Recensione JBL Soundgear Sense

Auricolari JBL Soundgear Sense: Comodi, versatili, design open-fit, personalizzazione app

JBL Soundgear Sense
(Image: © Valerio Porcu)

Verdetto

I JBL Soundgear Sense offrono un design open-fit confortevole e una personalizzazione avanzata tramite l'app. Ideali per chi cerca versatilità e resistenza, ma potrebbero non soddisfare chi desidera un isolamento più marcato o la riduzione attiva del rumore. La scelta dipende dalle preferenze personali.

Pro

  • +

    Design Open-Fit, molto comodi

  • +

    L’app ha molte opzioni di personalizzazione

  • +

    Adatto all'attività sportiva

Contro

  • -

    Isolamento passivo limitato

  • -

    Il design particolare non è per tutti

  • -

    Case un po’ troppo grande

Perché puoi fidarti di TechRadar I nostri esperti revisori trascorrono ore a testare e confrontare prodotti e servizi in modo che tu possa scegliere il meglio per te. Scopri di più su come testiamo.

I JBL Soundgear Sense sono auricolari “controcorrente”, perché non seguono la moda di un design con un forte isolamento passivo unito alla riduzione attiva del rumore (ANC). 

In effetti, molti e non tutti i migliori prodotti audio che ho provato negli ultimi anni sono ad alto isolamento, e ciò è vero specialmente per gli auricolari. Pensando alla vita in mobilità, in strada o sui mezzi pubblici, in genere uno vuole sentire il mendo possibile di ciò che sta intorno.

Tuttavia una scelta in controtendenza come quella dei JBL Soundgear Sense ha molto senso, per diverse ragioni

Disponibilità e prezzo

JBL Soundgear Sense

(Image credit: Valerio Porcu)

 

Gli auricolari JBL Soundgear Sense sono disponibili su Amazon e sui principali siti di ecommerce, e li trovate anche presso molti negozi fisici. Il prezzo consigliato è €149 e per ora non ci sono stati sconti particolari. 

È un prezzo molto competitivo per degli auricolari di buona qualità come questi, sicuramente inferiore ai modelli top di gamma. Ma è più basso anche rispetto ad alcuni ottimi auricolari economici, il che rende i JBL Soundgear Sense una scelta molto interessante per chi ha un budget limitato o cerca un buon rapporto qualità prezzo. 

Design, Comodità, Ergonomia

JBL Soundgear Sense

(Image credit: Valerio Porcu)

I JBL Soundgear Sense si presentano come auricolari true wireless con un design open-fit. Significa che sono progettati per lasciar passare il suono esterno, in contrapposizione con il design isolante della maggior parte dei migliori auricolari.  

Di conseguenza non sono fatti per infilarsi in profondità nell’orecchio, ma piuttosto per restare posati; c’è quindi un gancio di gomma per tenerli in posizione, che risulta comodo e leggero. Dopo un po’ non ricorderete più di averli addosso. 

Per chi fa sport, nella confezione c’è una fascia di gomma aggiuntiva, che garantisce più sicurezza durante il movimento. La certificazione IP54 li rende resistenti al sudore o una pioggia leggera. 

Il case di dimensioni considerabili potrebbe essere un vantaggio per chi teme di smarrire gli auricolari, ma di sicuro rende il trasporto un po’ meno comodo. 

Applicazione per Smartphone

JBL Soundgear Sense

(Image credit: Valerio Porcu)

 

L'applicazione mobile dedicata, JBL Headphones, si rivela una risorsa preziosa per gli utenti in quanto offre una serie di personalizzazioni significative. Tra le funzionalità di spicco, l’equalizzatore consente di modellare l'esperienza sonora in base alle proprie preferenze individuali.

L'app consente di configurare in modo dettagliato i comandi touch, compresi play/pause, cambio traccia e gestione delle chiamate. Questa flessibilità offre un controllo preciso sulle funzioni degli auricolari, potenziando l'interazione dell'utente con il dispositivo.

Un punto distintivo dell'app è la presenza della modalità Smart Audio & Video. Questa funzione intelligente ottimizza le prestazioni degli auricolari in base all'utilizzo specifico, ad esempio privilegiando la qualità del suono durante la riproduzione musicale o garantendo una sincronizzazione labiale ottimale durante la visione di video. La versatilità offerta da questa modalità assicura un adattamento dinamico alle esigenze dell'utente, potenziando l'esperienza d'ascolto e di visione complessiva.

