Skip to main content

CES 2020, ecco 7 strani gadget che vedremo a Las Vegas

Waydoo Flyer
(Immagine:: Waydoo)

Se ormai l’annuncio di un nuovo TV o di uno smartphone non fa quasi più notizia, di certo una tavola da surf volante saprà attirare l’attenzione del pubblico! E c’è di più ad aspettarci al prossimo CES. Oltre alle solite presentazioni e ai comunicati stampa, ad attendere il pubblico ci saranno una montagna di accessori e gadget che vanno dal bizzarro all’estremamente interessante. Ecco alcuni di quelli che saranno presentati al CES 2020 dal 7 al 10 gennaio a Las Vegas.

Waydoo Flyer

(Image credit: Waydoo)

Waydoo Flyer, la tavola da surf “volante”

Perché andare in palestra quando potete praticare il cosiddetto e-foiling? Realizzata sul concetto delle foilboard-hydrofoil, ovvero una via di mezzo fra una tavola da surf e una moto d’acqua a propulsione con elica, la Waydoo Flyer (6.495 dollari statunitensi) è dotata di un sistema di controllo Bluetooth wireless per la sterzata, con cinque diverse velocità fino a un massimo di circa 45 km/h. La tavola presenta una struttura in fibra di carbonio testurizzata antiscivolo e include una batteria da 6.000 W che garantisce 75 minuti di funzionamento con una carica completa.

Stand 26834, LVCC, South Hall 2

www.waydoo.io

Caremitou

(Image credit: Caremitou)

 Caremitou: la lettiera intelligente per gatti

Molti proprietari di gatti devono fare i conti con il sovrappeso, la riluttanza dell’animale a farsi portare dal veterinario e la raccolta di campioni organici per le analisi. Caremitou è una lettiera “connessa”, realizzata dall’azienda francese NovandSat SES che pesa il gatto, registra il numero di visite alla lettiera e raccoglie addirittura campioni di urina. La maggior parte delle operazioni avviene tramite Bluetooth e un’app per smartphone ma è la funzionalità di raccolta dei campioni a fare la differenza.

Il prodotto include due lettiere, una verde e una blu. Quando occorre prelevare un campione di feci del gatto per farle analizzare da un veterinario, basta rimuovere quella verde. La lettiera blu raccoglie il campione e lo analizza, consentendo di tenere traccia delle varie patologie del felino. L’app consente anche di connettersi al proprio veterinario per il consulto e i risultati. Caremitou ha già vinto il premio per l’innovazione 2020 di CES.

Stand 50215, Hall G, Sands Expo

www.caremitou.com

Presa di corrente smart Hide

(Image credit: Italy Innovazioni)

Presa di corrente smart Hide 

Con l’avvento della domotica, gli interruttori per l’illuminazione sono diventati molto diffusi grazie soprattutto a Philips Hue e Alexa. L’azienda Italy Innovazioni ora propone un nuovo look per le prese di corrente, tanto iconiche con i loro 120 anni di età quanto brutte da vedere.

Hide farà il suo debutto negli Stati Uniti in occasione del CES 2020: si tratta di una presa di corrente con coperchio di sicurezza che migliora un po’ l’estetica di cavi e connettori: le prese, infatti, sono leggermente incassate alla parete. Tuttavia, Hide offre molto di più: dato al CES verrà anche presentato il progetto di domotica e IA, con prototipi funzionanti di coperchi smart e telecamere CCTV integrate, diffusori di fragranze, caricabatterie a induzione per cellulari e, naturalmente Google Assistant e Alexa.

Stand 52722, Padiglione Italia, Eureka Park, Sands Expo, Livello 1

www.hidesmartsocket.com

Redison Senstroke

(Image credit: Redison)

Batteria elettronica Redison Senstroke 

Sentire le persone e soprattutto i bambini esercitarsi alla batteria può essere fastidiosissimo e se tutta questa pratica non gli garantirà una carriera alla Tullio De Piscopo, non ha neanche troppo senso. Ma oggi c’è una soluzione.

Senstroke (175 dollari statunitensi) è una batteria virtuale abilitata da smartphone che funziona tramite l’applicazione di sensori a un paio di bacchette. Ottimo per chi vuole esercitarsi, per i batteristi in trasferta e per chiunque altro a portata di orecchio, Senstroke consente ai batteristi di usare qualsiasi superficie. A livello di rumorosità, il cuscino resta sempre la soluzione ideale ma va bene qualsiasi oggetto, inclusa una batteria vera. Oltre a replicare il suono dei tamburi, l’app registra anche l’esecuzione, in modo da poterla usare con i software di composizione compatibili con il formato MIDI.

