Recensione Lenovo ThinkPad X1 Extreme

ThinkPad X1 Extreme: Da un grande potere deriva un grande prezzo

Lenovo ThinkPad X1 Extreme
Image Credit: Lenovo

Perché puoi fidarti di TechRadar I nostri esperti revisori trascorrono ore a testare e confrontare prodotti e servizi in modo che tu possa scegliere il meglio per te. Scopri di più su come testiamo.

Prestazioni 

Ci siamo subito chiesti per quale motivo Lenovo avesse inserito una GPU discreta in una macchina che non è stata promossa come portatile da gioco. Dopo alcuni giorni con l'X1 Extreme, abbiamo capito che senza la GeForce GTX 1050 Ti, questo portatile soffrirebbe a causa dell'altissima risoluzione dello schermo.

La GPU integrata Intel UHD 630 del Core i7-8750H supporta il 4K, ma l’esperienza d’uso con software di grafica 3D o la visione di contenuti a tale risoluzione è davvero lenta.

Sebbene la GTX 1050 Ti non sia in grado di raggiungere frame rate di gioco decenti in 4K, può occuparsi della maggior parte dei software aziendali a quella risoluzione e, se vi “accontentate” del Full HD, potrete giocare a 60 frame al secondo, in alcuni videogame.

Questa macchina è l’ideale per attività di progettazione, CAD, modellazione 3D leggera e presentazioni, insieme a tutti gli usi tipici di un sistema per ufficio. Sebbene la GPU discreta non sia il massimo, la velocità dell'unità NVMe in combinazione con il processore e il chipset è eccellente. 

L'X1 Extreme ha una batteria a quattro celle Li-Polymer da 80WHr, che è almeno il 50% più grande rispetto a quelle equipaggiate dalla maggior parte dei portatili. Sembra abbastanza fino a quando non si scoprono le elevate esigenze della CPU Core i7, dello spazio di archiviazione NVMe, dei 32 GB di RAM e della GPU GeForce. Non aspettatevi che questo portatile abbia la durata della batteria di un Dell XPS o del Toshiba Portégé.

Benchmark

Ecco come si è comportato il Lenovo ThinkPad X1 Extreme nella nostra suite di test di benchmark:

3DMark: Sky Diver: 19.465; Firestrike: 6.467; Time Spy: 2.357
Cinebench: OpenGL: 105.28 fps; CPU: 1.004
Geekbench: 5.081 (single-core); 21.142 (multi-core); 37.869 (calcolo)
PCMark 8 (Home Test): 3.636
CrystalDiskMark: 3.304 Mbps (leggi); 2.396 Mbps (scrittura)
Passmark: 6.036
CPU Passmark: 13.608
CPU-Z: 455 (single thread); 3.043 (multi-thread)
Novabench: 2.576
Atto: 2,827 Mbps (letto, 256 MB); 2.281 Mbps (scrittura, 256 MB)
Sisoft Sandra (KPT): 3,61

La durata della batteria limitata è il compromesso per avere lo schermo 4K e la GPU discreta, e questo significa che non riuscirete a passare un'intera giornata lavorativa senza ricaricarla.

I benchmark del ThinkPad X1 Extreme sono sorprendenti per un notebook. Senza la GPU GeForce, tutti i test 3DMark sarebbero molto più bassi e le prestazioni in OpenGL di Cinebench sono più che triplicate rispetto a una soluzione integrata.

Per fare un confronto, un tipico punteggio Time Spy della GPU Intel UHD 630, sarebbe circa 350, il 15% di ciò che questo sistema raggiunge.

Le prestazioni dell'SSD sono ugualmente impressionanti; la velocità in lettura è di oltre 3.300 Mbps mentre quella in scrittura è di 2.400 Mbps. La possibilità di installare un'altra unità NVMe in una configurazione RAID potrebbe raddoppiare quei numeri, se si desidera il massimo delle velocità di archiviazione.

Se c'è un punto debole, è l’autonomia. Anche con 80WH di batteria a disposizione, questo notebook è durato solo 4 ore e 21 minuti nel test PCMark 08 Home con luminosità a 120 nits e la barra delle prestazioni di potenza impostata per massimizzare la durata della batteria. Non durerà un giorno lavorativo, quindi, soprattutto se userete la GeForce GTX 1050 Ti.

Lenovo ThinkPad X1 Extreme

Image Credit: TechRadar

Display

Lo schermo dell'X1 Extreme merita una menzione speciale, se non una recensione a parte.

Due aspetti di questo pannello sono degni di nota, il primo di questi è la risoluzione 4K. Poiché si tratta di uno schermo da 15,6 pollici, i pixel sono microscopici e, per impostazione predefinita, il sistema ridimensiona l'interfaccia al 250% per renderlo pratico da usare.

Tuttavia, tenete presente che, a meno che non si esegua un video 4K o si utilizzi un'applicazione in cui l'area di lavoro viene visualizzata alla massima risoluzione, può essere difficile distinguere tra 4K e 1080p.

La qualità visiva è incredibile per merito dell'eccellente rappresentazione dei colori su questo pannello. Raramente abbiamo visto uno schermo di un portatile coprire sia la gamma 100% sRGB che l’intera gamma Adobe RGB oltre a vantare una retroilluminazione di 400 nit.

Abbiamo testato lo schermo utilizzando un calibratore Datacolor Spyder 5 e confermato la maggior parte di queste specifiche, anche se la luminosità massima che abbiamo rilevato è stata di 350 nit.

Anche considerando le possibili eccezioni di una gamma tonale leggermente strana e una leggera distorsione della luminosità nella zona in alto a sinistra, il modello testato ha dimostrato di avere un ottimo schermo e questa è una caratteristica che i designer dovrebbero seriamente tenere in considerazione.

Configurazioni

Il portatile recensito è arrivato con 32 GB di RAM, ma potete richiedere un modello con 64 GB, anche se ciò potrebbe ridurre leggermente la durata della batteria. C'è anche un secondo slot M.2 per un'altra unità NVMe, se si desidera aggiungere più spazio di archiviazione.

Per coloro che vogliono risparmiare, è anche possibile ordinarlo con un'unità NVMe da 500 GB per poi passare a un'unità più grande, poiché l'installazione non è difficile. Samsung vende unità NVMe da 8 TB, ad esempio, per cui potreste aumentare la memoria interna a 16 TB.

Lenovo ThinkPad X1 Extreme

Image Credit: TechRadar

Conclusioni

II ThinkPad X1 Extreme è una macchina molto potente con prestazioni e specifiche valide persino per sistemi desktop, e probabilmente anche per alcune workstation.

Quando si combinano queste prestazioni con la ponderata tastiera, l’incredibile display, le porte e i potenziali aggiornamenti, il successo è garantito. Tuttavia, è difficile ignorare il prezzo elevato di questo notebook, che lo rende inaccessibile a coloro che non possono inserirlo nella nota spese della propria azienda.

Potete abbattere i costi con uno schermo touch-less, un SSD più piccolo, meno memoria e una CPU Core i5, ma, a questo punto, potreste anche cercare altro. La qualità costruttiva e le specifiche potrebbero giustificare il costo elevato per alcuni; noi comunque vorremmo che fosse meno costoso in modo da consentire a più persone di lavorare con un prodotto simile.