Skip to main content

Il primo computer quantistico fotonico al mondo è ora accessibile nel cloud

Xanadu Quantum Computer
(Image credit: Xanadu)

Poiché l'informatica quantistica consentirà alle industrie di affrontare problemi che non avrebbero mai pensato di riuscire a risolvere prima, è piuttosto chiaro perché tra le aziende sta crescendo l’interesse per i computer quantistici.

Per aiutare le organizzazioni a sfruttare la potenza del calcolo quantistico, Xanadu ha annunciato il rilascio della prima piattaforma di cloud quantistico fotonico disponibile al mondo. Tale piattaforma consentirà agli sviluppatori di accedere ai suoi processori quantistici fotonici basati su gate, in macchine a 8, 12 e presto a 24 qubit.

I computer quantistici basati sulla fotonica offrono molti vantaggi rispetto alle piattaforme precedenti e i processori quantistici dell'azienda canadese, che realizza sistemi a tecnologia quantistica, funzionano a temperatura ambiente e possono essere facilmente integrati nelle infrastrutture di telecomunicazioni basate su fibra ottica esistenti.

Il tipo di qubit unico di Xanadu si basa sugli stati di compressione che sono un tipo speciale di luce generata dai dispositivi fotonici in silicio integrati nel chip.

Il fondatore e CEO di Xanadu Christian Weedbrook ha spiegato perché i suoi computer quantistici usano la fotonica in un comunicato stampa, dicendo: "Riteniamo che la fotonica offra l'approccio più praticabile verso il calcolo quantistico universale ad altissima disponibilità grazie alla capacità di Xanadu di collegare in rete un gran numero di processori quantistici. 

Siamo entusiasti di fornire questo ecosistema, una prima mondiale sia per la fotonica quantistica che per quella classica. La nostra architettura è nuova ed è stata progettata per scalare come Internet rispetto ai tradizionali approcci mainframe al quantum computing ".

Xanadu Quantum Cloud

Istituzioni accademiche, startup quantistiche e importanti laboratori nazionali, tra cui Creative Destruction Labs, Scotiabank, BMO e Oak Ridge National Laboratory insieme ai partner e ai clienti di Xanadu, stanno attualmente testando soluzioni sul Xanadu Quantum Cloud in pre-release.

Tuttavia, l'azienda prevede di iniziare ad estendere l'accesso a una serie di nuovi clienti aziendali che intendono sfruttare il calcolo quantistico per risolvere i loro problemi più complessi.

Nel contempo gli sviluppatori possono utilizzare gli strumenti open source di Xanadu disponibili su GitHub, inclusa la sua libreria Python multipiattaforma per la simulazione e l'esecuzione di programmi su hardware fotonico quantistico Strawberry Fields e la sua libreria software per l'apprendimento automatico quantistico, il calcolo quantistico e la chimica quantistica Penny Lane.

Il team di Xanadu è al lavoro per sviluppare la prossima generazione di computer quantistici fotonici e Weedbrook ritiene che l'azienda sarà in grado di "raddoppiare all'incirca il numero di qubit" nei suoi sistemi cloud ogni sei mesi. L'azienda sta anche lavorando alla comunicazione sicura e al networking quantistico, che ritiene sarà dominato dalla fotonica.

Nonostante l'adozione da parte delle imprese del calcolo quantistico sia ancora nelle prime fasi di sviluppo, garantendo per la prima volta l'accesso al calcolo quantistico fotonico su cloud, permetterà a Xanadu di dare la possibilità agli sviluppatori di esplorare potenziali applicazioni aziendali basati su questa tecnologia emergente.