Skip to main content

Kaspersky Antivirus: recensione

Kaspersky offre una protezione di alto livello per tutta la famiglia

Kaspersky antivirus
(Image: © Future)

TechRadar Verdetto

Kaspersky non brillerà per gli extra, ma il motore antivirus di base è preciso e affidabile, anche per le minacce zero-day.

Pros

  • +

    Protezione precisa e affidabile

  • +

    Recupera i file colpiti da ransomware

  • +

    Controlli per genitori di qualità nelle app di fascia alta

  • +

    Progra gratuita di 30 senza indirizzo e-mail

Cons

  • -

    Extra poco interessanti e prodotti di base troppo elementari

  • -

    Qualche problema con il componente aggiuntivo per Outlook

  • -

    Nessuna novità significativa nell'ultimo anno

Kaspersky Anti-Virus è il pacchetto base offerto dall'azienda per la protezione dalle minacce online, che al netto di extra poco esaltanti, concentra tutto il suo potenziale sugli aspetti fondamentali della sicurezza: un antivirus in grado di rilevare i malware noti e quelli appena rilasciati, nonché un blocco agli URL dannosi.

D'altronde, ogni PC necessita di un antivirus di qualità, ma non per questo occorre acquistare la suite più costosa o quella che offre un maggior quantitativo di funzioni e strumenti aggiuntivi.

Nota della redazione

Questa recensione copre tutte le soluzioni di sicurezza di fascia consumer offerte da Kaspersky, dunque troverete:

(a) una valutazione completa del pacchetto base Kaspersky Anti-Virus, che include le funzioni aggiuntive offerte dal resto dalla gamma:

(b) Kaspersky Internet Security e

(c) il pacchetto top di gamma Kaspersky Total Security,

(d) infine offriremo una panoramica veloce della linea Kaspersky Security Cloud

Approfittando dei notevoli sconti introduttivi, potrete acquistare una licenza di un anno per tre dispositivi a soli €35,99 anziché €44,99. Le licenze, però, possono arrivare a coprire 5 dispositivi per una durata di due anni, con un risparmio sul prezzo finale.

Kaspersky Internet Security aggiunge al pacchetto Anti-Virus un firewall, un browser protetto per le vostre transazioni online e una protezione per la webcam. La versione gratuita di Kaspersky Safe Kids offre un sistema di controllo per genitori che include il blocco e la gestione del tempo di visualizzazione dei contenuti, insieme a un sistema anti-tracker che neutralizza anche le inserzioni e garantisce la vostra privacy online. Infine, è inclusa la versione gratuita della VPN di Kaspersky, con un limite di 200 MB di traffico dati al giorno.

Scegliendo Kaspersky Internet Security, inoltre, avrete accesso alle app per Mac e Android.

Proprio come Anti-Virus, Kaspersky Internet Security offre vari piani, in base al numero di dispositivi (fino a 10) e per un massimo di 2 anni.

Il piano di livello superiore è Kaspersky Total Security e include la versione commerciale completa di Kaspersky Safe Kids, con extra come il tracciamento GPS, inoltre è incluso un password manager per PC, Mac e Android, nonché uno strumento di backup per Windows.

Non si tratta di un elenco lunghissimo di funzionalità, tuttavia la differenza di prezzo rispetto al piano precedente è marginale, con la possibilità di coprire fino a 5 dispositivi per 2 anni.

Infine, la linea Kaspersky Security Cloud aggiunge qualche altro extra alle funzioni dei pacchetti precedenti. La tecnologia "Adactive Protection" di Kaspersky offre un'assistenza intelligente quando occorre, avvisando l'utente se una password è troppo inefficace o suggerendo di attivare la VPN in caso di connessione a una rete non protetta.

Non si tratta dell'offerta più entusiasmante sul mercato, tuttavia Security Cloud ha qualche freccia al proprio arco.

Chi cerca il risparmio apprezzerà Security Cloud Free, che offre una protezione antivirus efficace a costo zero.

