’isolamento passivo, che è importante per la riduzione del rumore. Se però siete tra quelle persone che non amano questo design, o che addirittura lo trovano doloroso, meglio guardare altrove. 

Detto questo, li abbiamo trovati molto comodi, riuscendo a indossarli anche per molte ore senza alcun problema - non ci hanno causato affaticamento né fastidi di alcun tipo. Gli LG TONE Free T90Q   sono certificati IPX4, quindi hanno una certa resistenza ai liquidi che li rende adatti all’attività sportiva, visto che non si rovineranno con il sudore. 

A proposito di sudore, gli LG TONE Free T90Q   hanno anche un sistema antibatterico. La custodia irraggia gli auricolari con raggi UV, per assicurare una migliore eliminazione dei batteri. Non abbiamo fatto test specifici, ma in effetti è noto che i raggi UV hanno (leggere) capacità battericide, quindi sicuramente questo dettaglio in più può essere di aiuto. 

Quanto alla connessione, gli LG TONE Free T90Q   supportano il Fast Pairing e la doppia connessione. Quindi i dispositivi nei dintorni li vedono non appena attivati e propongono l’accoppiamento (sia Windows sia Android) ed è possibile abbinare due disposivi insieme. 

Abbiamo associato lo smartphone Android e il portatile Windows, ma abbiamo notato che gli LG TONE Free T90Q   si collegavano automaticamente solo al sistema Android. Nel caso del laptop con Windows 11, invece, bisogna procedere a un abbinamento manuale tutte le volte. L’unica soluzione è disaccoppiare lo smartphone, e allora gli LG TONE Free T90Q   si collegano automaticamente al sistema Windows. Chiaramente è una scelta poco invitante per la maggior parte delle persone. 

Un’altra cosa che abbiamo notato, è che gli LG TONE Free T90Q   implementano le nuove funzioni di Android per supportare la connessione a più dispositivi, usando lo stesso account Google. In teoria, se avete più di uno smartphone, tablet e Chromebook, basta abbinarli una volta e poi potete passare da un device all’altro facilmente. 

Usandoli con Windows, però, succede che la riproduzione multimediale si interrompe per diversi secondi ogni volta che sul telefono arriva una notifica. Ci si può convivere, ma è parecchio seccante: al punto che qualche volta, per vedere un film abbiamo disconnesso il telefono. 

 Qualità audio e riduzione del rumore 

LG TONE Free T90Q

(Image credit: Future)

 

Gli LG TONE Free T90Q   suonano piuttosto bene in ogni situazione, ma sono particolarmente consigliabili a chi fa tante telefonate e ci tiene che si senta bene da entrambi i lati. Le conversazioni infatti sono sempre cristalline, e anche quando ci si trova in ambienti un po’ rumorosi, l’altra persona vi sentirà sempre bene, con la vostra voce sempre ben separata rispetto ai rumori di fondo. 

Passando alla multimedialità, sono auricolari più che validi anche per sentire musica. Anche perché all’interno dell’app LG TONE Free ci sono alcune opzioni di equalizzazione. Di base questi auricolari offrono uno spettro relativamente piatto, il che è una buona cosa, ma volendo potrete aumentare i bassi o gli altri, o selezionare un’altra delle voci a disposizione. Insomma, come versatilità non sono niente male. 

Il supporto a Dolby Atmos con funzione Head Tracking serve a fornire un migliore posizionamento dei suoni nello spazio. È una funzione che si può notare, in teoria, guardando un film che supporti certe funzioni. Ma sono piccoli auricolari, non è il caso di aspettarsi miracoli …

La funzione ANC si può regolare su tre diverse impostazioni: ON, OFF e Trasparenza. La funzione trasparenza funziona piuttosto bene, e permette di parlare con altre persone, sentendo tutto senza togliersi gli auricolari. 

La riduzione attiva del rumore fa un lavoro tutto sommato discreto. Continuerete a sentire quasi tutti i suoni ambientali, anche perché l’isolamento passivo fornito dagli auricolari è limitato. Ma tutto è abbastanza attutito, e una volta avviata la musica gli LG TONE Free T90Q   fanno un buon lavoro nell'isolarsi dall'ambiente circostante. 

