Skip to main content

Come progettare una smart home

Sistemi economici

Se l'installazione di un sistema completo per la casa intelligente vi pare troppo costoso, sappiate che ci sono anche kit che non richiedono molti soldi o conoscenze tecniche.

Belkin offre il sistema WeMo, una soluzione conveniente per creare una casa intelligente; nello specifico, offre lampadine smart e telecamere di sicurezza connesse via Wi-Fi.

E se volete darvi al “fai-da-te”, WeMo Maker funziona anche con IFTTT, un servizio che consente di creare processi automatizzati e routine in base alle preferenze personali: ad esempio, potete creare un comando per aprire la porta dell'animale domestico all'alba o quando staccate dal lavoro. Con WeMo e IFTTT, la vostra immaginazione è l’unico limite.

Se avete un sacco di telecomandi sparsi per casa e la cosa non vi piace, i telecomandi Harmony di Logitech potrebbero tornarvi utile: ci sono vari modelli nella gamma Harmony e il modello Ultimate supporta moltissime funzionalità; consente anche di controllare le luci Philips Hue.

Grazie a una campagna Kickstarter di successo, è nato il sistema domotico NEEO che consente di gestire i dispositivi smart mediante telecomando. Quest’ultimo è collegato a una base compatibile sia con il Wi-Fi che con il Bluetooth e consente anche di controllare i dispositivi IR. NEEO vanta anche un'app, che potete usare al posto del telecomando; inoltre, il dispositivo supporta i protocolli ZigBee e Z-Wave, quindi potrebbe diventare il controller ideale per una smart home. 

NEEO could be the future of smart homes

Il telecomando NEEO potrebbe essere il futuro delle case intelligenti, poiché è compatibile con tutti i protocolli attuali

Creare una smart home

Il livello di controllo che desiderate determinerà quale piattaforma scegliere. Ponetevi queste due domande:

1. Volete controllare solo sistemi separati come luci e riscaldamento?

In tal caso, optate per lampadine Philips Hue o modelli compatibili con WeMo: risparmierete molti soldi e potrete controllare tutto con una semplice app.

2. Volete realizzare un sistema che possa essere ampliato nel tempo?

Qui occorre fare attenzione. La domotica sta ancora muovendo i primi passi e la concorrenza non manca,. Attualmente, piattaforme come ZigBee supportano diversi dispositivi, ma siamo lontani dalla completa interoperabilità degli standard. Tenete d'occhio NEEO, poiché potrebbe diventare il primo sistema universale del settore.

Philips' Hue

La gamma di lampadine Philips Hue è costosa, ma al momento ha il sistema di controllo più preciso

Vint Cerf, Chief Internet Evangelist di Google, ha affermato: "A casa ho una rete sensoriale in esecuzione, piccoli sensori a batteria (pile AA) che durano circa un anno, ognuno dei quali ha le dimensioni di un cellulare ed eseguono il monitoraggio della temperatura, dell'umidità e dei livelli di luce ogni cinque minuti. Le informazioni raccolte vengono trasmesse a un server nel seminterrato. Questi piccoli sensori sono anche nodi di rete e formano una rete mesh da soli e cambiano la loro connettività a seconda dello stato della rete, in modo che le informazioni possano raggiungere qualsiasi dispositivo".

Avere il controllo completo su tutta casa con una semplice app eseguibile via smartphone è sicuramente interessante.

La domotica sta lentamente prendendo piede nelle case degli utenti, ma la progettazione di una smart home è ancora difficile. Grandi sviluppatori come GE, Philips e Apple stanno realizzando dispositivi pronti all'uso e con un'installazione plug-and-play. Tuttavia, fino a quando i produttori non sceglieranno uno standard di comunicazione universale, il consumatore dovrà valutare attentamente quale ecosistema scegliere per la propria casa intelligente.