Sviluppatori, Linux ha superato macOS (pare)

Linux computer
(Immagine:: Shutterstock)

I nuovi dati relativi al 2022 portano risultati sorprendenti su quali siano i sistemi operativi più popolari nel 2022.

L'indagine di Stack Overflow per il 2022 riporta che il software basato su Linux è ora più popolare di macOS di Apple. Sembra che gli sviluppatori stiano "migrando" verso piattaforme diverse. 

Le distro Linux rappresentano circa il 40% del totale, sia per uso personale che professionale, e sono riconosciute come alcuni dei sistemi operativi più personalizzabili e adattabili per gli sviluppatori. La quota del 40% è aumentata continuamente negli ultimi 5 anni, più o meno del 25% ogni anno, il che dimostra un significativo passaggio a Linux che potrebbe continuare nel 2023.

Sistemi operativi di programmazione più diffusi

Tuttavia, le cifre di macOS continuano a essere forti, rappresentando il 31% degli utenti personali e il 33% degli utenti professionali.

Forse meno scioccante è la popolarità di Windows, che conquista la prima posizione come sistema operativo più utilizzato, con quasi due terzi (62%) degli utenti privati che preferiscono il sistema operativo e quasi la metà (49%) degli utenti professionali che scelgono il prodotto di Microsoft. 

Il 2022 è stato anche l'anno della crescente popolarità di Windows 11, secondo i dati mensili di Statcounter, che mostrano un aumento costante da una quota di mercato inferiore al 3% nel gennaio 2022 a un tasso di adozione di oltre il 16% nel novembre 2022. Windows 10 rimane la versione più popolare del sistema operativo fino ad oggi, rappresentando un significativo 70% delle distribuzioni del sistema operativo.

Inoltre, Statcounter riporta che Windows rappresenta il 75% di tutti gli utenti di computer a livello globale, inclusi ed esclusi gli sviluppatori. macOS occupa solo il 16% del mercato, mentre Linux rappresenta meno del 3%, il che implica ulteriormente che si tratta di una scelta popolare per sviluppatori e programmatori. 

Valerio Porcu è Redattore Capo e Project Manager di Techradar Italia. È da sempre ossessionato dai gadget e dagli oggetti tecnologici che cambiano la nostra vita quotidiana, e dai primi anni 2000 ha deciso di raccontarla. Oggi è un giornalista con anni di esperienza nel settore tecnologico, e ha ancora la voglia di trovare le chiavi di lettura giuste, per capire davvero in che modo la tecnologia può rendere migliore la nostra vita quotidiana.