Skip to main content

Honeywell System Model H1: il computer quantistico next-gen per uso aziendale

System Model H1
(Image credit: Honeywell)

Honeywell ha presentato un computer quantistico di ultima generazione chiamato System Model H1, dotato di un dispositivo ad accoppiamento di carica quantico differenziato (QCCD) e basto sulla tecnologia degli ioni intrappolati (trapped-ion technology). Questo sistema, oltre a disporre delle più recenti innovazioni in ambito quantistico, è dotato di un design appositamente studiato per facilitare futuri aggiornamenti.

System Model H1 mette a disposizione 10 qubits (bit quantistici) completamente collegati, un volume quantico dichiarato di 128 e delle caratteristiche uniche come la misurazione quantistica a medio circuito e un sistema di recupero dei qubit. Honeywell si è inoltre impegnata ad aumentare annualmente il volume quantico dei suoi computer per i prossimi cinque anni.

Le aziende potranno accedere direttamente al System Model H1 via cloud con un’apposita API o attraverso Microsoft Azure Quantum, oltre che tramite i partner Zapata Computing e Cambridge Quantum Computing.

Nell’ambito di una conferenza stampa, il presidente di Honeywell Quantum Solutions, Tony Uttley, ha affermato che i sistemi quantistici H1 verranno costantemente aggiornati nel corso degli anni: 

"La tabella di marcia che Honeywell sta seguendo con i computer quantistici riflette il nostro impegno nella promozione del business quantico su scala commerciale. Il modello ad abbonamento consente alle aziende di accedere alle tecnologie più avanzate di cui disponiamo. L’esclusivo metodo Honeywell ci consente di aggiornare sistematicamente i computer della generazione H1 aumentando la quantità di qubit, il livello di fedeltà e le loro funzioni uniche."

System Model H1

Dopo aver presentato al pubblico System Model H1, Honeywell ha confermato di aver già iniziato a lavorare sulla prossima generazione di computer System Model H2, oltre a promuovere le attività di sviluppo della futura generazione H3.

Le richieste di accesso ai computer quantistici dell’azienda sono già numerose, almeno stando a quanto afferma Uttley: 

"L’introduzione del System Model H1 è una pietra miliare per lo sviluppo del quantum computing e del suo utilizzo in ambito aziendale. Abbiamo visto un'enorme crescita della domanda durante il 2020 e siamo felici di collaborare con clienti che vogliono migliorare il loro business con il quantum computing.”  

Honeywell ha anche dichiarato che, di recente, DHL e Merck hanno sottoscritto un abbonamento per l’utilizzo dei computer quantici. Questi sono esempi di come il quantum computing possa rivelarsi utile anche in ambito farmaceutico e logistico, oltre che nelle applicazioni aerospaziali e tecnologiche gestite internamente da Honeywell. 

Siamo certi che sentiremo parlare ancora del System Model H1 man mano che le grandi aziende cominceranno ad utilizzarlo per ottimizzare i loro sistemi.