Skip to main content

Tim Cook spiega perché Apple non deve sempre primeggiare

(Image credit: Apple)

Tim Cook, amministratore delegato di Apple, ha svelato i suoi piani futuri e condiviso alcuni dei suoi valori personali.

Durante un discorso tenutosi al Dreamforce 2019 di San Francisco, il CEO di Apple ha rivelato alcune linee guida fondamentali e la sua visione di ciò che accadrà nel futuro prossimo dell’azienda produttrice di iPhone.

In una chiacchierata rivelatrice con il CEO e cofondatore di Salesforce, Marc Benioff (stagista presso Apple negli anni ‘80), Cook ha parlato di argomenti che spaziano da Steve Jobs all’ambiente e ai matrimoni gay, oltre a esprimere il suo punto di vista sulle motivazioni interne di Apple.

Innovazione

“Molte persone confondono l’innovazione con il cambiamento… molti pensano che l’innovazione sia cambiamento, ma con l’innovazione si cerca di rendere le cose migliori, non semplicemente di cambiare qualcosa”, ha dichiarato Cook.

“Non abbiamo mai inseguito l’obiettivo di essere primi, abbiamo sempre cercato di essere i migliori. La stella polare ci ha fornito la guida per superare le tentazioni, vogliamo semplicemente creare i prodotti migliori”, ha aggiunto Cook.

Cook ha evidenziato come l’attività di Apple, nel corso del tempo, sia diventata intrinsecamente incentrata sull’impresa; in particolare dal rilascio del primo iPhone nel 2007 i dispositivi Apple sono diventati molto popolari nelle aziende di tutto il mondo. 

Apple e Salesforce hanno annunciato l’inizio di una collaborazione su larga scala lo scorso anno in occasione del Dreamforce, rivelando i primi frutti di tale partnership all’inizio di questa settimana con la presentazione di una versione esclusiva dell’app Trailhead GO per iOS e iPad.

Guardando al futuro, Salesforce sembra destinato a diventare un importante partner aziendale per Apple, come sottolineato da Cook che ha detto: “non potrei essere più felice”, riferendosi al lavoro svolto dal gigante del software.

Tutte le aziende Fortune 500 stanno utilizzando prodotti Apple, come confermato da Benioff, che ha rivelato a Cook di affidarsi completamente al suo iPhone per lavorare.

“Non possiedo nemmeno più un computer, non ne ho bisogno”, ha rivelato Benioff. “Il telefono è diventato davvero un’estensione del mio ufficio, ovunque io sia”.