Skip to main content

Recensione Microsoft Flight Simulator

Niente applausi all’atterraggio

Microsoft Flight Simulator
(Image: © Microsoft)

Il nostro verdetto

Microsoft Flight Simulator è un progetto che evidentemente nasce da una grande passione degli sviluppatori e il suo realismo unito a un’attenzione maniacale ai dettagli lo rendono un acquisto obbligato per tutti gli amanti dei giochi di simulazione. Sfruttando tutte le tecnologie più recenti in termini di grafica, e non solo, questo nuovo capitolo della serie riesce a creare una delle esperienze più immersive di sempre. Microsoft Flight Simulator non è un gioco per tutti, ma se fate parte di quella fascia di videogiocatori a cui è rivolto, non potrete non amarlo.

Pro

  • Grafica incredibile
  • Attenzione maniacale ai dettagli
  • Supporto per molte periferiche

Contro

  • Poco adatto ai neofiti
  • Le diverse edizioni possono confondere
  • Non tutti gli scali sono realizzati con la stessa cura
INFORMAZIONI SULLA RECENSIONE

Tempo di gioco: 20 ore

Piattaforma: PC

Se siete finiti a leggere questa recensione, c’è il 98% di probabilità che sappiate già se Microsoft Flight Simulator faccia al caso vostro. Sicuramente la serie di simulatori di volo di Microsoft non è tra quelle di maggior successo nel panorama mainstream, ma senza dubbio è tra le più conosciute e longeve, anche perché il primo capitolo apparve nel 1982.

Anche se a prima vista il concept può sembrare molto semplice (simulare in maniera realistica l’esperienza di volo con diversi modelli di aerei), l’ultima versione, chiamata molto semplicemente Microsoft Flight Simulator, è l'esempio migliore delle qualità che rendono questa serie così apprezzata. Mettendo insieme una grafica incredibile e caratteristiche eccezionali, questo titolo dà un’idea, più delle anticipazioni sui giochi next-gen, del futuro dei videogiochi e allo stesso tempo potrebbe conquistare nuovi appassionati tra chi, fino ad ora, ha ignorato la serie.

D’altronde, caratteristiche come la grafica e funzionalità innovative come le mappe di Bing per creare l’intera superficie terrestre, unite al traffico aereo e alle condizioni meteo in tempo reale, rendono Microsoft Flight Simulator l’esperienza più vicina alla next-gen che è possibile sperimentare al giorno d’oggi. Il gioco, infatti, rappresenta un indubbio salto generazionale che sembra destinato a introdurre nuovi standard nei prossimi anni.

Microsoft Flight Simulator non vuole rivolgersi solo agli appassionati del genere. Il gioco è infatti disponibile su Xbox Games Pass per PC ed è destinato ad arrivare in futuro anche su Xbox Series X, tanto che in molti pensano che Microsoft avrebbe dovuto inserirlo nelle recenti presentazioni per mostrare davvero le capacità della sua console next-gen. Sarebbe stato certo un biglietto da visita migliore rispetto al deludente filmato di gameplay di Halo Infinite mostrato recentemente. In questo modo, anche giocatori che fino ad ora non avevano mai preso in considerazione la serie (e non hanno le costose periferiche necessarie per giocarla al meglio), sarebbero stati maggiormente incuriositi all'idea di provarlo.

Questo, in fondo, è quello che abbiamo pensato mentre stavamo provando Microsoft Flight Simulator. Anche se in passato abbiamo giocato altri simulatori e qualche altro episodio della serie, non abbiamo mai pensato di essere quel tipo di videogiocatori a cui è rivolto un titolo di questo genere.

Alla fine, però, dopo tante ore, lunghi voli e qualche incidente imbarazzante, abbiamo finito per apprezzare Microsoft Flight Simulator non solo per il suo comparto tecnico ma anche per le emozioni che è stato in grado di regalarci. E vogliamo spiegarvi perché.

Microsoft Flight Simulator

(Image credit: Microsoft)

Microsoft Flight Simulator: prezzo e uscita

  • Che cos’è? Il più realistico e ambizioso simulatore di volo mai realizzato.
  • Quando è uscito? 18 agosto 2020.
  •  Dove posso giocarlo? PC (anche GamePass) e in futuro Xbox Series X.
  • Prezzo? A partire da €59,99.