E sebbene offra solo una quantità limitata di funzioni aggiuntive, Security Cloud ha un prezzo che non si allontana troppo da Total Security, dunque un possibile upgrade potrebbe aver senso.

Kaspersky Anti-Virus

Installazione

(Image credit: Kaspersky)

La procedura di installazione di Kaspersky è rapida, semplice e lineare. I link per la prova gratuita sono in evidenza sul sito web e il programma di installazione non occupa molto spazio. Ci ha chiesto di accettare il contratto di licenza e poi ha scaricato e installato automaticamente il resto del pacchetto.

Non avevamo a disposizione una licenza e non abbiamo fornito il nostro indirizzo e-mail a Kaspersky, tuttavia il programma di installazione è andato avanti. Abbiamo dovuto solo fare clic su un link per l'attivazione della licenza di prova e Kaspersky Anti-Virus è stato subito pronto all'uso.

Anche l'eventuale utilizzo di un account My Kaspersky è del tutto facoltativo, ma se decidete di saltare questo passaggio potrete comunque utilizzare l'antivirus normalmente.

Kaspersky Anti-Virus ha aggiunto solo quattro servizi e altrettanti processi principali in background. Anche l'impatto sul sistema è stato minimo: abbiamo testato il computer con PCMark Professional prima e dopo l'installazione e le prestazioni sono calate solo dello 0,62%.

AV-Comparatives ha effettuato un test delle prestazioni a ottobre 2021 molto più approfondito (installazione e avvio di app, navigazione, download di file, estrazione di archivi e così via) e Kaspersky si è classificato secondo in una classifica di 17 antivirus dedicata all'impatto sul sistema, superato solo da Panda.

Infine, abbiamo condotto in nostri test di auto-protezione, per verificare se le app di sicurezza fossero disattivabili dal malware. Abbiamo provato a eliminare file vitali per l'app, terminare o sospendere processi, interrompere servizi, disinstallare o disattivare driver o disattivare delle funzioni tramite Registro o file di configurazione. Siamo riusciti a chiudere i processi non cruciali, ad esempio il password manager di Kaspersky, tuttavia Anti-Virus ha fermato tutti gli altri tentativi, dunque la protezione del sistema non è mai stata compromessa.

Novità

Kaspersky Anti-Virus è uno dei migliori pacchetti di sicurezza già da molto tempo e nel 2022 le cose non sono cambiate. A fronte di pochi aggiornamenti e novità, abbiamo però individuato qualche notizia interessante nella pagina "Novità" del sito web.

Le impostazioni ora sono più numerose e meglio organizzate, per fare un esempio, e includono nuove opzioni per ridurre l'impatto sul sistema quando l'app viene eseguita su un dispositivo in modalità batteria, se si usa un'app a schermo intero o se CPU o hard disk sono sotto carico.

Impostazioni

(Image credit: Kaspersky)

Una nuova funzionalità di gestione delle impostazioni consente di salvare l'attuale configurazione e ripristinarla in un momento successivo. Ciò risulta utile come backup o se si vuole replicare le impostazioni su diversi computer o dispositivi di destinazione.

Adesso, l'antivirus scansiona anche i file di Microsoft Office di dimensioni massime pari a 8 MB (in caso di file più grandi, è possibile esaminarli all'accesso).

Fra le migliorie alle prestazioni, citiamo installazioni più efficienti e affidabili, ad esempio il programma di installazione usa versioni meno recenti di .NET laddove possibile, anziché costringere l'utente a scaricare l'ultima versione, nonché aggiornamenti del database più rapidi.

Strumenti aggiuntivi

(Image credit: Kaspersky)

Kaspersky ha rimosso lo strumento Application Advisor, che mostrava la reputazione dei file eseguibili. In ogni caso, resta possibile verificare la reputazione dei file dal menu contestuale di Esplora file, dunque non è cambiato molto.

