Skip to main content

Microsoft salva TUTTA la musica del mondo, cristalli in una fortezza al Polo Nord

Global Music Vault
(Image credit: Global Music Vault)

Sta per aprire la Global Music Vault, un luogo progettato per conservare la musica del mondo. Nascerà a Svalbard, in Norvegia, dove già è operativa la Global Seed Vault, dove si conservano semi di ogni tipo e genere. Il luogo è stato scelto perché la sua stabilità climatica e geologica assicurano che i dati - e i semi - corrano meno rischi possibile. 

Conservare tutta la musica del mondo non è certo un compito facile, e per realizzarlo entra in gioco anche Microsoft. Il colosso del software sta lavorando per sviluppare supporti di memoria a lunghissima durata. Perché il punto è proprio quello, salvare delle informazioni e fare il possibile affinché siano leggibili anche tra dieci, cento, mille anni. Non è affatto semplice. 

Microsoft Project Silica

(Image credit: Microsoft)

Microsoft ha Project Silica (opens in new tab), che al momento è ancora nella fase iniziale. L'idea è di usare cristalli di quarzo (vetro) come supporto di memorizzazione. Una scelta che garantirebbe la massima resistenza agli stimoli ambientali, con dati che sarebbero leggibili anche dopo terremoti, alluvioni o incendi. Magari non è indistruttibile, ma è sicuramente più solido del nastro magnetico. Il cristallo di quarzo può resistere anche a un EMP, il che è davvero fantastico. 

Ogni wafer di quarzo sarà un "foglio" grande 75x75x2 mm, e sarà in grado di archiviare 100 GB di dati. Le informazioni vengono scritte con il laser. La lettura si basa su un flusso di luce polarizzata, e un algoritmo di apprendimento automatico per la decodifica dell'informazione. In teoria i dati dovrebbero durare per "molte migliaia di anni", che è proprio il punto del progetto. 

In prospettiva, la Global Music Vault sarà il luogo di conservazione per diversi petabyte di dati. E sarà in qualche modo un luogo magico, come lo è la banca dei sei: una fortezza sotterranea, inaccessibile e protetta, dove trovare e riscoprire tutta la musica che sia mai stata registrata. 

Comunque sì, cristalli con i dati, Polo Nord ... il pensierino su Superman ci è venuto. 

via ExtremeTech

Valerio Porcu è Redattore Capo e Project Manager di Techradar Italia. È da sempre ossessionato dai gadget e dagli oggetti tecnologici che cambiano la nostra vita quotidiana, e dai primi anni 2000 ha deciso di raccontarla. Oggi è un giornalista con anni di esperienza nel settore tecnologico, e ha ancora la voglia di trovare le chiavi di lettura giuste, per capire davvero in che modo la tecnologia può rendere migliore la nostra vita quotidiana.