Prepararsi al decollo

  • Esistono tre versioni del gioco
  • Le periferiche sono caldamente consigliate
  • Non adatto a mouse e tastiera

Se state valutando l’acquisto di Microsoft Flight Simulator ci sono alcune importanti informazioni che dovete sapere. Innanzitutto, esistono tre differenti versioni e scegliere quella giusta può non essere semplicissimo.

La versione Standard viene venduta a €59,99 e ha in tutto 20 aerei e 30 aeroporti realizzati ad-hoc (gli altri sono tutti modelli generici).

C’è poi l’edizione Deluxe che costa €89,99 ma ha 5 aerei e 5 aeroporti in più.

Infine, potete scegliere l’edizione Premium Deluxe con altri 10 aerei aggiuntivi e altrettanti aeroporti, più qualche extra esclusivo. Il prezzo è decisamente alto, dato che costa €129,99 (quella digitale viene venduta a €10 in meno).

Come potete notare, giocare Microsoft Flight Simulator nella sua versione completa può rivelarsi piuttosto costoso. Per questo, ci sentiamo di raccomandare l’edizione Premium Deluxe solo ai veri appassionati, mentre la versione Standard andrà più che bene per i principianti.

Microsoft Flight Simulator

(Image credit: Microsoft)

Quello che rende la versione Standard una scelta obbligata per chiunque voglia avvicinarsi alla serie è il fatto che è disponibile su Xbox Game Pass per PC, il servizio su abbonamento di Microsoft che mette a disposizione oltre 100 titoli, tra esclusive per Xbox e non solo.

Attualmente è in corso l’offerta che permette di pagare solo €1 il primo mese e poi €11, 99 euro ogni tre mesi. Questo significa che, se non vi siete mai abbonati, potete giocare per trenta giorni a Flight Simulator spendendo appena un euro. Si tratta di un arco di tempo abbastanza sufficiente per capire se il gioco faccia al caso vostro e a quel punto acquistare una delle altre due versioni o rinnovare Game Pass per PC.

"Se non volete (o potete) investire troppi soldi in una postazione, vi raccomandiamo di usare un controller, dato che mouse e tastiera davvero non vanno bene per questo simulatore."

Se il prezzo di €1 sembra troppo bello per essere vero, dobbiamo comunque sottolineare che Microsoft Flight Simulator non si presta a essere giocato con mouse e tastiera o con il controller. Per poter apprezzare al meglio questo simulatore di volo, sono più che raccomandate le periferiche dedicate a questo genere di giochi, anche se sono tutt’altro che economiche.

Per recensire Microsoft Flight Simulator, abbiamo ricevuto il Flight Yoke System di Logitech insieme al quadrante acceleratore e al timone Thrustmaster TPR Pendular Rudder. Si tratta di periferiche al momento molto difficili da trovare e questo dà un’indicazione sull’interesse che c’è intorno al gioco. Anche qualora troviate disponibili queste periferiche, però, sappiate che dovrete spendere un centinaio di euro per ciascuna di esse. Anche se non sono comunque indispensabili, ci sentiamo davvero di raccomandarle dato che contribuiscono enormemente a immergersi nel mondo di gioco.

Se siete appassionati di simulatori di volo, è comunque probabile che abbiate già una postazione dedicata e che le vostre periferiche siano compatibili. Microsoft Flight Simulator, d’altronde, riesce a riconoscere con estrema velocità gli accessori e a configurarle automaticamente in base ai comandi del gioco, con tanto di immagini per spiegare la funzione di ciascun pulsante.

Se, però, vi state avvicinando a Microsoft Flight Simulator per la prima volta e volete comprare qualche periferica, sappiate che dovrete spendere molti soldi e vi consigliamo di farlo solo se siete convinti che giocherete molto a lungo questo titolo.

Se non volete (o potete) investire troppi soldi in una postazione, vi raccomandiamo di usare un controller, dato che mouse e tastiera davvero non vanno bene per questo simulatore. Lo abbiamo giocato su PC anche un gamepad per Xbox One e, anche se ovviamente non è risultato realistico come avere una postazione, siamo riusciti a goderci il gioco tranquillamente e, anzi, per i neofiti potrebbe anche essere il modo più facile per imparare le basi, dato che oltre alla curva di apprendimento iniziale del gioco, non bisogna anche abituarsi a un metodo di controllo del tutto nuovo.

