Per il CEO di NVidia i videogiochi verranno generati dall'IA entro il 2030

ì
(Immagine:: Stock-Asso / Shutterstock)

L'intelligenza artificiale si appresta a diventare un fattore di cambiamento radicale nel modo in cui i giochi vengono creati e realizzati, un'evoluzione che potrebbe avvenire prima di quanto si pensi. Secondo Jensen Huang, CEO di Nvidia, il futuro dei giochi interamente gestiti dall'IA potrebbe essere realtà entro la fine di questo decennio.

Riprendendo le parole di Huang pronunciate durante il discorso di apertura del GTC dello scorso anno, "l'ambiente dei giochi non sarà semplicemente renderizzato, ma generato dall'intelligenza artificiale". Questo significa che le GPU non si limiteranno a rappresentare visivamente un ambiente, ma lo creeranno attivamente. 

Quest'anno, durante il GTC, Bilawal Sidhu, ex collaboratore di Google Maps e specialista in AR/VR, ha chiesto a Huang quanta strada ci sia ancora da fare prima che ogni pixel possa essere generato in tempo reale. La risposta di Huang suggerisce che ci troviamo già in una fase avanzata di questa transizione, prevedendo che entro cinque a dieci anni l'industria videoludica subirà una trasformazione radicale.

See more

Questa visione prevede non solo un cambiamento nell'industria dei giochi ma apre anche la strada a innovazioni in altri settori come il cinema e l'arte, dove i contenuti potrebbero essere generati in tempo reale dall'IA. La potenza computazionale necessaria per tale impresa è immensa, ma lo sviluppo dell'IA, supportato da tecnologie avanzate come le GPU Nvidia, potrebbe accelerare esponenzialmente.

Le implicazioni di tale evoluzione vanno oltre la semplice creazione di mondi di gioco. Potremmo assistere alla nascita di contenuti di gioco generati su richiesta, come missioni personalizzate in un MMORPG, o ambienti di gioco che si adattano in tempo reale alle richieste del giocatore. Questo rappresenta un cambiamento epocale nel modo in cui i giochi sono concepiti e interagiscono con gli utenti, con la potenza computazionale fornita attraverso il cloud.

Nonostante l'ottimismo, è importante considerare le parole di Huang con cautela, dato che il futuro delineato rimane ancora vago e pieno di incognite. Tuttavia, è chiaro che l'industria del gaming sta per affrontare una rivoluzione significativa, che promette di migliorare l'esperienza dei giocatori, anche se ciò potrebbe comportare conseguenze negative per alcuni ruoli creativi e lavorativi all'interno del settore.

Marco Silvestri
Senior Editor

Marco Silvestri è un Senior Editor di Techradar Italia dal 2020. Appassionato di fotografia e gaming, ha assemblato il suo primo PC all'età di 12 anni e, da allora, ha sempre seguito con passione l'evoluzione del settore tecnologico. Quando non è impegnato a scrivere guide all'acquisto e notizie per Techradar passa il suo tempo sulla tavola da skate, dietro la lente della sua fotocamera o a scarpinare tra le vette del Gran Sasso.