Scansione vulnerabilità

(Image credit: Kaspersky)

Alcuni degli strumenti aggiuntivi offerti da Kaspersky sono stati riorganizzati dal punto di vista funzionale. In precedenza gli strumenti di scansione delle vulnerabilità e quelli per la risoluzione dei problemi di Windows segnalavano impostazioni di sicurezza di Windows configurate in modo errato, con uno sdoppiamento superfluo delle notifiche. 

Adesso, la scansione delle vulnerabilità si occupa solo degli aggiornamenti mancanti per le applicazioni, mentre lo strumento per la risoluzione dei problemi di Windows gestisce le verifiche delle impostazioni di sistema.

Configurazione del browser

(Image credit: Kaspersky)

Il supporto della vecchia versione di Microsoft Edge (prima di Chromium) è limitato alla scansione del traffico, mentre l'estensione per browser Kaspersky Protection non supporta più Internet Explorer.

Ci sono altre piccole modifiche sparse e, sebbene le impostazioni in più siano gradite, non si tratta di update eclatanti o che vadano a rivoluzionare i vostri sistemi di sicurezza.

Scansione

(Image credit: Kaspersky)

Antivirus

Kaspersky Anti-Virus offre un'interfaccia semplice che mostra l'attuale stato della configurazione e quattro pulsanti principali per le attività principali: scansione, aggiornamento del database, accesso ai rapporti e tastiera su schermo.

Il pannello per la scansione consente di effettuare scansioni rapide o complete su tutto il sistema, nonché analizzare i drive esterni o file e cartelle selezionate. Gli utenti possono anche esaminare singoli elementi tramite il menu contestuale di Esplora file.

I tempi di scansione si sono dimostrati relativamente rapidi. Anti-Virus ha impiegato poco più di 19 minuti per la prima scansione dei file che abbiamo usato per la prova (209.000 elementi per un totale di 50 GB), scendendo a poco meno di 3 minuti per la seconda. In confronto, Bitdefender Anti-Virus Plus ha richiesto 39 minuti per la prima esecuzione, che poi è scesa a soli 27 secondi con la seconda.

È disponibile un semplice strumento di pianificazione per eseguire scansioni automatiche di vari tipi a cadenza giornaliera, settimanale, mensile oppure nei weekend. Alcune opzioni di configurazione consentono di riprendere la scansione il giorno successivo nel caso in cui il computer venga spento durante l'analisi, inoltre è possibile ridurre al minimo l'impatto sulle prestazioni eseguendo la scansione solo quando sul PC è attivo il blocco dello schermo o lo screen saver.

Kaspersky Anti-Virus, inoltre, offre un livello di configurabilità che sarà molto apprezzato dagli utenti più esperti: potrete scegliere il tipo di scansione, le destinazioni sul sistema da analizzare, il tipo di file da controllare, i motori di rilevamento da usare e la reazione rispetto alle minacce individuate (disinfezione, eliminazione semplice o prompt per consentire all'utente di decidere cosa fare).

L'unica mancanza che si nota è l'impossibilità di configurare un tipo di scansione personalizzato, a differenza di altre suite come Avast e Avira. Se volete analizzare regolarmente una cartella di download personalizzata, ad esempio, o verificare i documenti di Microsoft Office in una cartella di rete specifica, non potrete salvare le vostre impostazioni. Infatti, l'unico modo per procedere è selezionare la scansione selettiva e configurarla manualmente ogni singola volta.

Protezione

(Image credit: AV-Comparatives)

Protezione

I test di protezione reale di AV-Comparatives hanno lo scopo di evidenziare le prestazioni dei principali motori di antivirus rispetto a minacce note e inedite. 

Secondo l'ultimo report di luglio-ottobre 2021, Kaspersky si è posizionato quarto in una classifica di 17 concorrenti, con un tasso di blocco delle minacce del 99,9%. Trend Micro, Panda e Norton sono in cima alla lista, con un punteggio del 100%, tuttavia Kaspersky ha superato nomi importanti come Bitdefender (99,7%), Avira (99,2%) e ESET (98,9%).