Li abbiamo usati in ufficio e per strada: nel primo caso sono fantastici, perché tagliano egregiamente il suono dei condizionatori e il vocio sommesso dei colleghi. Se qualcuno alza la voce, invece, lo sentirete. Per strada il risultato è meno incisivo: i suoni del traffico si sentono ancora, seppure vagamente attutiti, e sono pochi quelli che risulteranno del tutto eliminati. Allontanandosi dal bordo strada, magari per entrare in un parco, le prestazioni migliorano subito e si ritrova una pace sonora molto piacevole. 

 Batteria 

LG TONE Free T90Q

(Image credit: Future)

 

Gli LG TONE Free T90Q offrono 6 ore di ascolto continuo,  un po’ di più se si disabilita la funzione ANC. Con la batteria si arriva a poco meno di 20 ore totali. 

Non è la migliore autonomia mai vista su degli auricolari TWS, ma ancora una volta non è male. E, soprattutto, sarà sufficiente per la maggior parte delle persone. A meno che non dobbiate affrontare spesso voli intercontinentali, infatti, 6 ore basteranno. Vanno bene anche per l’uso in ufficio, perché basterà metterle anche solo pochi minuti nella custodia per ricaricarle e andare avanti tutto il giorno. La batteria si ricarica in meno di un’ora, usando un caricatore rapido. 

L’autonomia dovrebbe essere adeguata alla maggior parte delle persone, tranne quelle a cui servono più di 6 ore i riproduzione continua. Se è anche il vostro caso, fortunatamente ci sono alcuni auricolari che riescono ad andare anche oltre. 

 LG TONE Free T90Q, ne vale la pena? 

 Gli LG TONE Free T90Q sono degli ottimi auricolari true wireless, senza evidenti carenze in nessun aspetto. Tuttavia non hanno nemmeno evidenti eccellenze, e il prezzo è piuttosto sostenuto 

 Comprateli se … 

 

Avete un occhio speciale per l’igiene

Gli LG TONE Free T90Q  si disinfettano tramite raggi UV ogni volta che li si ripone nella custodia. È un dettaglio in più che non troverete altrove. 

 

Vi interessa il jack da 3,5 mm

La possibilità di collegare dispositivi privi di Bluetooth potrebbe essere interessante in alcuni casi, ed è una cosa che rende LG TONE Free T90Q  un prodotto unico

 Non comprateli se …  

 

Volete il migliori rapporto qualità/prezzo

Gli LG TONE Free T90Q sono auricolari senza gloria né infamia, e il prezzo di €249 si giustifica solo se per voi hanno senso certi dettagli extra. Altrimenti meglio guardare altrove

 

Vi serve una maggiore autonomia

Con sei ore di riproduzione continua, e venti ore con la custodia, gli LG TONE Free T90Q  non sono campioni di autonomia. Non sono neanche pessimi, ma se volete una durata maggiore bisognerà guardare altrove

 Concorrenza 

(Si apre in una nuova scheda)

Apple AirPods Pro

Pur avendo un paio d’anni alle spalle, gli AirPods Pro sono ancora auricolari eccellenti. Fanno tutto alla grande, hanno la riduzione del rumore e costano un po’ meno rispetto agli LG. Non molto di meno, a dire il vero …

Leggi la recensione completa di Apple AirPods Pro (Si apre in una nuova scheda)

(Si apre in una nuova scheda)

Oppo Enco X2

I recenti Oppo Enco X2 sono eccellenti nella loro semplicità. Ottima qualità audio, valida riduzione del rumore e buona autonomia. Il tutto a un prezzo sensibilmente più basso rispetto a LG TONE Free T90Q.

Leggi la recensione completa di Oppo Enco X2 (Si apre in una nuova scheda) 

(Si apre in una nuova scheda)

Sony WF-1000XM4

I Sony WF-1000XM4 sono da sempre tra i migliori auricolari True Wireless, e continuano a rappresentare un punto di riferimento per qualità audio, riduzione del rumore, durata della batteria e completezza dell’applicazione. Il prezzo di listino è più alto, €280, ma si trovano a cifre più basse.  

Leggi la recensione completa di Sony WF-1000XM4 (Si apre in una nuova scheda) 

Valerio Porcu è Redattore Capo e Project Manager di Techradar Italia. È da sempre ossessionato dai gadget e dagli oggetti tecnologici che cambiano la nostra vita quotidiana, e dai primi anni 2000 ha deciso di raccontarla. Oggi è un giornalista con anni di esperienza nel settore tecnologico, e ha ancora la voglia di trovare le chiavi di lettura giuste, per capire davvero in che modo la tecnologia può rendere migliore la nostra vita quotidiana.