Microsoft Flight Simulator

(Image credit: Microsoft)

Lezioni di volo

  • Curva di apprendimento molto ripida
  • Servono pazienza e costanza
  • Molto gratificante

Dunque, nei panni di un neofita del genere, com’è l’esperienza complessiva? A essere onesti, inizialmente può lasciare davvero molto perplessi a causa della valanga di informazioni e dell'uso di gergo tecnico. Il gioco mette a disposizione, non a caso, una certa quantità di tutorial che consigliamo di completare prima di iniziare la partita vera e propria.

Anche se a volte il co-pilota può risultare noioso (parla in continuazione, anche in momenti delicati come l’attraversamento di un canyon), è comunque un buon supporto per imparare le basi. Per quanto fastidioso, senza di lui, vi sentirete persi.

Questi tutorial non sono comunque perfetti dato che danno per scontato un livello di conoscenza delle dinamiche di volo che il giocatore medio non ha e spesso rimarrete fissi davanti allo schermo con un grosso punto interrogativo sulla testa. Anche se i tutorial spiegano, ad esempio, quale pulsante premere, certe volte tralasciano indicazioni essenziali. Senza che il tutorial ci spiegasse come si avviare i motori, siamo rimasti fermi in pista per una buona mezz’ora prima di capire come far quantomeno muovere il nostro aereo. Fossimo stati nel mondo reale, avremmo avuto una folla di passeggeri a protestare dietro la nostra cabina di pilotaggio.

Spesso i tutorial sono accompagnati da una checklist, ma non sempre il gioco spiega come completare determinati passaggi, limitandosi a dare qualche vaga istruzione.

All’inizio questo può lasciare confusi e generare molta frustrazione, ma fidatevi se vi diciamo che vale davvero la pena intestardirsi. Prima o poi capirete che in alcuni casi è meglio fare da sé, anche se questo significa doversi perdere tra i menu delle impostazioni. In un caso, ad esempio, abbiamo deciso di rimappare alcuni controlli (come avviare i motori o attivare gli strumenti per l’atterraggio) presenti sulla tastiera direttamente sul Logitech Flight Yoke. Abbiamo così evitato di dover tenere sempre la tastiera a portata di mano o creare complesse shortcut dato che di per sé il sistema di controllo della Logitech offre numerosi pulsanti.

"Senza che il tutorial ci spiegasse come si avviare i motori, siamo rimasti fermi in pista per una buona mezz’ora prima di capire come far quantomeno muovere il nostro aereo"

Smanettando un po’ con le impostazioni, siamo riusciti a trovare una configurazione di tasti molto più semplice da usare rispetto alla standard. Anche se Microsoft Flight Simulator inizialmente può davvero lasciare spaesati, la prima volta in cui riuscirete a effettuare un decollo e ad atterrare in sicurezza sarà davvero indimenticabile. La sensazione è quella di stare imparando qualcosa di nuovo, ed effettivamente è davvero così.

Ne vale davvero la pena ed è proprio questo senso di progressione e di continuo miglioramento nella guida dei velivoli a rappresentare la principale attrattiva. Dopo che il nostro primo volo è andato in porto, abbiamo chiuso il gioco e non vedevamo l’ora di poter tornare nella cabina di pilotaggio.

Una volta conclusi i tutorial, a quel punto sarete pronti per volare. Ad ogni modo, questo è solo l’inizio. Una volta che avrete creato il vostro piano di volo (potete decollare e atterrare in qualsiasi aeroporto del mondo), potrete scegliere il vostro aereo. Ogni modello è realizzato con cura maniacale e questo significa che ogni cabina di pilotaggio (e i relativi strumenti) saranno differenti costringendovi a imparare il loro funzionamento ogni volta che vi metterete alla guida di un nuovo velivolo.

In conclusione, questo è un gioco per chi ha davvero voglia di dedicare molto tempo a imparare le meccaniche nei minimi dettagli.