Nel rapporto sugli utenti di Windows Home di ottobre 2021 Windows Home di AV-Test, Kaspersky Internet Security ha avuto un esito anche migliore, con un tasso di blocco del 100% sia per le minacce note che per quelle nuove.

Nel report di SE-Labs sulla protezione dal malware in ambito domestico del terzo trimestre 2021, Kaspersky Internet Security si è posizionato al terzo posto su nove, con un punteggio di precisione totale del 98%.

Malware rilevato

(Image credit: Kaspersky)

Per i nostri test interni, ci siamo procurati un elenco di 45 URL dannosi e contenenti tentativi di phishing assolutamente inediti tramite MRG Effitas, un'azienda che conduce test di sicurezza indipendenti. Questo tipo di test è molto severo, dato alcuni degli URL avevano solo poche ore di vita, tuttavia Kaspersky ha bloccato il 31% degli indirizzi, un dato ragionevole rispetto, ad esempio, al 9% incassato da Windows Defender. Tenete presente solo che questo test mira a stabilire la velocità con cui vengono bloccati gli URL. Infatti, anche laddove il filtro risultasse inefficace, intervengono sempre altri livelli di sicurezza che riescono comunque a bloccare i redirect, le pagine web dannose, i download sospetti e così via.

Il test di certificazione antiphishing 2021 di AV-Comparatives offre un quadro più generale della precisione di Kaspersky nel blocco del phishing. Il suo punteggio di 94% è buono, inoltre supera Bitdefender (87%) e ESET (91%), ma non si avvicina né a Avast né a Trend Micro (entrambi 96%).

Nella fase successiva, abbiamo utilizzato un nostro simulatore di ransomware alquanto semplice. A dispetto di una struttura basilare, il programma non rientrava nel database delle minacce di Kaspersky, dunque tutto dipendeva dal monitoraggio del "comportamento", ovvero la capacità dell'antivirus di riconoscere una minaccia dal funzionamento specifico del programma.

Ransomware

(Image credit: Kaspersky)

Dopo aver eseguito il programma per il test, Kaspersky ha avviato il modulo System Watcher per monitorare le azioni del simulatore e ha riconosciuto la pericolosità del programma quasi immediatamente, terminando il processo ed eliminando l'eseguibile. Il simulatore è riuscito a bloccare con crittografia solo cinque documenti prima di essere fermato, tuttavia, Kaspersky Anti-Virus ha anche ripristinato immediatamente gli originali.

Per questo motivo, possiamo dire che Kaspersky riesce a tenere testa a Bitdefender da questo punto di vista: entrambe le app hanno individuato rapidamente la minaccia, arrestato il processo e ripristinato tutti i file soggetti a crittografia. Kaspersky riesce ad avere la meglio in alcuni aspetti, ad esempio il nostro ransomware è riuscito a criptare solo 5 file contro i 10 del test di Bitdefender, inoltre ha messo in quarantena il file eseguibile, mentre Bitdefender non lo ha toccato, con il rischio di un'ulteriore esecuzione.

VPN

(Image credit: Kaspersky)

Altre funzioni

Kaspersky Anti-Virus va oltre le funzioni anti-malware. Innanzitutto, citiamo la versione limitata di Kaspersky VPN. E sebbene i limiti siano notevoli, dato che non potrete scegliere il server, non c'è un kill switch e avrete un tetto massimo di 200 MB al giorno di traffico, resta utile per proteggervi durante le connessioni a Wi-Fi pubbliche.

Password Manager

(Image credit: Kaspersky)

E poi c'è Kaspersky Password Manager, che offre diverse funzioni, dall'archiviazione delle password per siti e app, alla conservazione e all'inserimento automatico dei dati delle carte di credito e degli indirizzi, la memorizzazione di note protette e molto altro. Purtroppo, questa è la versione gratuita e limitata, infatti potrete gestire un massimo di 15 password. Ma se comunque riesce a soddisfare i vostri requisiti, potrete installarlo anche a parte, senza dover acquistare Kaspersky Anti-Virus.

