Tim Cook l'ha ammesso: le fotocamere degli iPhone sono Sony

(Immagine:: Media Whalestock / Shutterstock)

Gli iPhone di Apple utilizzano sensori fotografici Sony da più di dieci anni e, anche se in parte lo sapevamo già, oggi ne abbiamo la certezza.

Chi conosce Apple e ne ha seguito l'evoluzione, sa bene che l'azienda di Cupertino si è sempre guardata dal condividere informazioni sui componenti che utilizza per i suoi dispositivi. Basti pensare che fino a qualche anno fa, Apple non indicava neppure la quantità di RAM presente sui suoi iPhone.

Forse è proprio per questo che la recente rivelazione di Tim Cook ha fatto tanto scalpore. Ecco le parole twittate dal CEO di Apple durante un tour dei fornitori giapponesi: 

"Da oltre un decennio collaboriamo con Sony per creare i sensori delle fotocamere degli iPhone". 

See more

Come detto in apertura, visto il grande riservo che Apple ha sempre mantenuto rispetto ai componenti che utilizza, la conferma esplicita dell'utilizzo di sensori d'immagine Sony è sicuramente degno di nota. Da sempre, il sito web di Apple tende a elencare solo le specifiche della fotocamera degli iPhone, come la risoluzione, l'apertura e il campo visivo, piuttosto che i componenti specifici utilizzati.

Detto questo, il fatto che Apple usasse sensori Sony era noto fin dal 2015, quando un report del  Wall Street Journal svelò che l'azienda stava equipaggiando i suoi iPhone 6 con due sensori Sony. In aggiunta, il noto sito iFixit (Si apre in una nuova scheda) (specializzato nel disassemblaggio dei dispositivi) ha persino fornito i numeri di serie dei sensori Sony equipaggiati dagli iPhone.

Stando a quanto riportato da Nikkei Asia nel 2021, Sony è leader nel mercato dei sensori fotografici con una quota di mercato del 44% per i sensori di immagine CMOS, seguita da Samsung che detiene una quota di mercato del 18,5%.

La visita di Tim Cook allo stabilimento Sony non fa altro che confermare la collaborazione tra i due brand, facendo presumere che il rapporto sia destinato a continuare nel tempo. 

Tra l'altro, sempre secondo un report di Nikkei, Sony avrebbe sviluppato un nuovo sensore di immagine che utilizza un'architettura in grado di catturare più luce e ridurre la sovra/sottoesposizione. Il nuovo sensore dovrebbe trovarsi a bordo dei prossimi iPhone 15, ma sarà disponibile anche per altri produttori di smartphone.

Marco Silvestri
Senior Editor

Marco Silvestri è un Senior Editor di Techradar Italia dal 2020. Appassionato di fotografia e gaming, ha assemblato il suo primo PC all'età di 12 anni e, da allora, ha sempre seguito con passione l'evoluzione del settore tecnologico. Quando non è impegnato a scrivere guide all'acquisto e notizie per Techradar passa il suo tempo sulla tavola da skate, dietro la lente della sua fotocamera o a scarpinare tra le vette del Gran Sasso.