Microsoft Flight Simulator

(Image credit: Microsoft)

Una simulazione incredibile

  • Ricostruita l’intera superficie terrestre
  • L’integrazione con Bing dà ottimi risultati
  • La grafica è sorprendente

L’aspetto di Microsoft Flight Simulator che più colpisce all’inizio è il suo realismo. Abbiamo già accennato agli interni della cabina di pilotaggio, e dobbiamo aggiungere che sono realizzati in maniera sorprendente. Una volta decollati, abbiamo dato un’occhiata dal finestrino laterale e abbiamo visto la luce del sole al tramonto creare delle ombre molto realistiche all’interno della cabina.

Quando l’aereo arriva ad alta quota è inoltre possibile osservare la brina formarsi sui vetri, mentre durante l’atterraggio il ghiaccio inizia a sciogliersi e le gocce d’acqua scorrono sul vetro. Un livello di dettaglio di questo tipo è non solo impressionante da vedere ma aumenta l’immersione nel mondo di Flight Simulator.

L’idea di Microsoft di riprodurre la superficie terrestre grazie alle mappe di Bing si è rivelata vincente e dà ottimi risultati. Se vi trovate in una zona che conoscete, ad esempio, potrete davvero orientarvi grazie ai riferimenti che vedrete dall’aereo. Il tutto avviene con un motore grafico che compie un lavoro eccezionale nel dare una qualità fotorealistica al tutto e non crediamo di esagerare se diciamo che, in alcuni momenti, Microsoft Flight Simulator sembra un gioco next-gen.

L’integrazione con Bing richiede comunque una connessione internet veloce dato che è richiesto un flusso di dati continuo e di una certa velocità. Ci sono anche alcuni aggiornamenti da scaricare quando si avvia il gioco per la prima volta. Ad esempio, per poter iniziare la nostra prima partita abbiamo dovuto installare 95 GB di contenuti.

Dunque se avete una connessione internet lenta o un limite di dati, sappiate che purtroppo il gioco non funzionerà al meglio. Pensiamo che comunque, in questo caso, la necessità di essere sempre connessi per poter giocare sia giustificata, anche il gioco attinge alle informazioni meteo per gestire le condizioni atmosferiche. Tutto questo rende Flight Simulator ancora più realistico.

"Non crediamo di esagerare se diciamo che, in alcuni momenti, Microsoft Flight Simulator sembra un gioco next-gen"

Ovviamente parametri come le condizioni meteo o la fase del giorno in cui decollare, possono essere selezionati direttamente dai giocatori. Una menzione particolare va fatta proprio alle condizioni atmosferiche che il gioco riesce a ricreare. Sono davvero incredibili. Volare attraverso una tempesta è un’esperienza emozionante grazie non solo alla grafica ma anche al sonoro (il sound design è eccezionale, compresi i suoni e gli avvisi a bordo dell’aereo). Osservare il tramonto dal vostro aereo sarà un’esperienza indimenticabile.

A tutto questo unite le periferiche e un bel monitor (ne abbiamo usato uno ultra-wide, per migliorare l’immersione) e otterrete una delle simulazioni più affascinanti e realistiche di sempre. Più avanti, sarà aggiunto il supporto ai sistemi di realtà virtuale e non vediamo l’ora di provarlo.

Microsoft Flight Simulator

(Image credit: Microsoft)

Ma riesce anche a divertire?

  • Impegnativo
  • Rilassante
  • C’è anche il multiplayer

Accertato che Microsoft Flight Simulator va vissuto sicuramente come un’esperienza, viene da chiedersi se riesca allo stesso tempo a essere anche divertente. La risposta non può che essere positiva, anche se spesso può essere stressante e confusionario e tutt’altro che divertente, come quando vi preparate all’atterraggio e un messaggio di errore indecifrabile appare da una strumentazione di cui non vi eravate mai accorti dell'esistenza.

Anche se le condizioni atmosferiche sono incredibili, di notte o con la nebbia non è proprio divertente decollare o atterrare senza vedere nulla. In ogni caso, Flight Simulator non vi lascierà mai indifferenti.

"Non sappiamo se sia un effetto voluto o del tutto casuale ma, in un certo senso, Microsoft Flight Simulator riesce ad essere terapeutico".