Tastiera sullo schermo

(Image credit: Kaspersky)

Inoltre, è sempre disponibile una semplice tastiera sullo schermo, per neutralizzare i keylogger che registrano la digitazione per rubare nomi utente, password, numeri di conto e altre informazioni riservate. L'abbiamo testata con alcuni keylogger commerciali e sono stati tutti neutralizzati.

La scansione delle vulnerabilità di Kaspersky analizza il sistema in cerca di app con vulnerabilità note, secondo i report sul sistema CVE. L'aspetto positivo è che la scansione non si limita a verificare i file eseguibili, infatti ha individuato una versione portatile troppo datata di Wireshark che avevamo scompattato in precedenza. Purtroppo, però, il tool vi consente solo di informarvi sulle vulnerabilità tramite un sito web, mentre dovrete scaricare e installare gli aggiornamenti manualmente.

Lo strumento di risoluzione guidata dei problemi di Windows cerca anomalie nelle impostazioni del sistema operativo, possibilmente provocate da un malware e consente di correggerle con una sola operazione. Sebbene sulla carta possa essere una buona idea, non abbiamo la certezza del numero di problemi che il programma può ricercare e sul nostro sistema non abbiamo trovato altro che un problema di avvio automatico di cui eravamo già a conoscenza. La scansione delle vulnerabilità di Bitdefender ha individuato più problematiche sul sistema di prova, sebbene tutti minori (ad esempio il classico accesso alle policy di gestione sito per le zone di sicurezza).

La configurazione guidata del browser, poi, è meno interessante di quel che potrebbe sembrare, dato che il modulo cerca solo i problemi di configurazione su Internet Explorer. Ma dato che molte applicazioni ancora oggi si basano su IE, potrebbe aver senso dal punto di vista della sicurezza. Tuttavia, avremmo preferito che queste funzionalità rientrassero nella risoluzione guidata dei problemi di Windows anziché trovarci un tool in più.

Privacy Cleaner

(Image credit: Kaspersky)

Privacy Cleaner individua e rimuove diverse tracce delle vostre attività da Windows e alcune applicazioni, inclusi la cronologia di navigazione e i cookie nell'elenco dei documenti recenti, gli ultimi programmi eseguiti, le cartelle aperte e altro. Rispetto agli altri extra, risulta leggermente più funzionale, sebbene non funzioni con Firefox, in ogni caso trovate diversi programmi freeware qualitativamente superiori in ogni aspetto.

L'ultimo extra è Kaspersky Rescue Disk, un ambiente di boot in grado di rilevare e rimuovere le minacce radicate in modo più profondo nel sistema, in grado di impedire il corretto avvio di Windows. Si tratta di una funzione utile, ma è disponibile gratuitamente dal sito web di Kaspersky, tanto che su Kaspersky Anti-Virus è presente solo il link alla relativa pagina online.

In generale, le funzionalità aggiuntive di Kaspersky sono poco convincenti, o comunque disponibili gratuitamente senza dover acquistare Anti-Virus e in ogni caso non sono paragonabili alle migliori offerte della concorrenza (Avast Free Antivirus include l'ottimo tool Wi-Fi Inspector che rileva le vulnerabilità delle reti wireless, valuta l'efficacia delle password e segnala gli aggiornamenti e le patch da installare, per fare un esempio). Certo, non si dovrebbe scegliere un antivirus per i suoi extra, ma ci piacerebbe che Kaspersky includesse qualcosa di più nei suoi piani.

Conclusione

Kaspersky Anti-Virus offre funzioni aggiuntive tutto sommato dimenticabili, ciononostante il suo motore antivirus è uno dei più precisi ed efficaci sul mercato, ed è tutto quello che conta davvero.

