Skip to main content

Recensione Nikon D750

Siete pronti per passare a una DSLR full frame?

Struttura e maneggevolezza

  • Realizzata in lega di magnesio e fibra di carbonio
  • Resistente a polvere e agenti atmosferici
  • Pesa 840 g

Nikon ha scelto una struttura monoscocca per la D750 e, utilizzando una combinazione di lega di magnesio e fibra di carbonio, che conferisce una buona sensazione di solidità senza risultare in un peso eccessivo. La fotocamera è comoda da tenere in mano e ha un peso che consente di utilizzarla a lungo senza accusare stanchezza. È rassicurante sapere che la fotocamera ha lo stesso grado di impermeabilizzazione della D810.

All'interno del corpo macchina c'è un otturatore composito di Kevlar e fibra di carbonio garantito per un minimo di 150.000 scatti. I movimenti dello specchio e dell'otturatore hanno un suono leggermente smorzato; non è esattamente lo stesso suono del D810, ma ha lo stesso volume. I modelli D810 e D750 sono molto più discreti rispetto alla D800 e si rivelano ideali per i fotografi specializzati nelle cerimonie, occasioni nelle quali diventa fondamentale evitare di generare un rumore eccessivo.

Immagine 1 di 2

Immagine 2 di 2

Dal punto di vista dei comandi e del design, la D750 è quasi identica alla D610. Presenta una ghiera di selezione sulla sinistra della piastra superiore, con l'aggiunta del comando 'Effetti' che permette di accedere alla modalità Effetti speciali. Come sul modello D610, questo quadrante ha un pulsante di blocco che necessita di essere premuto per consentirne la rotazione (tuttavia un blocco che può essere attivato e disattivato sarebbe preferibile e meno complicato da usare).

Nikon D750 su eGlobalcentral IT al prezzo di €990.99 

Sul retro della fotocamera, il layout di controllo è molto simile a quello del modello D610, ma il pulsante Info si trova sul lato del poggia pollice anziché verso la parte inferiore della fotocamera; allo stesso tempo, il pulsante Live View e il tasto di accensione/spegnimento si trovano più in basso nello spazio creato spostando il pulsante Info. Anche la funzione di un paio di pulsanti a sinistra dello schermo LCD è cambiata rispetto al modello D610, poiché quella in basso è ora una 'i' per il controllo delle informazioni.

Premendo il pulsante 'i' viene visualizzato un elenco di funzioni, come su altre recenti reflex Nikon. Tuttavia, queste sono ora disposte in un elenco anziché in una griglia. Sfortunatamente in questo elenco ci sono ancora un paio di opzioni di personalizzazione posizionate in modo bizzarro (ad esempio Assegna pulsante Fn e Assegna pulsante anteprima). Non riusciamo a capire perché siano presenti in un menu ad accesso rapido anziché essere limitate al menu principale: la personalizzazione, di solito, è un'azione che si compie una volta sola.

Sembra anche strano che Nikon accoppi il pulsante 'i' con un pulsante 'Info'. Premendo il pulsante 'Info' vengono visualizzate le impostazioni chiave della fotocamera e sembrerebbe logico renderlo interattivo cosicché si possano effettuare modifiche. In questo modo si lascerebbe il pulsante 'i' libero per altri scopi.

Come la D810, i pulsanti di anteprima della profondità di campo e funzione (Fn) sulla parte anteriore della D750 possono essere impostati come regolatori di apertura per consentire di apportare modifiche silenziose durante la ripresa di video. Tuttavia, abbiamo trovato utile impostare il pulsante Fn per attivare il livello elettronico nel mirino e garantire che gli orizzonti siano dritti. 

Nikon D750 su eGlobalcentral IT al prezzo di €990.99 

Naturalmente, poiché la D750 è una reflex, questa include anche un mirino ottico per comporre le immagini, che non è il massimo, ma è comunque abbastanza buono e copre il 100% del campo visivo, quindi non dovrebbero esserci brutte sorprese attorno ai bordi della cornice. Se il tempo e il soggetto lo consentono, tuttavia, consigliamo di utilizzare la modalità live view quando si mette a fuoco manualmente.

In sintesi, i comandi del modello D750 sono organizzati in maniera logica e a portata di mano, ma Nikon potrebbe focalizzarsi maggiormente sull'uso dei pulsanti  ‘i' e 'Info'. Sembra anche che i video stiano finalmente trovando una collocazione più comoda all'interno delle fotocamere Nikon.

Autofocus

  • AF 51 punti di cui 15 a croce
  • 11 punti AF a croce af/8
  • Modalità aerea a gruppo

Nikon ha equipaggiato la sua D750 con un nuovo modulo autofocus (AF) Multi-CAM 3500 II, una versione aggiornata rispetto al modello D810. Questo ha 51 punti AF, 15 dei quali a croce ad elevata sensibilità e 11 che funzionano fino a f/8, il che è particolarmente utile per i fotografi che vogliono usare un extender per i loro teleobiettivi. Come nella D810, la nuova modalità area AF è disponibile per le riprese di soggetti relativamente piccoli e con uno sfondo ad alto contrasto o che distrae.

L'AF si comporta straordinariamente se abbinato a un obiettivo di qualità. Ad esempio, quando si utilizza un obiettivo Nikkor 70-200mm f/2.8, questo riesce a mettere a fuoco il soggetto in pochi istanti ed è in grado di tracciare il soggetto attorno alla cornice quando è selezionata la modalità appropriata. Il fatto che sia sensibile fino a -3 EV lo rende utile anche in condizioni di scarsa illuminazione, situazione nella quale riesce comunque a catturare rapidamente i soggetti.