Skip to main content

Google, sei anni per capire che Duo era una cattiva idea

Google Meet
(Image credit: Shutterstock.com / sdx15)

Ci sono grandi cambiamenti in arrivo per le videochiamate su Android ora che Google sta per rilasciare la prima parte dell'aggiornamento che porterà alla scomparsa di Google Duo.

Non sapete nemmeno cosa sia Google Duo? Non siete gli unici. L'app non hai mai riscosso grande popolarità tra gli utenti domestici, nonostante fino a poco tempo fa fosse l'unico modo per effettuare una videochiamata usando un TV Android compatibile con una webcam.

L'app di videoconferenza lanciata nel 2016 verrà presto integrata all'interno del più diffuso e popolare Google Meet, allo scopo di combinare gli strumenti consumer e quelli dedicati alle aziende in un'unica piattaforma.

La prima fase della fusione è già in atto per gli utenti Android, che possono scaricare e aggiornare la nuova versione del software per scoprire le novità in arrivo.

Google Duo cambia nome, e non solo

9to5Google (opens in new tab) segnala che gli utenti che hanno scaricato l'ultima versione di Google Duo, ora visualizzano un avviso he li informa della novità al momento del lancio dell'app.

"Duo sta per diventare ancora meglio", si legge. "La vostra app Duo diventerà Meet, con un nuovo nome, una nuova icona e più funzioni come gli effetti dello sfondo".

L'azienda ha inoltre fornito un link (opens in new tab) dove vengono illustrati una serie di utili aggiornamenti e novità.

Tra queste troviamo la chat in riunione, un'applicazione per gli sfondi virtuali e dei novi effetti visivi e le chiamate fino a 100 partecipanti.

Per provare il nuovo software e tutte le sue funzioni gli utenti devono essere registrati con un account Google, poiché gli account impostati solo con il numero di telefono non avranno l'accesso alle riunioni.

"Le funzioni di Google Meet verranno aggiunte all'app Google Duo tramite gli aggiornamenti dell'applicazione. Entro la fine del 2022, l'app Duo sarà rinominata Google Meet",

Gli utenti Google Duo potranno comunque utilizzare l'app, che secondo Google manterrà tutti gli strumenti attualmente disponibili, tra cui la possibilità di effettuare chiamate tramite un numero di telefono o un indirizzo e-mail, l'utilizzo di filtri ed effetti visivi, l'invio di messaggi e la richiesta di chiamata tramite Google Assistant utilizzando i dispositivi esistenti.

Google ha aggiunto che tutta la cronologia delle conversazioni, i contatti e i messaggi degli utenti Duo continueranno a essere salvati nell'app e non ci saranno nuove applicazioni da scaricare o costi aggiuntivi da pagare.

Mike Moore
Deputy Editor, TechRadar Pro

Mike Moore is Deputy Editor at TechRadar Pro. He has worked as a B2B and B2C tech journalist for nearly a decade, including at one of the UK's leading national newspapers and fellow Future title ITProPortal, and when he's not keeping track of all the latest enterprise and workplace trends, can most likely be found watching, following or taking part in some kind of sport.

With contributions from