Kaspersky Internet Security

Interfaccia di KIS

(Image credit: Kaspersky)

Kaspersky Internet Security amplia l'offerta di Kaspersky Anti-Virus, sebbene introduca solo qualche extra abbastanza in linea con le altre suite di sicurezza.

Troverete dunque un firewall per bloccare gli attacchi di rete e stabilire le app autorizzate ad andare online. Inoltre, potrete usare un browser sicuro per la protezione delle transazioni bancarie, insieme a un filtro anti-spam che blocca la posta indesiderata, infine uno strumento per proteggere la webcam dagli accessi non autorizzati.

Ma l'aspetto più importante, forse, è che Internet Security include le app per Mac e dispositivi mobili.

Sebbene non sia nulla di particolarmente eclatante, la differenza di prezzo non è elevata, sebbene resta da capire se valga comunque la pena spendere di più per Kaspersky Internet Security. Scopriamolo subito.

KIS installato

(Image credit: Kaspersky)

Supporto multipiattaforma

Kaspersky promuove Internet Security anche per il supporto multipiattaforma, dato che offre app per Android e Mac, oltre che per PC.

L'app per Mac è funzionale e somiglia alla versione Windows, con antivirus, blocco URL pericolosi, protezione webcam e browser sicuro.

KIS Android App

(Image credit: Kaspersky)

Anche l'app Android offre funzioni interessanti, come la scansione automatica, la protezione antiphishing, un sistema antifurto e il blocco app. In ogni caso anche se decidete di restare su Kaspersky Anti-Virus, potrete proteggere il vostro smartphone Android. Infatti, la build gratuita offre l'antifurto e una scansione on-demand di base, che dovrebbe essere più che sufficiente per gli utenti standard.

In generale, può avere senso acquistare Kaspersky Internet Security se volete proteggere dei Mac o vi serve il supporto Android senza troppe complicazioni.

Tuttavia, gli utenti più esperti che godono già di un buon antivirus per Android gratuito, potrebbero non vedere alcun motivo per fare l'upgrade, soprattutto se possono aggiungere l'antivirus gratuito di Kaspersky come ulteriore livello di protezione. Se non siete troppo convinti, potete comunque installare la versione di prova gratuita e vedere se riesce a soddisfare le vostre esigenze.

KIS Firewall Settings

(Image credit: Kaspersky)

Funzioni

Installando Kaspersky Internet Security, avrete a disposizione un firewall intelligente che controlla l'accesso a Internet bloccando gli attacchi di rete. Inoltre, lo strumento risulta discreto e non vi bombarderà mai di richieste o notifiche.

Nelle nostre prove, non abbiamo riscontrato problemi, ma se per voi non sarà così o se avrete bisogno di una configurazione personalizzata, potrete sempre modificare le regole esistenti o implementarne di personalizzate per app e pacchetti. Tuttavia, occorre un certo grado di preparazione tecnica.

KIS - Filtro antispam

(Image credit: Kaspersky)

Internet Security include un filtro antispam che però è disattivato di default. Quando abbiamo provato ad attivarlo abbiamo capito il motivo: Outlook tende a disattivare il componente aggiuntivo di Kaspersky per ridurne l'impatto sulle prestazioni.

In seguito, abbiamo inviato 100 mail di prova, e il filtro ha generato un avviso su uno dei messaggi. Non abbiamo compreso il motivo, in ogni caso Outlook ha interrotto l'invio delle mail successive finché non abbiamo chiuso la relativa finestra di dialogo.

KIS - Regole firewall

(Image credit: Kaspersky)

A seguito di alcuni controlli rapidi, abbiamo constato che il filtro blocca meno del 70% delle mail indesiderate (Bitdefender invece supera il 90%). Però, le possibilità di configurazione sono più di quelle che ci aspettavamo, dunque ci potrebbe essere margine di miglioramento. Tuttavia se il filtro antispam è la vostra priorità n.1, vi conviene guardare altrove.