Stand 50819, Hall G, Sands Expo

www.redison.com

Air Selfie

(Image credit: Air Selfie)

Air Selfie AIR PIX

Fine di un decennio, fine dei selfie stick: è il turno dei droni da selfie. Al momento, il modello più piccolo ed economico è l’Air Selfie AIR PIX (100 dollari statunitensi), che ha vinto il premio settimanale Best in Show CES del 2019. Il dispositivo è compatto e leggero (pesa solo 52 grammi), si alza in volo fino a 20 metri e consente il controllo dei selfie tramite app.

Le foto hanno una risoluzione di 12 megapixel, mentre i video vengono realizzati in Full HD a 1080p e 30 fotogrammi al secondo, grazie all’obiettivo angolare con campo visivo da 70°. Il drone offre inoltre cinque modalità di volo: manuale, volo automatico, volo autonomo a 360 gradi, volo automatico senza app (quando non si usa uno smartphone) e controllo tramite gesti.

Tuttavia, il tempo di volo fra una ricarica e l’altra è di appena sei minuti. Infine, l’Air Selfie AIR PIX include una custodia da trasporto e una scheda MicroSD da 8 GB integrata.

Stand 42370, Sands Expo

www.airselfiecamera.com

Livall Helmetphone BH51M Neo

(Image credit: Livall)

Livall Helmetphone BH51M Neo

L’Helmetphone BH51M Neo di Livall ($169) è il nuovo casco di punta per ciclisti e scooteristi che unisce visibilità e connettività senza l’uso delle mani. Il prodotto è basato sul precedente modello BH51M ma aggiunge luci di posizione LED automatiche frontali e posteriori, per una migliore guida notturna. Le luci vengono attivate dal sensore di accelerazione gravitazionale integrato. Inoltre è dotato di segnali di svolta wireless a sinistra e a destra.

Le altre funzioni includono: avviso in caso di caduta, navigazione vocale, altoparlanti stereo, risposta con un solo clic, segnali di indicazione, illuminazione smart, allarme anti-smarrimento, disattivazione automatica, allarme di emergenza, walkie talkie e molto altro. Sarà disponibile in nero grafite e grigio pietra.

Stand 44513, Hall D, Sands

www.livall.co.uk

BassMe wearable subwoofer

(Image credit: BassMe)

 BassMe, il subwoofer indossabile

I bassi scatenano sempre delle sensazioni forti, dal momento che il cervello umano riesce a trovare il ritmo più facilmente con i toni a bassa frequenza. Pertanto, dal momento che la musica ricca di bassi fa vibrare la gabbia toracica, perché non portarla ancora più vicina al corpo? La risposta è il BassMe, dispositivo indossabile da 310 grammi e a 26 W, vincitore del CES Innovation Award 2020 ancora prima dell’inizio della manifestazione.

Progettato per superare le limitazioni dei bassi sulle normali cuffie, BassMe è un dispositivo soffice al tatto che si fissa al petto e che trasmette i bassi direttamente al corpo. Si collega alle cuffie tramite Bluetooth o jack audio, viene fissato sulla spalla destra e posizionato al centro del torace, sullo sterno, utilizzando la gabbia toracica dell’ascoltatore come se fosse una soundbar, offrendo i suoi bassi per sei ore fra una ricarica e l’altra.

BassMe è compatibile con qualsiasi tipo di cuffia e ogni fonte audio ed è progettato per console di gioco, gaming in VR, smartphone e tablet e per gli home theater. Infatti, è già disponibile in alcuni cinema nel sud della Francia.

Stand 50215, Hall G, Sands Expo

www.bassme.fr

Jamie is a freelance tech, travel and space journalist based in the UK. He’s been writing regularly for Techradar since it was launched in 2008 and also writes regularly for Forbes, The Telegraph, the South China Morning Post, Sky & Telescope and the Sky At Night magazine as well as other Future titles T3, Digital Camera World, All About Space and Space.com. He also edits two of his own websites, TravGear.com (Si apre in una nuova scheda) and WhenIsTheNextEclipse.com (Si apre in una nuova scheda) that reflect his obsession with travel gear and solar eclipse travel. He is the author of A Stargazing Program For Beginners (Springer, 2015),