Skip to main content

Recensione Acer Predator Helios 300

Molta potenza per un laptop da gaming low cost

Acer Predator Helios 300

Il nostro verdetto

Nonostante i due difetti evidenti, vale a dire il sistema di raffreddamento e gli altoparlanti, questo portatile da gaming economico offre moltissimo. Se volete giocare in modo serio, ma avete un budget limitato, farete bene a prendere questo laptop.

Pro

  • Potente
  • Prezzo conveniente
  • Monitor a 144Hz
  • Durata della batteria decente

Contro

  • Si scalda troppo
  • Ventole rumorose
  • Suono scadente

Acer Predator Helios 300 è, sotto tutti i punti di vista un portatile da gaming economico. Presenta un paio di imperfezioni troppo ovvie e importanti per essere ignorate, e ci sono anche un paio di compromessi. Ma non è un segreto che ci si debba aspettare dei compromessi nei portatili da gaming low cost. Se si desidera il meglio, dopo tutto, bisogna pagare.

Detto questo però, siamo piacevolmente colpiti dalle prestazioni di questo modello considerando il suo prezzo. Questa è una macchina molto potente per essere un laptop da gaming economico. È in grado di gestire i giochi più esigenti con impostazioni medio-alte. Ha una frequenza di aggiornamento di 144Hz che raramente vedrete nei portatili da gioco di questo tipo. Ha anche un display 1080p nitido e con una calibratura di fabbrica realistica.

 Per saperne di più: recensione Acer Predator X27 

È possibile avere di meglio? Spendendo di più, sicuramente. Ma se siete un po' a corto di soldi, questo è il massimo che potete ottenere a questo prezzo. 

Acer Predator Helios 300

Spec Sheet

Ecco la configurazione di Acer Predator Helios 300 inviata a TechRadar per la recensione: 

CPU: Intel Core i7-8750H da 2,2 GHz (hexa-core, cache da 9 MB, fino a 4,1 GHz) 
Grafica: Intel UHD Graphics 630; Nvidia GeForce GTX 1060 (6 GB GDDR5) 
RAM: 16 GB DDR4 (2,666 MHz)
Schermo: FHD da 15,6 pollici (1,920 x 1,080) ComfyView IPS (frequenza di aggiornamento 144 Hz) 
Memoria: 256 GB SSD PCIe 
Porte: 1 x USB-C 3.1, 2 x USB 2.0, 1 x USB 3.0, HDMI 2.0, Ethernet RJ-45, lettore di schede SD, jack per cuffie da 3,5 mm
Connettività: Intel 802.11ac Wi-Fi; Bluetooth 
Webcam: webcam HD (1,280 x 720) con 2 x microfoni 
Peso: 2,7 kg 
Dimensioni: 39,1 x 26,7 x 2,8 cm

Prezzi e disponibilità 

La configurazione dell'Acer Predator Helios 300 disponibile in italia al momento nel quale viene scritto questo articolo vi costerà circa 1630 euro e include: un processore a sei core Intel Core i7-8750H da 2.2 GHz, una scheda grafica NVIDIA GeForce GTX 1060 (6GB GDDR5), 16 GB di ram DDR4, un SSD da 256 GB e un hard disk da 1TB.

Immagine 1 di 7

Immagine 2 di 7

Immagine 3 di 7

Immagine 4 di 7

Immagine 5 di 7

Immagine 6 di 7

Immagine 7 di 7

Design

Non riusciamo a trovare difetti nel design di Acer Predator Helios 300, non è niente di straordinario ed è difficile considerarlo un punto di svolta ma non è neanche così criticabile.

Questo portatile da gioco cerca di aderire all'estetica del gamer con il suo telaio in metallo nero con accenti rossi, dalla finitura color canna di fucile, tagli geometrici e bordi affusolati. La scritta Predator e il logo in argento adornano il coperchio superiore, mentre il coperchio in plastica inferiore ha due sportelli facili da rimuovere per il disco rigido e la RAM, che possono essere aggiornate.