KIS - Safe Money

(Image credit: Kaspersky)

Safe Money avvia il browser in un ambiente isolato e sicuro per proteggere i dati finanziari durante lo shopping online. Quando abbiamo provato ad accedere a un sito di banking o e-commerce, come eBay, Amazon e così via, Internet Security ci ha chiesto se volessimo aprire il link in Safe Money (potete aggiungere manualmente i siti non riconosciuti, in ogni caso). Abbiamo accettato e la pagina di pagamento si è aperta in una finestra di Safe Money, da cui abbiamo continuato come di consueto. Abbiamo simulato un attacco malware tramite keylogger e acquisizione dello schermo, ma Safe Money ci ha difesi al 100%.

La funzione di navigazione privata, invece, assume un ruolo maggiormente attivo nella protezione della privacy e nel blocco dei web tracker.

KIS - Protezione webcam

(Image credit: Kaspersky)

Il modulo per la protezione della webcam blocca le app non attendibili impedendo loro di accedere alla webcam. Inoltre, potete bloccare manualmente app specifiche o inibire l'accesso a tutte le applicazioni. Lo strumento ha funzionato esattamente come descritto dall'azienda.

Sebbene sul sito web non ci siano riferimenti, la suite è in grado di individuare e bloccare anche i tentativi di registrazione audio. Per questo scopo, esiste un sistema di avviso del tutto separato, che per noi ha poco senso, dato che i tentativi di violazione della webcam e del microfono, a nostro avviso, dovrebbero essere gestiti in modo congiunto, tuttavia si tratta di un difetto minore. In fondo, lo strumento individua le minacce e questo è ciò che conta.

KIS - Aggiornamento software

(Image credit: Kaspersky)

Il modulo per gli aggiornamenti software rileva le patch mancanti. Ha trovato molti più update sul nostro PC di prova rispetto alla scansione delle vulnerabilità, inoltre ha provveduto a scaricare e installare gli aggiornamenti, dunque vale la pena usarlo.

KIS Safe Kids

(Image credit: Kaspersky)

Kaspersky Internet Security include anche l'edizione gratuita di Kaspersky Safe Kids, un modulo per il controllo genitori. Questa versione, però, offre solo le funzioni di base, con la possibilità di limitare l'accesso ai siti web e il tempo di utilizzo dei dispositivi. Le funzioni più avanzate, come il controllo della posizione dei vostri figli su una mappa, il monitoraggio degli account di social media e i report sulle attività dei bambini sono disponibili solo sulla versione Premium, che è inclusa anche in Kaspersky Total Security, come vedremo tra poco.

KIS Network Monitor

(Image credit: Kaspersky)

Internet Security offre altri strumenti, molti dei quali poco utili e quasi messi lì per far numero. Ci sono comunque diverse funzioni di protezione, con vari livelli che contribuiscono a ridurre l'esposizione agli attacchi.

In generale, Kaspersky Internet Security non introduce nulla di particolarmente interessante, anche se il firewall è efficace, la protezione del browser di Safe Money è utile e tutto si basa sull'eccellente motore antivirus di Kaspersky. Internet Security resta un prodotto di qualità, con molte funzioni di sicurezza, anche se potrebbe offrire di più.

In alternativa, date un'occhiata a Kaspersky Security Cloud e Total Security, di cui vi parliamo qui sotto.

Kaspersky Total Security

Total Security - Interfaccia

(Image credit: Kaspersky)

Kaspersky Total Security è una suite di sicurezza completa e basata su Kaspersky Internet Security, con alcuni utili extra.

Mentre Internet Security offre l'edizione gratuita e limitata di Kaspersky Password Manager, Total Security vi dà accesso alla versione completa, che da sola vale circa €15 euro all'anno. 

Si tratta di un prodotto mid-range dignitoso, che consente di generare, gestire e sincronizzare le password su Windows, Mac, iOS e Android. Inoltre, offre funzioni come il completamento automatico dei campi indirizzo e carta di credito, nonché una galleria fotografica protetta. Tutto questo lo rende uno dei migliori password manager in dotazione con le suite di sicurezza, ma non mancano i problemi purtroppo. Infatti le funzioni più avanzate non sono disponibili sulle app mobili e, comunque, non è paragonabile ai password manager di brand specializzati come Dashlane.

