Skip to main content

Anteprima Sony ZH8 8K

Sony ZH8 è un televisore 8K entry-level

Che cos'è una recensione hands-on?
Sony Z8H/ZH8 8K TV
(Image: © TechRadar)

Prime impressioni

Sony ZH8 perde alcune delle tecnologie chiave viste sullo ZG9 dell'anno scorso nella speranza di creare un TV 8K più accessibile. Detto questo, il nuovo arrivato offre molte altre importanti tecnologie proprietarie, oltre a introdurre alcune innovazioni.

Pro

  • Immagini HDR straordinariamente luminose
  • Qualità del suono davvero impressionante
  • Ampi angoli di visione

Contro

  • Probabilmente costoso
  • Possibili problemi relativi ad Android

La presentazione di Sony Z9G TV 8K è stata davvero spettacolare, peccato per il prezzo. È disponibile solo nei formati da 85 e 98 pollici, che costano rispettivamente 13.000 e 70.000 dollari.

Sony ZH8) invece è la nuova gamma di TV 8K che Sony ha presentato al CES 2020 di Las Vegas.

Questi nuovi set 8K abbandonano la tecnologia del pannello Master Drive dello ZG9 a favore di un LED diretto con local dimming, ed è  privo della straordinaria luminosità da 4.000 nit dei modelli di punta.

Detto questo, ZH8 include comunque molte interessanti tecnologie d'immagine, oltre a introdurre alcune novità.

Design

La gamma ZH8 presenta un design piuttosto accattivante: una sottile cornice nera intorno allo schermo che continua in una esterna metallica. I piedini sono posizionati alle estremità del pannello (anche se possono anche essere posizionati più vicini tra loro se non si dispone di un mobile abbastanza ampio).

Questi piedi sono larghi solo un centimetro o due quando visti frontalmente, quindi difficilmente li noterete mentre guardate il TV.

Il design incorpora anche la più grande innovazione dello ZH8: i Frame tweeter. Questi sono rivolti in avanti e nascosti dietro i sottili bordi laterali del display; producono suono vibrando il display del TV. Un secondo set di woofer standard ad innesto frontale, sono nascosti sotto lo schermo.

Sony è stata coraggiosa, e ha voluto dimostrare la configurazione audio unica della ZH8 al CES con la prima performance di Jenny Lind al The Greatest Showman. E i risultati sono stati eccezionali.

Gli altoparlanti rivolti in avanti migliorano la diffusione del suono, garantendo un audio privo di distorsioni e con un'eccezionale gamma dinamica.

I Frame Tweeter non migliorano solo la diffusione e la qualità del suono, ma anche la direzionalità, ad esempio, se l'interlocutore si trova in alto a sinistra nello schermo, la voce sembrerà provenire proprio da quel punto.

(Image credit: TechRadar)

Prestazione

Sony ZH8 non monta un pannello Master Drive di Sony, per cui dovrebbe costare molto meno dello ZG9... o almeno è quello che speriamo. Il rovescio della medaglia è che non avrà altrettante  zone di dimming  (anche se Sony non condivide mai numeri specifici su questo); e, come abbiamo constatato, non è luminoso quanto il top di gamma.

Se non altro la qualità delle immagini di ZH8 è comunque eccellente.

Particolarmente impressionante è stata la resa di ZH8 nei contenuti HDR, come le luci al neon di Times Square nel quinto episodio  di Sully. Le luci erano estremamente vivide e definite, un'immagine da mascella slogata, per capirci.

La qualità dell'illuminazione deriva dalla sinergia di due tecnologie: X-Tended Dynamic Range (che prende energia da aree scure dell'immagine, dove non è necessaria, e la trasferisce  ad aree luminose) e dai controlli di retroilluminazione intelligenti forniti dal potente processore X1 Ultimate.

Siamo rimasti piacevolmente colpiti anche dalle prestazioni cromatiche del televisore. I colori dei neon di Times Square erano saturi ma naturali, inoltre le tonalità più scure, come i cieli grigi dietro un’imbarcazione sull'Hudson, sono parsi più naturali e uniformi rispetto a quanto visualizzato dal prodotto  concorrente che Sony aveva scelto per la dimostrazione.