Isolamento Passivo e ANC

JBL Soundgear Sense

(Image credit: Valerio Porcu)

Il design open-fit degli auricolari consente un'interazione costante con l'ambiente circostante. L’isolamento passivo è praticamente inesistente come conseguenza di una precisa scelta di design. Sentirete i rumori esterni, ma l’esperienza generale resta molto buona. 

Vista la natura dei JBL Soundgear Sense, ovviamente non è presente la riduzione del rumore attiva (ANC). 

Qualità audio

JBL Soundgear Sense

(Image credit: Valerio Porcu)

 

I driver da 16.2mm offrono un suono potente, con bassi robusti e una chiara riproduzione delle frequenze medie e alte. La possibilità di regolare l'equalizzatore tramite l'app consente un'ulteriore personalizzazione dell'esperienza d'ascolto.

In generale sia la musica sia le chiamate si sentono piuttosto bene, anche se sicuramente, In generale, la qualità  non sono auricolari che consiglieremmo a chi cerca la migliore qualità possibile per godersi la musica. Ma andranno alla grande per tutte le altre persone, soprattutto considerando il prezzo vantaggioso. 

I quattro microfoni integrati consentono una buona qualità audio durante le chiamate, con un volume sufficiente per affrontare ambienti rumorosi. Tuttavia, la chiarezza potrebbe non essere la migliore in contesti molto rumorosi.

Batteria

JBL Soundgear Sense

La custodia a confronto con quella dei Sony WF-1000XM5 (Image credit: Valerio Porcu)

 

Con un'autonomia dichiarata di sei ore e una capacità di ricarica rapida che fornisce quattro ore di ascolto con soli 15 minuti nel case, i Soundgear Sense offrono una buona gestione della batteria. La durata complessiva di 24 ore, combinata con il case, garantisce un utilizzo prolungato senza preoccupazioni.

Detto questo, non sono i migliori modelli in commercio da questo punto di vista. 

JBL Soundgear Sense, ne vale la pena?

I JBL Soundgear Sense rappresentano una scommessa riuscita nel territorio degli auricolari open-fit, offrendo un'alternativa comoda e stabile per chi preferisce evitare l'inserimento in-ear. La loro versatilità li rende adatti a situazioni di attività fisica e all'ascolto quotidiano, con una resa sonora che si distingue per la potenza dei bassi. Mentre il design può non essere per tutti, la combinazione di comfort, funzionalità dell'app e qualità audio li posiziona come una scelta attraente nel panorama degli auricolari true wireless. 

 Ragioni per comprare 

Design Open-Fit Confortevole: Gli auricolari JBL Soundgear Sense offrono un design open-fit che si adatta comodamente all'orecchio, rendendoli ideali per lunghe sessioni di ascolto senza causare fastidi o affaticamento.


Personalizzazione Audio Avanzata: L'app JBL Headphones consente una personalizzazione avanzata dell'esperienza sonora. Con equalizzatori regolabili e comandi touch configurabili, hai il controllo totale sul modo in cui vuoi vivere la tua musica, adattandola alle tue preferenze personali.

Ottimi per lo sport: la resistenza e la sicurezza degli auricolari li rendono adatti a svariate attività fisiche. Con una fascia di gomma aggiuntiva per un ancoraggio sicuro durante il movimento e la certificazione IP54, sono pronti ad affrontare le sfide di uno stile di vita attivo senza compromettere la qualità audio.

Ragioni per NON comprare 

Isolamento Limitato: i JBL Soundgear Sense offrono un design open-fit che limita l'isolamento, quindi se stai cercando un'esperienza di ascolto immersiva con riduzione dei rumori esterni, potresti preferire alternative più isolate. 

Mancanza di ANC: in ambienti rumorosi, la mancanza di una riduzione attiva del rumore (ANC) potrebbe compromettere l’esperienza d'ascolto, poiché i suoni esterni potrebbero filtrare e disturbare la qualità audio. 

Case Ingombrante: il case di dimensioni considerevoli potrebbe risultare scomodo per chi cerca soluzioni più compatte e facilmente trasportabili. Se la praticità di un case più piccolo è una priorità, potresti valutare alternative con un design più compatto. 

Valerio Porcu

Valerio Porcu è Redattore Capo e Project Manager di Techradar Italia. È da sempre ossessionato dai gadget e dagli oggetti tecnologici che cambiano la nostra vita quotidiana, e dai primi anni 2000 ha deciso di raccontarla. Oggi è un giornalista con anni di esperienza nel settore tecnologico, e ha ancora la voglia di trovare le chiavi di lettura giuste, per capire davvero in che modo la tecnologia può rendere migliore la nostra vita quotidiana.