In modo analogo, Total Security offre la versione completa di Kaspersky's Safe Kids, il modulo di controllo genitori intelligente, con tutte le funzioni che ci si può aspettare da un prodotto di questo tipo, inclusi il monitoraggio dei social media, il filtro dei contenuti web, la possibilità di limitare il tempo per determinate attività e così via. Sarà possibile visualizzare la posizione del dispositivo mobile dei vostri figli su una mappa, con la possibilità di impostare un avviso nel caso in cui uno di loro entri in una zona definita come off-limits. Si tratta di un prodotto di qualità, che è venduto anche a parte, infatti Safe Kids Premium può essere acquistato per circa €15 all'anno.

Total Security Backup

(Image credit: Kaspersky)

Uno strumento di backup di base consente di effettuare semplici operazioni di backup sulle unità locali o su un account Dropbox. È stato progettato per essere facile da usare, ad esempio consente di fare una copia di tutti i video con pochi clic, tuttavia esistono alternative freeware che fanno molto di più.

Proprio come Kaspersky Internet Security, nemmeno qui ci sono delle funzioni che giustifichino da sole l'upgrade, in ogni caso Total Security potrebbe valere la pena se avete molti dispositivi da proteggere.

Kaspersky Security Cloud

Security Cloud Data Breach Detection

(Image credit: Kaspersky)

Kaspersky offre un ulteriore pacchetto, ovvero Security Cloud con alcuni extra aggiuntivi.

Sul sito web, Kaspersky evidenzia il vantaggio principale di Security Cloud parlando della tecnologia "Adaptive Protection", per cui il servizio si adatta automaticamente alle vostre esigenze.

Se un sito che utilizzate spesso viene violato, ad esempio, vi consiglierà di cambiare la password. Se lavorate fuori sede, avvierà automaticamente la VPN o il browser sicuro per proteggere i dati della vostra carta di credito. Se le attività del sistema sono minime, approfitterà per ripulire i file spazzatura o ottimizzare il dispositivo per garantirne le massime prestazioni.

Security Cloud Hard Drive Monitor

(Image credit: Kaspersky)

Ci sono altri extra, che però non aggiungono troppo valore. La funzione per il monitoraggio dell'integrità dell'hard disk usa i dati SMART del vostro disco fisso su Windows o Mac per avvisarvi di possibili guasti imminenti, interessante ma anche in questo c'è molto di meglio in ambito freeware.

Security Cloud Network Scanner

(Image credit: Kaspersky)

In modo analogo, lo strumento dedicato ai dispositivi in rete esegue una scansione per individuare e mostrare i dispositivi collegati via Wi-Fi e, se volete, vi avvisa se vengono connessi nuovi device. Niente di eclatante, anche in questo caso ci sono tanti software anche gratuiti che offrono di meglio.

Resta da citare Security Cloud Free. Non offre gli extra delle versioni a pagamento, ma include il motore antivirus di Kaspersky e se non avete requisiti troppo complessi, potrebbe bastare.

Kaspersky Security Cloud Personal, invece, è praticamente Total Security con Adactive Protection e qualche tool extra.

I prezzi sono simili, pertanto ci chiediamo il senso di offrire questi due pacchetti separati.

Kaspersky Security Cloud potrebbe essere una scelta sensata nel lungo termine per chi ha molti dispositivi da proteggere. In ogni caso, ogni singolo prodotto offre 30 giorni di prova gratuita, senza dimenticare che Security Cloud Free resta gratis per sempre, dunque non mancano le opportunità per capire quale pacchetto possa fare maggiormente al caso vostro.

  • I migliori dispositivi NAS
Marco Doria
Marco Doria

Senior Editor and Professional Translator. Boardgaming enthusiast, Tech-lover.