Skip to main content

Recensione Nikon D750

Siete pronti per passare a una DSLR full frame?

Prestazioni

  • Scatto a raffica 6.5
  • Sensore di misurazione RGB da 91.000 pixel
  • Durata della batteria eccellente con 1.230 scatti

I fotografi appassionati sono una categoria esigente: vogliono poter riprendere tutti i tipi di soggetti in un'ampia varietà di situazioni e ottenere sempre i migliori risultati. Nel complesso, la D750 non deluderà questi utenti. È una full frame estremamente valida e può fornire immagini superbe e nitide con colori naturali, esposizione perfetta, molti dettagli e rumore ben controllato in diverse situazioni.

La misurazione dell'esposizione è gestita da un sensore RGB da 91.000 pixel in grado di rilevare il volto anche quando la composizione dell'immagine avviene nel mirino; tuttavia chi fotografa non è in grado di verificare quando viene rilevato un viso.

Nikon D750 su eGlobalcentral IT al prezzo di €990.99 

Non ci siamo ancora imbattuti in un sistema di misurazione infallibile, ma il Matrix del modello D750 è molto buono. Durante i nostri test è riuscito a fornire risultati con un’esposizione perfetta anche quando lo abbiamo testato su soggetti molto luminosi come delle foglie gialle. Ciò non significa che la compensazione dell'esposizione non sia mai stata necessaria ma non abbiamo dovuto utilizzarla in alcune occasioni che di norma la richiedono.

Il sistema di bilanciamento del bianco automatico del modello D750 fa un ottimo lavoro nelle più svariate condizioni. La seconda impostazione automatica, che è specificamente progettata per trattenere i toni caldi, si adatta bene in molte occasioni. Ma se volete davvero che venga registrato il caldo bagliore del sole pomeridiano, l'opzione Daylight è la soluzione migliore.

Di tanto in tanto si verifica uno spostamento inspiegabile del colore di una sequenza di immagini. Questo avviene quando si utilizzano le impostazioni di bilanciamento del bianco automatico e probabilmente si verifica a causa del sistema di riconoscimento automatico delle scene.

Come il modello D810, anche la Nikon D750 utilizza una batteria agli ioni di litio EN-EL15 e se si usa il flash, Nikon afferma che si possono raggiungere i 430 scatti. Senza flash, gli scatti si estendono fino a 1.230. Nikon ha anche introdotto il pacco batteria MB-D16 ad integrazione del modello D750 per scatti più lunghi.

Includendo la connettività Wi-Fi nella D750 e permettendo di controllare la fotocamera da remoto, Nikon ha fatto un passo in più rispetto a Canon con EOS 7D Mark II. Tuttavia, l'app gratuita Wireless Mobile Utility (WMU) di Nikon offre un controllo molto limitato sulla fotocamera. L'immagine live view può essere visualizzata sullo schermo di uno smartphone ed è possibile impostare il punto di messa a fuoco automatica con un semplice tocco sullo schermo, ma non è possibile controllare le impostazioni di esposizione. Si tratta, in effetti, solo di una versione wireless con live view.

Sicuramente la più grande novità, presente sul retro del modello D750, è che lo schermo RGBW da 3,2 pollici con 1229.000 punti (lo stesso del D810) è montato su una staffa inclinabile. Ciò consente di inclinarlo di 75 e 90 gradi. Non aiuta con i selfie, ma rende più confortevoli le riprese di filmati e di immagini in formato orizzontale ad angoli alti o bassi. È un buon display, ricco di dettagli.

Qualità dell'immagine

  • ISO100-12.800, espandibile a 50-51.200
  • Filtro low pass integrato
  • +/-5 EV compensazione dell'esposizione con incrementi di 1/3 o 1/2 stop

Poiché è equipaggiata con un sensore da 24 milioni di pixel con un filtro anti-aliasing, Nikon D750 non è in grado di eguagliare i dettagli di modelli come la D810, ma può registrare più a lungo del modello D610. Questo è il risultato dello sviluppo della tecnologia dei sensori e dei processori dall'arrivo del modello D610. Vale la pena ricordare che molti considerano la D610 un aggiornamento frettoloso rispetto al modello D600, apportato unicamente per correggere il problema con l'otturatore che rilasciava materiale oleoso sul sensore.

I nostri test rivelano che il modello D750 controlla molto bene il rumore. Anche quando l’opzione “noise reduction” è disattivata nell'elaborazione di file RAW registrati a 6.400 ISO, è visibile solo un leggero rumore cromatico al 100%. Se si passa a un massimo di 12.800 ISO nativi il rumore cromatico sullo schermo (macchioline colorate) diventa più evidente al 100%, ma è ancora controllato molto bene, e il livello di dettaglio è impressionante anche nelle zone d'ombra. I JPEG acquisiti contemporaneamente non presentano alcun disturbo cromatico, ma c'è un rumore di luminanza e le immagini appaiono leggermente più morbide se analizzate attentamente.

Sebbene la gamma dinamica e i livelli di dettaglio diminuiscano con le impostazioni della sensibilità di espansione, i risultati sembrano comunque piuttosto buoni. Anche le immagini scattate con la massima sensibilità (ISO 51.200) possono rendere stampe A3 discrete.

È utile per rendere le immagini più accattivanti" direttamente dalla fotocamera. Ci siamo resi conto che i risultati creati nella modalità Controllo immagine monocromatica con Chiarezza e Contrasto (una regolazione a livello di immagine) sono stati spesso molto piacevoli. La cosa bella dei Picture Control è che questi possono essere utilizzati quando si riprendono contemporaneamente file RAW e JPEG e ciò significa che si dispone di un file a colori per l'elaborazione e di un file JPEG trattato.

Al contrario, nonostante sia selezionata la registrazione raw e JPEG, ruotando la ghiera di selezione sull'opzione Effetti speciali si ottiene la registrazione di sole immagini in formato JPEG. Questi effetti possono essere visualizzati in anteprima in modalità Live View. In molti casi l'anteprima dell'immagine è sufficiente per convincervi a non usare l'Effetto.

Picture Control set to monochrome