Skip to main content

Seagate annuncia i prossimi dischi da 18TB

Seagate logo
(Image credit: Seagate)

Durante una conferenza stampa con analisti e investitori Seagate ha finalmente rivelato i suoi piani relativi alla distribuzione dei suoi nuovi hard disk ad alta capacità. Nonostante l’ottima notizia i primi invii dei dischi HAMR, con capacità fino a 18TB, sono previsti a metà del 2020.

Secondo quanto rivelato durante la conferenza i dischi avranno una tecnologia molto simile a quella a nove piatti dischi utilizzata negli attuali Exos da 16TB (così da ottimizzare i tempi di produzione) e utilizzeranno l’ormai tradizionale sistema di registrazione dei dati CMR (Conventional Magnetic Recording) mentre Seagate introdurrà la nuova tecnologia SMR (Shingled Magnetic Recording) solo con il modello da 20TB in uscita a fine 2020.

Seagate Roadmap 2020

(Image credit: Seagate)

L’azienda ha poi previsto di superare il milione di dischi Exos da 16TB entro la fine del 2019, rimarcando di voler continuare a dominare il mercato dei dischi ad alta capacità almeno fino al lancio dei nuovi modelli della concorrenza Western Digital da 18 e 20TB basati su tecnologie HAMR+SMR. Fino a quel momento quindi, Seagate provvederà a distribuire i futuri modelli a clienti selezionati che potranno così sfruttare al meglio le implementazioni dei dischi da 20TB che potrebbero utilizzare un’architettura sia a uno sia a due attuatori così da costruire un sistema di gestione dei dati “fatta su misura” per le necessità delle varie aziende.

Il CEO di Seagate, Dave Mosley, ha poi proseguito:

“Ci stiamo preparando a spedire i dischi da 18TB nella prima metà dell'anno solare 2020, per mantenere la nostra leadership. Grazie alla nostra rivoluzionaria tecnologia HAMR, Seagate conta di raggiungere di raggiungere almeno il 20% del mercato dei dischi ad alta capacità nel prossimo decennio. Siamo sulla buona strada per assicurare la spedizione delle unità da 20TB con tecnologia HAMR già prima della fine del prossimo anno...

…Con l’aumento della densità dei dischi la tecnologia a doppio attuatore è l’unica che permetterà un accesso ai dati rapido e senza perdita di performance. e pPrevediamo che la richiesta di dischi con tecnologia a doppio attuatore continuerà ad aumentare non appena si arriverà a superare capacità di 20TB”.