Passando a Gravity, in cui Sandra Bullock fluttua impotente nello spazio, il TV ha visualizzato meravigliosamente sia l'oscurità dello spazio sia il vasto numero di stelle. Non c'era alcun segno della retroilluminazione  osservata sul TV 8K di fascia alta contro che Sony ha scelto per il confronto.

A sottolineare ulteriormente l'apparente superiorità della retroilluminazione c'era una scena di Chicken Little (!). Questa era caratterizzata da un cielo bluastro serale punteggiato da alcune stelle e una luce verde incandescente che gira e rigira, finché non crea un alone luminoso nel cielo. E mentre il cielo blu di Sony sembrava uniforme e naturale, quello del televisore  rivale mostrava chiari segni di blooming e manipolazione della retroilluminazione intorno alle parti più luminose dell'immagine.

Le stelle e l'alone verde dello ZH8 non sembravano così luminose come quelle del set rivale. Nel complesso l'approccio del set di Sony è apparso più coinvolgente e naturale, grazie all'eccellente gestione della retroilluminazione.

(Image credit: TechRadar)

La sequenza iniziale di The Revenant, in cui la faccia di Leonardo Di Caprio appare in primo piano sullo sfondo di un cielo bianco, non mostrava praticamente alcun problema di bande cromatiche (colour banding), a differenza di quasi ogni altro TV su cui ho visto questa sequenza; merito della tecnologia Super Bitmapping del processore X1 Ultimate.

C'era anche un eccessivo contrasto sul volto di Di Caprio, sul televisore di confronto, che era completamente assente su ZH8.

Sony non stava solo confrontando ZH8 con uno schermo 8K rivale; durante lo show che ha tenuto al CES, l’azienda aveva anche un monitor OLED professionale Sony BVM-X300 posto accanto ad esso. Sorprendentemente, le prestazioni di ZH8 si avvicinavano a quelle di X-300.

Come se non bastasse, Sony ZH8 ha prodotto livelli di nero incredibilmente profondi e naturali durante la dimostrazione, pur sfruttando i benefici della tecnologia X-Wide Angle di Sony, che provoca problemi di retroilluminazione e contrasto in alcuni modelli dell'azienda.

(Image credit: TechRadar)

Suono

Sony ha anche dimostrato la sequenza in It in cui Pennywise terrorizza i bambini fuggendo da una fotografia proiettata. Questa sezione del film presenta un mix di suoni Dolby Atmos estremamente dettagliato e crescente, ma ZH8 lo ha gestito in modo superbo. Non ho percepito alcuna distorsione. Ancora meglio, i frame tweeter hanno aiutato il televisore  a riprodurre chiaramente la voce dei bambini terrorizzati, nonostante l'intensità del volume.

Per assicurare la migliore resa sonora dal suo nuovo e potente sistema di altoparlanti, Sony ha dotato i suoi nuovi televisori  di una funzione di auto-calibrazione. Viene emesso un tono di prova per misurare le qualità riflettenti della stanza, per trovare e impostare i valori migliori.

Primo verdetto

Per quanto amassimo la gamma ZG9 8K di Sony del 2019, erano chiaramente oltre il budget della maggior parte dei comuni mortali. ZH8 dovrebbe avere un prezzo più accessibile e, fortunatamente, garantire comunque un'esperienza fantastica. Nei prossimi mesi, testeremo questo prodotto in modo più approfondito. 

Che cos'è una recensione hands-on?

Le recensioni "Hands on" sono le prime impressioni di un giornalista, basate su un utilizzo dell'oggetto per breve tempo. Potrebbe trattarsi di pochi momenti o qualche ora. La cosa imporante è che abbiamo potuto usarlo personalmente e possiamo raccontarti ciò che ci è sembrato, anche se è solo un giudizio embrionale. Per saperne di più leggi Garanzia delle recensioni TechRadar.