Apprezziamo anche il numero di porte disponibili su questo laptop. Oltre a due porte USB 2.0 e un jack per cuffie, vanta anche una porta USB 3.0, una porta USB 3.1, una porta HDMI, Ethernet e un lettore di schede SD, sicuramente utili se lo utilizzerete per il vostro hobby di fotografia amatoriale o simili.

Il portatile è di medie dimensioni, sicuramente non piccolo ma nemmeno troppo ingombrante, sorprendentemente più leggero di quanto possa sembrare. Al modello che ci è arrivato manca un disco rigido, ci chiediamo quanto possa pesare una volta montato.

Si potrebbe dire che il design è un indizio di come sia questo portatile nel complesso: non è il migliore e ha un paio di difetti, ma in altre aree fa abbastanza bene il suo lavoro, quindi avrete ben pochi motivi per lamentarvi.

Acer Predator Helios 300

Tastiera e touchpad 

In verità la tastiera di questo portatile da gaming ci piace. Non è solamente comoda per quanto riguarda l’ergonomia, con ha una risposta abbastanza buona e una corsa sufficiente, oltre a una finitura opaca per impedire alle dita di scivolare. È reattiva e precisa. Come il design, anche la tastiera non ha caratteristiche incredibili che la contraddistinguano o che diano un vantaggio durante le sessioni di gioco.

I tasti funzione riescono a gestire diversi comandi, come ad esempio l'accensione e lo spegnimento del touchpad, il passaggio tra diverse opzioni del display e la regolazione del volume - i tasti WASD sono evidenziati. Tuttavia è efficace come dovrebbero essere tutte le tastiere.

La nostra unica lamentela è che i tasti in basso sono più alti degli altri. Ci siamo accorti che quando usavamo le frecce direzionali per giocare, spesso mancavamo la freccia "Su" perché la freccia "Giù" è più alta di quanto siamo abituati.

Il touchpad è tutta un'altra storia. Come con la maggior parte dei touchpad per laptop da gaming, non è adatto per giocare, ma è abbastanza reattivo per qualsiasi altro tipo di attività. Avrete bisogno di un mouse se vorrete precisione e reattività come con la maggior parte dei portatili da gaming. Il touchpad, inoltre, sembra opporre un po' troppa resistenza quando viene premuto. Abbiamo anche riscontrato che sembra comportarsi in modo non reattivo o irregolare quando è collegato un mouse. Questo problema di solito si risolve da solo riavviando il laptop e disconnettendo il mouse.

Acer Predator Helios 300

Display, fotocamera e suono 

La fotocamera potrebbe essere migliore e il suono... diciamo solo che c'è decisamente un ampio margine di miglioramento. Eppure il display Full HD è fantastico, una cosa che non ci aspettavamo in un laptop di questo tipo. Analizziamo meglio.

Potremmo fare a meno delle cornici spesse 1 pollice. A parte questo, siamo abbastanza contenti del display 1080p. I colori sono riprodotti in modo realistico, con tonalità blu e magenta più forti di come sarebbe piaciuto a noi, ma sempre meglio di quelle più calde quando si tratta di giocare o guardare film. Il display vanta una frequenza di aggiornamento di 144 Hz, che in genere non si vede nei portatili da gaming low cost. Si tratta di un aggiornamento importante al modello del 2017 per ridurre al minimo la sfocatura e compensare la perdita di fotogrammi.

La fotocamera è accettabile. La risoluzione 720p è notevolmente sgranata, ma sufficientemente buona per effettuare videochiamate e conferenze.

Sfortunatamente, gli altoparlanti sono uno dei due difetti principali del portatile. Senza essere troppo cattivi, sono sotto la media. I bassi sono veramente poco potenti, mentre gli alti sono tagliati. Il risultato è un suono opaco, piatto, confuso e vuoto. 

Quando utilizzerete il portatile per giocare probabilmente non noterete questo difetto, o per lo meno non ne sarete troppo disturbati; avete sempre la possibilità di utilizzare un paio di cuffie. Tuttavia, se guarderete un film o ascolterete della musica, l'audio non sarà né avvolgente né brillante, anche dopo aver effettuato le dovute regolazioni dell'equalizzatore tramite il software Dolby Atmos in dotazione.