Divertente non è neanche la definizione giusta per i voli più lunghi. Impiegherete letteralmente delle ore in volo e una volta arrivati ad alta quota, non c’è molto da fare. Dunque non avrete altro da fare che osservare il mondo scorrere davanti alla vostra cabina di pilotaggio, le nuvole formarsi e poi scomparire, oppure il sole sorgere nel cielo cristallino. Anche in questo caso, divertente non è l’aggettivo giusto ma senza dubbio Flight Simulator è rilassante.

A essere onesti, giocare a Flight Simulator porta a uno stato di serenità totale, non estraneo comunque ad altre simulazioni come Farming Simulator o Truck Simulator. C’è da dire che tutto quello che sta accadendo in questi mesi sta rendendo la vita di tutti più stressante facendola apparire, a volte, anche pericolosa. Microsoft Flight Simulator, in questo senso, concede delle ore di evasione da tutti i pensieri.

Mentre giocavamo ci siamo resi conto che le preoccupazioni di tutti giorni (con uno stato di ansia permanente) sono scomparse mentre volavamo sopra le nuvole ed eravamo concentrati sul comandare il nostro aereo. Non sappiamo se sia un effetto voluto o del tutto casuale ma, in un certo senso, Microsoft Flight Simulator riesce ad essere terapeutico.

Resta però la domanda di prima: Flight Simulator è divertente? Da un punto di vista delle meccaniche, il titolo riesce a intrattenere e a tenervi impegnati, ma probabilmente la maggior parte dei giocatori ha una diversa definizione di divertente.

Ad ogni modo, ci sono anche modalità aggiuntive come le sfide, che rendono il tutto molto più simile a un gioco tradizionale. Per esempio, ce ne sono alcune che riguardano l’atterraggio in cui viene richiesto di compiere manovre quasi perfette in alcuni degli aeroporto più particolari e allo stesso tempo pericolosi al mondo. Migliore sarà l’atterraggio, più alto sarà il punteggio e non mancano neanche le classifiche globali che permettono di sfidare i risultati degli altri piloti virtuali in giro per il mondo.

Poi c’è la modalità multigiocatore che mette alla prova i giocatori in una grande mappa. Anche se chiaramente manca la classica frenesia da multiplayer, ci si diverte comunque a giocare in compagnia, sfidandosi a vicenda oppure cimentandosi in un turismo virtuale. E anche queste esperienze, come quelle della modalità in singolo, possono essere davvero indimenticabili.

Microsoft Flight Simulator

(Image credit: Microsoft)

Verdetto

Se fate parte di quel 2% di giocatori che non conoscevano Microsoft Flight Simulator prima di leggere questa recensione, speriamo di avervi dato un quadro completo. Se siete invece appassionati di simulatori di volo che cercano il realismo in ogni aspetto, questo titolo è fatto per voi.

Se vi piacciono gli aeroplani, amate il volo e vi piace l’idea di pilotare aerei storici in alcune delle zone più belle e pericolose del mondo, Flight Simulator è adatto a voi.

E ancora. Se non avete mai provato un simulatore di volo, ma volete iniziare e siete attratti dalla grafica straordinaria e dalle caratteristiche innovative di Flight Simulator, anche in questo caso farà al caso vostro. Non ci sono dubbi che dovreste prima provare il gioco su Game Pass per PC: in fondo potrete rimetterci solo un euro.

Se però vi manca il tempo e la voglia di apprendere ex novo un sistema di comandi e se cercate in un gioco l’azione frenetica, fareste meglio a guardare da tutt’altra parte.

Per quanto pagare un euro su Game Pass possa essere allettante, Flight Simulator è quel genere di gioco che richiede un notevole investimento sia in termini di tempo che, eventualmente, di denaro dato che le periferiche sono tutt’altro che economiche e che per farlo funzionare al meglio serve un decente PC di fascia medio-alta. Come dicevamo, inoltre, una connessione a internet veloce è non solo necessaria ma indispensabile.

Se pensate che Flight Simulator sia il gioco di cui avete bisogno in questo momento, allora non possiamo che raccomandarvelo. Senza paura di smentita, è uno dei migliori titoli di simulazione mai realizzati e un promettente anticipo di quello che potrà essere il futuro dei videogiochi, al di là dei generi di appartenenza.