iPad Pro (2022) ufficiale, con chip M2 e iPad OS 16

iPad Pro (2022)
(Immagine:: Apple)

Apple ha introdotto ufficialmente il nuovo iPad Pro, tablet di fascia alta dotato di processore M2, lo stesso dei nuovi Macbook Air e Macbook Pro.  A parte il nuovo processore, le altre caratteristiche sono quelle già viste nell'iPad Pro attuale: USB-C, schermo retina, Thunderbolt, Stage Manager e così via.

In generale, si tratta di un aggiornamento minore, visto che di fatto Apple ha solo cambiato il processore. 

Con il chip M2 il nuovo iPad Pro diventa sensibilmente più potente. Secondo Apple questo processore ha una CPU che è il 15% più veloce rispetto al chip M1, mentre la GPU aumenta le prestazioni del 35%. 

Apple sottolinea in particolare la possibilità, con iPad Pro e iOS 16, di usare la Apple Pencil anche muovendola sopra allo schermo, senza arrivare a toccarlo

"Questo permette all’utente di fare sketch o illustrazioni con una precisione ancora maggiore e rende qualsiasi cosa l'utente faccia con Apple Pencil ancora più semplice e intuitiva. Per esempio, con la funzione Scrivi a mano i campi di testo si ingrandiscono in automatico quando si avvicina Apple Pencil allo schermo e la conversione della scrittura a mano in testo digitato è ancora più veloce"

Su iPad Pro, poi,  è possibile usare alcune applicazioni in versione desktop. Di fatto, questo tablet diventa un potente sostituto del solito computer portatile, e un concorrente diretto del MacBook Air - ma il portatile tradizionale resta l'opzione meno costosa. 

Il nuovo iPad Pro (2022) sarà disponibile in due dimensioni, da 11" e da 12,9", con e senza connettività cellulare. I prezzi partono da €1069 IVA inclusa

Restano gli stessi accessori che già conosciamo: Magic Keyboard, Apple Pencil di seconda generazione e il resto. 

Valerio Porcu è Redattore Capo e Project Manager di Techradar Italia. È da sempre ossessionato dai gadget e dagli oggetti tecnologici che cambiano la nostra vita quotidiana, e dai primi anni 2000 ha deciso di raccontarla. Oggi è un giornalista con anni di esperienza nel settore tecnologico, e ha ancora la voglia di trovare le chiavi di lettura giuste, per capire davvero in che modo la tecnologia può rendere migliore la nostra vita quotidiana.